Living in a Fairytale

Niente di nuovo dallo scorso post, se non sempre più voglia di spaccare nasi sugli angoli dei tavoli ai vari rompipalle che mi riempiono le giornate di odio e scleri.
Probabilmente anche il fatto che non faccio shopping da un pò mi sta facendo sclerare come se non ci fosse un domani e non vedo l’ora di farmi trattare domani dall’osteopata che sentirà tutta la mia rigidità nei suoi massaggi e so  già che tornerò piena di lividi.

Comunque, tralasciando la mia disperazione e lasciandoci alle spalle la MFW, vi annuncio con piacere che gli stilisti se ne sono sbattuti dei miei acciacchi e nervi tesi e hanno continuato a sfilare all’impazzata. Sono stati tanti i grandissimi marchi che hanno già mostrato le loro creazioni nelle passerelle dell’Haute Couture e io mi sono totalmente innamorata di alcuni pezzi, che mi hanno catapultata nel mondo delle favole in un attimo. Abiti lunghi, pomposi, importanti, fiabeschi che si affiancano a lunghezze e trasparenze meravigliose da gran galà e red carpet di spessore.
Strass, swarovsky, ricami impreziositi da perle e fili di seta e tutto ciò che si può desiderare senza tralasciare però qualche eccesso e/o stravaganza, proprio come piace a me.
Mi piacerebbe poter dire “un giorno avrò anche io un abito così” ma onestamente, a chi la do a bere? Non ci credo io in primis!

Elie Saab:
per una mondo incantato.

Giambattista Valli:

Valentino: 
trasparenze e morbidezze

Francesco Scognamiglio:

Maison Martin Margiela:
my love for black is endless.

Iris Van Herpen:
e via verso l’avanguardia

Jean Paul Gaultier:
e un grande ritorno al pieno degli anni 80/90, alla sigla di Beautiful, ai primi look di Madonna e ai migliori outfit di Brenda e Kelly. Sarò nostalgica ma amo!

Here Again

E quindi oggi è il peggior lunedì ever?
Mh, si. Un anno fa dicevo praticamente le stesse cose quindi mi fa piacere sapere che nonostante il tempo passi io sono sempre la solita lamentona.
L’anno nuovo è iniziato da 9 giorni e dopo l’influenza ho ben deciso di continuare le mie sciagure con un bel volo per terra che mi ha causato gli ennesimi mali tant’è che il mio braccio è ancora dolorante, fa un freddo spaziale e anche se fuori il sole è bellissimo c’è il rischio di rimanere ibernati a ogni passo che si fa all’aria aperta.

Oggi si ricomincia la solita routine e dobbiamo rassegnarci all’idea che chissà quando saranno le prossime vacanze lunghe per cui accontentiamoci di tutti i weekend futuri in cui potremo permetterci un pò di svago. E proprio oggi dico un grande SI al ritorno della mia messa in forma. Dopo aver ingurgitato kg e kg di cibo durante le vacanze mangiando ininterrottamente a ogni ora senza rendermi conto delle calorie e grassi che stavo assumendo, questa settimana si torna al rigore alimentare, agli allenamenti e a tutto il contorno che in teoria evita la mia evoluzione fisica in ippopotamo. Ho ricominciato il mio mese detox con Fittea e detto ciò spero solo di rimettermi in sesto prima che sia troppo tardi (bello dirlo con a casa un milione di cioccolato trovato nelle calze della befana :D)

In tutto ciò, però, devo ammettere che una nota positiva nella scorsa settimana c’è stata. Ebbene si, l’evento mondiale più atteso dopo la notte degli Oscar..i saldi!
E strano ma vero, rispetto allo scorso inverno, stavolta sono riuscita a trovare davvero un sacco di cose che avevo adocchiato a prezzo pieno/molto tempo fa con degli buoni sconti e non potevo chiedere di meglio, devo dirlo. Man mano vi farò vedere tutto quello che ho acquistato ma intanto vi lascio con una piccola anteprima di un pezzo di Zara (che ho ovviamente svaligiato) che per l’appunto era uno di quelli tanto desiderati!

Questi scatti appartengono al post caduta quindi la mia espressione non è delle migliori, perdonatemi!img_0364img_0365

WELCOME OCTOBER!

Che poi, Welcome solo per essere gentili e non farlo sentire di meno degli altri mesi dato che Ottobre -come Novembre Gennaio e Febbraio- è un mese che detesto, odio, non sopporto e tutti i sinonimi del caso. Inizia a far freddo, bisogna mettere i collant sennò ti viene la broncopolmonite, le giornate di sole pian piano svaniscono, arriva la pioggia e io divento inevitabilmente insopportabile.
Ci sono solo tre note positive: riiniziano tutti i miei telefilm preferiti, il colore delle foglie in autunno è meraviglioso e posso tornare a vestirmi in total black senza sentirmi dire niente dietro perchè andando incontro all’inverno il nero è sempre giustificato.

Per fortuna però che ancora il tempo ci sta regalando dei giorni super soleggiati e tendenzialmente caldi e io posso continuare a sfoggiare pezzi forti che tengo nel mio armadio/nuovi acquisti ed è ancora molto piacevole passeggiare in centro senza madonne continue causa ombrelli, gelo fuori e 100 gradi dentro i negozi, mani ghiacciate e piedi zuppi. Nonostante questo però, ho approfittato della giornata di sabato -dato che è uno dei pochi giorni dei weekend del mese in cui sono riuscita a stare a casa- per iniziare a fare il cambio di stagione eliminando, purtroppo, tutte quelle leggerezze che non è più il caso di tenere nell’armadio preparandolo a tutte le new entry che arriveranno 😀
Ma mentre siamo qui in attesa di maglionI, lane, giacche e chi più ne ha più ne metta, vi propongo questo look che ho sfoggiato per l’appunto ieri pomeriggio il cui pezzo forte sono senz’altro le meraviglie stile Dorothy che porto ai piedi, ma non sottovalutiamo gli altri masterpieces del mio outfit acquistati tramite instagram (ve l’ho detto che lo faccio sempre!) dall’account 333hope333. 

Processed with VSCO with hb1 preset

img_9114img_9123img_9124

Eccole qui, finalmente le ho potute sfoggiare!
Le tenevo nella mia preziosa cabina armadio da inizio settembre e ieri è stata la giornata giusta per mostrarle al mondo e ricevere innumerevoli complimenti a riguardo. Sono ballerine con un pò di tacco, laces up in velluto rosso. E’ stato amore a prima vista quando le ho adocchiate sul sito di Bershka e ancora di più quando le ho viste in negozio e provate e nonostante i miei piedi ora siano pieni zeppi di vesciche io le amo!
Come amo anche gli altri pezzi che mi sono arrivati la scorsa settimana dopo varie peripezie dei corrieri e cioè borsa e t-shirt che quando ho potuto stringere fra le mie mani mi sentivo un pò come la pubblicità di Zalando..e proprio a proposito di Zalando, venerdì ho fatto il mio primo ordine dato che finalmente sono riuscita a trovare le scarpe che cercavo da secoli, per di più scontate di un ottimo 40%.

In realtà avrei voluto parlarvi della fashion week ma dato che quella di Parigi è interminabile e nonchè la più bella, sto raccogliendo tutte le immagini fino a chiusura così che in un post solo potrò condividere tutti i miei best of (nonostante per la prima volta nella vita io sia rimasta profondamente delusa dal mio amore Givenchy) quindi nel frattempo mi porto avanti mostrandovi vari suggerimenti di look dato che era un pò che non lo facevo e ne arriveranno altri a breve so…stay tuned!

Bananas e Isola D’Elba

E’ il 21 Settembre e devo necessariamente arrendermi al fatto che l’estate è ufficialmente finita e nel caso in cui non fosse già duro il solo pensiero, ci si mette anche un tempaccio da autunno inoltrato a peggiorare il mio umore già abbastanza precario.
Se c’è una cosa che però mi consola, è che oggi inizia la fashion week qui a Milano e quindi un pò mi rallegra pensare alle invasate fuori dalle sfilate che pur di mettersi in mostra e farsi fotografare staranno gelando nei loro sandaletti con i piedi fradici dalla pioggia 😀
Al contrario mio che stamattina ho ben pensato di ritirare fuori le mie lovely Doc Martens che mi accompagneranno per i prossimi mesi.

Ma tralasciamo i dettagli odierni e veniamo al dunque!
Come vi avevo accennato, vi avrei dovuto raccontare e mostrare un pò di cose questa settimana per cui eccomi qui.
Inizio col raccontarvi che lo scorso weekend sono tornata, dopo anni e pochissimi ricordi, all’isola d’Elba. Di certo avrei potuto aspirare a un clima più gradevole e a temperature più adatte per un weekend al mare ma per fortuna un giorno di sole ci è stato concesso.
Premetto che nonostante ci fossi già stata, come scritto sopra, non ricordavo assolutamente nulla di questo piccolo angolo di paradiso quindi sono stati due giorni di scoperte continue -e non smetterò mai di dire che non ce ne rendiamo conto ma siamo super fortunati ad avere certi posti incantevoli in Italia-. Abbiamo alloggiato all’hotel Le grotte del paradiso posto esattamente al centro del golfo più al nord dell’isola, a dieci minuti in macchina da Portoferraio. Si tratta di una struttura composta da più casettine, posizionate un pò random nel terreno intorno, e hanno tutte una favolosa vista mare e secondo me la location da il meglio di se in pieno Giugno/Luglio.
Da lì è facile raggiungere quasi tutte le zone prettamente turistiche dell’Elba (non che l’isola sia enorme..) e noi ne abbiamo approfittato per visitare i paesi più carini e consigliati per cui abbiamo girato Capoliveri, Marina di Campo, Porto Azzurro e per ultimo Portoferraio senza però lasciarci sfuggire una delle spiagge più quotate dell’Isola e cioè L’Innamorata, vicino il lido di Capoliveri.
Purtroppo non posso consigliarvi nessun ristorante perchè non ce n’è davvero nessun posto dove abbiamo mangiato che mi ha colpito particolarmente, ma di sicuro 4 stelline su 5 l’albergo se le merita anche solo per la vista mare mentre degusti la colazione.

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

Vero o no? Darei oro per poter bere un caffè con questo paesaggio ogni giorno!

Qui invece vi mostro uno dei miei acquisti meglio riusciti di quest’estate e che purtroppo ho potuto mettere solo questo sabato dato che l’ordine ci ha messo piu tempo del previsto ad arrivare. Mi ero ripromessa di comprare dei costumi interi quest’anno e quindi girando online mi sono perdutamente innamorata di quelli presenti sul sito Zaful. Peccato che, appunto, li ho ricevuti praticamente il giorno prima di rientrare a casa quindi per ottimizzare avevo acquistato approfittando dei saldi quello di Calzedonia che avete potuto vedere in qualche immagine pubblicata nel post al mio rientro dalle vacanze. Questo è solo uno dei due che ho ordinato dato che con l’altro ci sono stati dei problemi di taglia, ma cose ordinarie per gli acquisti su internet!!

Processed with VSCO with hb1 preset

Processed with VSCO with hb1 presetMi piace davvero da morire soprattutto amo l’incrocio dietro..forse l’unica cosa che mi lascia un pò titubante è la larghezza sul sedere ma vabbè, meglio quello che il culo totally out! 😀 Fra l’altro in queste foto potete anche vedere qualcuno in più dei miei tattoos che di solito rimangono ben nascosti dagli indumenti!

Tornando invece ai giorni soleggiati che hanno preceduto queste temperature tipiche dell’autunno inoltrato, vi mostro di seguito qualche scatto fatto la scorsa settimana in cui mi sentivo particolarmente teenager e quindi ho sfoggiato i miei pezzi forti per tornare a sembrare una ventiduenne a tutti gli effetti.
Non so voi ma io ogni tanto ho bisogno di questi look tipicamente adolescenziali per non sentirmi del tutto vecchia e dimenticare che incombe l’incubo dei 28 anni fra sei mesi..e cosa c’è di meglio di questa maglia con stampa bananosa?

Processed with VSCO with hb1 preset

img_8921img_8922Banana T-shirt : Zara
Belt/Backpack : H&M
Skirt: Asos
Shoes: Vans

White Dress and tapas

Ebbene si, settembre è iniziato da otto giorni e io continuo a pensare imperterrita al mare e al desiderio di partire ma per fortuna non manca molto a un’altra weekend fuori porta.
L’abbronzatura sta pian piano svanendo e non sono assolutamente d’accordo con questa presa di posizione della mia pelle che decide di schiarirsi per conto suo senza interperllarmi, passo le mie giornate tra momenti di gioia a momenti di baratro il tutto progettando continuamente i mesi futuri.
Ho in mente grandi progetti ma non ve li svelo, mai sia che poi mi venite a dire “eh ma l’avevi scritto poi non l’hai fatto” 😉 quindi per ora li tengo per me e per quei pochi che ne sono a conoscenza e vedremo se mai riuscirò a realizzarli.

Ho passato il weekend a camminare, camminare e camminare e non ho potuto fare a meno di girare per negozi i quali, ovviamente, non mi hanno delusa..anzi! Vi mostrerò le meraviglie acquistate prossimamente e per darvi un indizio vi dico che non vedo l’ora mi passino queste immense vesciche ai piedi per poterne sfoggiare uno..(: Si, incorreggibile credo sia il termine giusto per definirmi.
Se c’è un mese che adoro per fare shopping è senza dubbio settembre, quando ancora si trova qualcosa di estivo ma iniziano a spuntare i primi capi autunnali che svelano le tendenze invernali e ci preparano psicologicamente ai mesi che verranno.
Il vero problema, però, è che io non sarò psicologicamente pronta finchè ci sarà questo sole che mi sveglia al mattino e che mi accompagna tutto il dì quindi dovrò semplicemente aspettare il momento giusto e realizzare che “l’estate sta finendo e un anno se ne va”.

Anche se effettivamente questo è il pensiero a cui dovrò arrendermi fra non molti giorni, per ora continuo a vivermi l’estate a pieno e lo si può intuire facilmente da quello che indosso. Ieri ad esempio non ho potuto fare a meno di sfoggiare questo meraviglioso vestito acquistato un anno fa su Asos e utilizzato solo da poco e la cosa che più mi piace di questo abito è la sua versatilità. La prima volta infatti l’ho abbinato a dei sandali mediamente alti, ieri invece ho scelto delle semplicissime Converse -che ho da 10 anni che ci crediate o meno e che sono praticamente nuove- e vi dirò, mi è piaciuto ancora di più nonostante sia ancora indecisa se fa più sposina anni 40 o prima comunione 😀
241

Non posso lasciarvi però senza raccontarvi la mia esperienza di ieri sera da “Gesto“, locale scoperto per caso girovagando per internet situato vicino Viale Piave che offre, oltre a una location davvero suggestiva, un menù a base di tapas.
Con un’ispirazione spagnola, gesto propone i così detti stuzzichini iberici, un pò rivisti e italianizzati con abbinamenti davvero sfiziosi e la scelta è fra tapas a base di carne, pesce o verdure senza dimenticare i dessert. Altra sfiziosità, si ordina scrivendo by yourself su una lavagnetta che verrà consegnata al cameriere, peccato che ieri la nostra si sia, non so come, persa e abbiamo aspettato un’ora e passa per ricevere i nostri piatti. Attesa a parte però, sicuramente da riprovare. Come convincervi? Cocktail buonissimi (è difficile che mi piacciano le proposte dei barman, ma questo era davvero pazzesco) e prezzi stracciati che variano dai 3.50€  un massimo di 5€ a piattino.

Ah, dimenticavo! Ho scoperto una nuova app fighissima che is chiama 21 buttons in cui condividere i propri outfit, taggare i brand, salvare i preferiti degli altri e volendo anche comprare ciò che ti piace grazie ai tag di chi segui perciò cosa aspettate? Se l’avete anche voi cercatemi! Mi trovate sotto il nome di “fraisastar”, ovviamente 😉

Freedom behind the corner

l u n e d i  s i p a r t e.

Quindi è finalmente arrivato quel giorno che aspetto da esattamente un anno, quando mi sembrava impossibile e lungo una vita arrivare ad un’altra estate e un’altra vacanza e invece eccomi qui, all’ultimo giorno di lavoro che precede delle ferie lunghe e piene di mare sole spiagge cibo e chi più ne ha più ne metta.
Sicuramente sarebbe stato meglio affrontare questo giorno con delle temperature piu consone al 5 Agosto..non so ad esempio un pò di sole, caldo, shorts e voglia di indossare solo costumi e non uscire di casa per arrivare in ufficio zuppa, costretta a cambiarti con tutto ciò che il magazzino offre dato che il diluvio universale beccato per strada mi ha lavato persino le mutande e ora praticamente 3/4 dei vestiti che avevo indosso sono ad asciugare di fronte alla stufa e io sono qui a congelare con un felpone addosso e tuoni che continuano a far vibrare tutto il pavimento. In pratica sembra novembre e probabilmente invece di partire per il mare sono pronta a lasciare la città per le vacanze di Natale, ma spero che a breve la situazione torni alla normalità e alla stagione attuale.
Purtroppo però devo aspettare lunedi mattina per imbarcarmi sull’aereo destinazione Sicilia, quindi nel frattempo posso godermi questo weekend in Toscana con compleanni importanti in arrivo, mangiatone di pesce e mare che pur non essendo limpido e cristallino come quello che mi aspetta, è pur sempre mare!

Avrei voluto fare qualche scatto oggi ma mi sembra di capire che il tempo non me lo stia permettendo quindi non mi resta che postarvi alcune foto di qualche giorno fa e di augurarvi delle buone vacanze! Divertitevi, non pensate a nulla se non a esser felici e sfruttate ogni momento al massimo! Purtroppo -o per fortuna- non avrò internet quindi a parte rari momenti in cui posso ritagliarmi un’oretta per postare misà che mi tocca dirvi che ci risentiamo a fine mese 😀
Se proprio però non potete fare a meno di me potete seguirmi su instagram/snapchat sempre sotto il nome di fraisastar..prometto che sarò più attiva del solito!!

IMG_8319IMG_8320Vi ricordate che ve li avevo mostrati nel mio post di shopping post saldi?
Ecco, in settimana ho avuto l’occasione di metterli e proprio come immaginavo li adoro! Sono comodi, leggeri e meravigliosamente sfrangiati!  (Total look by Zara.)

E quale miglior foto se non un super girasole per augurarvi un buon agosto??

IMG_8329
Ne approfitto già che ci sono anche per mostrarvi uno dei vestiti preferiti del mio boy, comprato sul mio beloved Asos un paio di anni fa completamente ricoperto da questa stampa con faccia di leone. Io lo stra adoro soprattutto perchè è super versatile!

UN BEL CIAONE A TUTTI E BUONE VACANZEEE!!

Don’t look back

u n d i c i g i o r n i a l l e f e r i e.

Sigaretta del pomeriggio appena spenta, tronky ai cereali divorato in un secondo, controllo foto finito dopo sole 7 ore.
Riassunto di un mercoledi pomeriggio qualsiasi, che mi fa ben sperare perchè tra soli 7 giorni lavorativi e undici settimanali posso finalmente dire addio all’afa e alla noia di Milano e accogliere il mare a braccia aperte.
Sono reduce da un weekend romano fatto di sole, nipoti, coccole, stanchezza, risate, amiche e mal di denti e il rientro è stato abbastanza traumatico ma alla fine prima o poi bisogna sempre tornare alla base e quindi, eccoci qui.
Fortuna però che finalmente sta per arrivare il weekend che tanto aspettavo da anni e non vedo l’ora che sia sabato per fare una super full immersion a Gardaland in cui so già che piangerò mentre mi costringeranno a salire sul blu tornado e a momenti ci morirò su ma vabbè, chiudo gli occhi e mi godo quei 10 secondi di giri della morte e quant’altro.

Ma focalizziamoci su quello appena passato!
Sabato abbiamo provato un posto buonissimo dove cenare, il Gazometro 38. Nemmeno a farlo apposta ci sarò passata 100mila volte davanti senza sapere che fosse il posto di cui avevo letto e sentito parlare da mesi. Situato in via del Gazometro offre una location molto carina e intima con luci soffuse e arredamento semi vintage, un menù vario e una pizza mooolto buona. Due sole le pecche, il pianobar proprio dietro -o davanti, dipende dai punti di vista- al nostro tavolo e un pò limitate le variazioni sui piatti elencati. Per il resto lo consiglio per provare qualcosa di nuovo in zona Ostiense. Sempre attorno al gazometro invece domenica sera ho cenato al Mercat, un locale che ho frequentato varie volte per un dopocena ma nel quale non avevo mai mangiato.Il menù è ristretto e particolare ma la qualità del cibo è buona, i cocktail li avevo già provati e approvati per cui consiglio spassionatamente anche lui -soprattutto perchè l’arredamento è davvero pazzesco e sembra di entrare in un locale anni 20-.

Dopodichè le mie giornate sono passate spupazzandomi Ludovica, godendomi gli altri nipotini che quasi sicuramente non rivedrò fino a Natale e respirando l’aria del mio quartiere che pur essendo totalmente diverso rispetto a quando ero più piccola mi dà sempre l’energia giusta per svegliarmi al mattino con quel buonumore che qui riesco ad avere una volta l’anno all’incirca. Ne ho anche approfittato per fare un giro da Zara e non l’avessi mai fatto! Come al solito ogni volta che entro dentro quel negozio non posso riuscire a tenere le mani al loro posto ma ho puntato solo i pezzi più economici della nuova collezione, e cioè questi che vi sto per mostrare qui sotto:

Un abito in scuba leggero con stampa di chewing gum e maglietta annessa, inutile dire che come l’ho visto sono impazzita e ho dovuto prenderlo.

0909279084_1_1_10909279084_2_4_1

Per non parlare di queste due t-shirt qui! Ne ho già una molto simile che ho acquistato in un negozio in Ticinese bianca in tulle con delle stelle ricamate sopra e non appena ho visto questi due modelli quasi uguali non ci ho più visto! Il tutto per 9.99€ e 15.99€.

5039270505_2_2_16050270623_2_3_16050270623_2_5_1

Questi che vi mostro sotto invece sono i look che ho sfoggiato sabato sera e domenica per una colazione tra fratelli..vi avevo detto che man mano vi avrei mostrato i miei acquisti e così sto facendo, non temete! Solo che è difficilissimo star dietro con le foto a quello che compro, dovrei farmene 100 al giorno :D!

Processed with VSCO with hb2 preset

Questa la tutina di Zara che vi avevo mostrato tempo fa..comoda e bella, che vogliamo di più!?

Processed with VSCO with hb1 preset

Processed with VSCO with hb1 preset

Qui invece acquisti non proprio recentissimi come questa canotta over di Asos che risale a uno degli ultimi ordini dei saldi estivi dell’anno scorso per cui non ho potuto usarla fino ad ora e..tadà! Con un paio di jeans e un tacco è perfetta!

Il pezzo forte però è sicuramente questa borsa comprata ad Ibiza durante il soggiorno di Maggio, nonostante non sia totalmente “da me” me ne sono innamorata appena l’ho vista esposta al negozio e finalmente l’ho usata! Davanti ha un motivo ricamato con paillettes e altre passamanerie, mentre dietro è cucita con stoffe variopinte 🙂

Late night shopping

d i c i a n n o v e g i o r n i a l l e f e r i e.

Quindi. E’ martedi, l’aria condizionata è obbligatoria dato il caldo mortale che è tornato prepotentemente, le punture di zanzara di sabato notte prudono ancora all’impazzata e io mi strapperei via la pelle a unghiate pur di non sentirle più, ho la home di facebook invasa da foto e video del concerto di Beyoncè che si è tenuto ieri sera a san siro, abbiamo elegantemente superato la metà di luglio indenni, sono reduce da un weekend di sole-mare e angurie e non vedo l’ora che arrivi venerdì per tornare a casa.

Ebbene si, ho il culo a moto and i really don’t care. Non ho un momento per riposarmi ma onestamente mi interessa ben poco, sfrutto tutti i giorni al massimo pur di non pensare a queste due settimane che mi costringono ancora qui ed ecco perchè ne approfitto per partire e lasciare questa città non appena possibile, cosa che sto facendo da circa un paio di mesi a questa parte. Lo scorso weekend è stato di nuovo il turno della Toscana, a casa del mio boy, che non solo è comodissima per staccare un attimo in qualsiasi mese dell’anno, ma è ancora più bello viverla d’estate quando a Milano fanno 350 gradi e lì, tra le mura del castello del borgo di Virgoletta respiri aria pulita e il fresco ti accarezza la pelle e, da non sottovalutare assolutamente, sei a massimo 3 quarti d’ora dal mare.
Inoltre da quando abbiamo iniziato ad andare sempre più spesso durante i fine settimana stiamo scoprendo tantissimi posti nei dintorni davvero interessanti e piacevoli da frequentare e ogni volta è il turno di qualcosa di nuovo. Per di più, essendo la zona della Lunigiana vicinissima al confine, si può scegliere se rimanere in Toscana o spostarsi verso la Liguria e devo dire che spesso e volentieri scegliamo la seconda opzione piuttosto che avventurarci nella zona-un-pò-troppo-piena-di-figli-di-papà di Forte e Viareggio.
Sabato sera ad esempio siamo andati a cena a Sarzana -non per la prima volta dato che è una delle mie mete vicine preferite- e dopo aver provato un ristorantino niente male (peccato per l’attesa..più di un quarto d’ora per sedersi nonostante la prenotazione e più di un’ora prima della prima portata) ci siamo incamminati per una passeggiata con l’obiettivo di digerire e appena svoltato l’angolo a sinistra chi ti trovo? Un negozio a cui puntavo da mesi e mesi e in cui sarei voluta andare ogni volta ma non ce n’era mai stata la possibilità. Si tratta di GGlamour trovato per caso su Instagram, fa parte di qella cerchi di negozi che adotttano la nuova frontiera di compravendita sul web tramite l’utilizzo di un numero telefonico con cui comunicare su uazzap e le foto sull’app più famosa.
Ho già provato questo genere di acquisti e non ne sono mai rimasta delusa (un esempio è Le Privilege, un’altra chicca da non perdersi situata in Campania nei pressi di Pompei quindi se ancora non la followate correte ai ripari e cercate subito questo piccolo shop!) ma stavolta ero così incuriosita trovandosi vicino a una delle mete ricorrenti del weekend che volevo necessariamente recarmici di persona..e neanche a farlo apposta eravamo a due passi da lui! Così non ho potuto lasciarmi sfuggire l’occasione e nonostante avessimo gia superato di un quarto d’ora abbondante la chiusura prevista, la ragazza è stata gentilissima ad averci concesso di entrare e indovinate un pò? Non ha assolutamente deluso le mie aspettative..anzi..in un quarto d’ora sono riuscita ad adocchiare tutti i pezzi vincenti, provarli e portarmeli a casa -uno dei miei migliori record- e devo dire poi che se c’è una cosa che amo più dello shopping online è senza dubbio lo shopping serale quindi sembrava tutto ancora più semplice e bello!
Comunque, se siete curiosi di vedere cosa ho comprato, per ora posso mostrarvi qualche pezzo tramite foto trovate online sui loro social, e prima o poi le indosserò per voi!
13516448_660881640732707_2769999091837488014_n

Questo meraviglioso completo monostampa composto da pantaloncino e crop shirt in un neoprene più leggero di quello che siamo abituati a vedere nei negozi stile muta subacquea. Bellissimo assieme ma molto carino anche spezzato!

Una carinissima canotta completamente ricoperta di paillettes argento opaco che mi ha conquistata non appena entrata. Super versatile, super carina sia in un outfit elegante sia in qualcosa di più easy.
Oltre a questi dei favolosi pantapalazzo di cui però non possiedo foto quindi dovrete necessariamente aspettare di vederli indosso a me!

Nel frattempo però vi mostro con orgoglio il mio look di sabato sera di cui sono mooolto soddisfatta!

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb1 preset

Processed with VSCO with hb1 preset

Processed with VSCO with hb1 preset

Avrete riconosciuto i sandali che vi avevo fatto vedere in qualche post fa..indubbiamente uno dei migliori acquisti con i saldi..non c’è niente che non mi piaccia di loro!
Oltre ad essere molto comodi stanno benissimo con l’abbronzatura delle mie gambe (si, odiatemi ma sono nerissima) e danno quel tocco di colore che non guasta, soprattutto quando il resto dell’outfit è un total black ma per questa tutina non potevo scegliere nessun altro colore che le desse giustizia allo stesso modo e tralasciando il solito problema pipì che si ripete ogni volta che indosso qualsiasi tuta, vado matta anche per lei!

Can you feel the summer?

v e n t i d u e g i o r n i a l l e f e r i e.

Ho deciso che ogni post che farò fino alla mia partenza inizierà in questo modo, così da condividere con voi la mia angoscia e disperazione pre-volo-di-andata-milano-catania.
Quindi, ricapitolando. Siamo esattamente alla metà di luglio, è un bellissimo venerdi in cui vorrei essere ovunque tranne che qui ma alla fine grazie gesù anche questa settimana è finita e un weekend al mare sta per arrivare, ha finalmente finito di diluviare e fare le tempeste estive che mi lavano mentre rientro a casa da lavoro e dopo mesi mi fanno sentire freddo, mi sono ovviamente raffreddata per colpa di questo clima ballerino e del mio ragazzo che non contento dell’aria fresca che entra dalla finestra decide di accendere anche il ventilatore, e la mia nipotina sta crescendo bellissima e sanissima e non vedo l’ora di vederla e finalmente prenderla in braccio e spupazzarmela tutta.

Riguardo le foto dello scorso weekend e le mie chiappe al mare, oltre ad aver creato scalpore su instagram, mi fanno venir voglia di un tuffo nell’oceano senza mai ritorno.
Fortunatamente però le giornate qui stanno passando decentemente, tra momenti di relax, giornate lavorative finalmente tranquille, qualche click qua e là per acquisti online –silosononpossofarneameno-, persone impazzite per Pokemon Go e appuntamenti fissi di cene fuori al giovedì sera.
Per questo oggi vi parlerò di due posti provati settimana scorsa e ieri, in cui premevo per andare da mesi e finalmente ce l’ho fatta!
Il primo è ITASHI “la cucina tradizionale italiana avvolta in quella giapponese.”
E’ così che loro stessi si definiscono e la particolarità di questo posto è di aver reinventato il famosissimo Temaki giapponese (il cono di riso avvolto nell’alga, per chi non è esperto) ricreando la copertura d’alga con un’impasto a base di farina di manitoba e farina di cereali e sostituendo il riso con materie di prima qualità italiana che variano da carne a pesce a verdure..insomma, una vera prelibatezza per il palato per chi, come me, non è amante della cucina nipponica. Il risultato finale, per darvi un’idea di base, è come mangiare una mini piadina farcita con le primizie italiane. E’ possibile scegliere gli itamaki singoli -si chiamano così proprio per richiamare il posto- oppure optare per dei menù di 5 coni già selezionati per voi dai ristoratori a base di carne o di pesce (per entrambi due crudi più due cotti), e uno  di parmigiana di melanzane.

Processed with VSCO with hb1 preset

Noi abbiamo scelto il menù di carne che conteneva, nell’ordine :
Itamaki con salame, tartare di fassona, carpaccio, nduja e infine, parmigiana.
Io ho mangiato i cotti non essendo amante della carne cruda ma ho dovuto necessariamente assaggiare la tartare di fassona e posso garantirvi che era eccezionale.
Inoltre ci sono anche 4 scelte dessert non male e per gli amanti del cioccolato consiglio il Bueno, ripieno di cioccolato bianco e pezzi di kinder bueno..un’esplosione di grassi saturi ma una meraviglia per il palato. Dovrò sicuramente tornare per provare altri già adocchiati e soprattutto perchè spero di trovare  l’itamaki strudel che l’altra volta era finito.
Qui il link se volete dare un’occhiata alle loro proposte : http://www.itashi.it/ e se siete di Milano correte in via Muratori a provare questa meraviglia e a conoscere i proprietari del locale, gentilissimi e super disponibili ;)!

Ieri invece è stato il turno di Maido, conosciutissimo ristorantino street food giapponese in via Savona. Magari il nome non vi dice nulla ma per tutti quelli nati negli anni 80 come me basterà dare un solo indizio : Kiss me Licia. Ecco, non si tratta di Cristina D’Avena ma, avete presente Marrabbio, il papà di Licia, che continuava a spadellare tutto il giorno quelle cose simili all’omelette di cui Giuliano andava pazzo?
IMG_8154

In quest’angolo nipponico tra le vie della moda milanese lo potete scoprire! Si tratta degli Okonomiyaki, il più popolare piatto street-food di Osaka (un pò tipo i supplì a Roma, gli arancini in Sicilia e gli arrosticini in Abruzzo, per capirci) e non è altro che una frittella salata preparata su una piastra su cui vengono cucinate fettine di foglie di cavolo, farina e uova e a cui poi, a seconda dei gusti, vengono aggiunti ingredienti come carne, formaggio e gamberi.
Ma il menù di Maido, per fortuna degli stomaci problematici come il mio, non offre solo questo..anzi! Qui si possono assaggiare le più tipiche prelibatezze giapponesi che abbiamo visto in qualsiasi cartone animato variando dagli Onighiri -quei triangoloni a base di riso con alga annessa che sembrano l’acconciatura di lady gaga nella sua copertina di The Fame Monster- i più comuni Noodles, e una rivisitazione dell’hamburger in chiave giapponese con il riso al posto del pane e un ripieno a scelta fra pollo e manzo, ed essendo io una delle persone più curiose degli ultimi anni, ho dovuto necessariamente provare lui!

Processed with VSCO with hb1 preset

Eccolo qui, in tutto il suo splendore. Particolare, buono ma leggermente attoppante per colpa di tutto quel riso. Anche stavolta non c’era il dolce che avevo scelto (ma che sfiga ho?) quindi sarò costretta a tornare anche qui e provare qualcos’altro.

Ne approfitto per condividere con voi anche uno scatto in cui indosso uno dei capi acquistati durante i saldi e anche se ve l’avevo già mostrato, ci tengo a farvi vedere come l’ho abbinato!

Processed with VSCO with hb2 preset

Ovviamente si tratta della t-shirt a rete che ho portato a casa alla modica cifra di 8 euro durante quel sabato di follia e afa. L’ho abbinata con uno shorts argento (con dettagli laterali in rete) di Asos, un crop top di Bershka (giusto per non andare in giro propriamente nuda), e dei sandali di H&M datati ormai due anni ma sempre molto fighi con stringhe bianche. Che ne dite?

Ma soprattutto..vi ho fatto venire un pò di acquolina in bocca visto che siamo anche vicini all’ora di pranzo? 😉

Buon weekend a tutti!

Something about love

v e n t o t t o g i o r n i a l l e f e r i e.

E’ tornato l’ennesimo lunedi dell’anno -ma solo il secondo di luglio-, fuori ci sono mille gradi, sudo stando ferma, ma sono reduce da una settimana meravigliosa e un weekend davvero speciale e vi dirò che sicuramente preferirei essere da un’altra parte, ma ho l’umore talmente alto che nemmeno questo lunedi mi sconfiggerà.
Premetto che avrei voluto mostrarvi qualcuno dei miei acquisti indossati già venerdi in qualche post, peccato che l’emicrania fulminante mi abbia costretto a letto e giuro che non vedo l’ora di annientare questi maledetti denti del jujitsu che mi stanno facendo vedere quotidianamente le stelle entrandomi con dolori atomici nel cervello.
Ma dato che ora sono qui vi faccio vedere quant’è bello il vestito che ho acquistato sul sito sheabbigliamento di cui vi ho parlato nei post precedenti, l’ho abbinato a una cintura vintage di mamma stile Versace e ai miei favourite sandali flat h&m e senza accorgermene mi sono trasformata in una dea greca dei giorni nostri riscuotendo un successo pazzesco in ufficio tra colleghe che continuavano a farmi i complimenti per il mio abito e onestamente..come dar loro torto?

Processed with VSCO with c1 preset

Processed with VSCO with c1 preset

Processed with VSCO with c1 preset

Sarà che è metà luglio e che tra un pò me ne posso andare finalmente in Sicilia, sarà che sono stata al mare questo sabato e ci torno fra 6 giorni, sarà che guardo in avanti e mi sembra andare tutto per il verso giusto, sarà che ho provato posti nuovi e belli dove mangiare, sarà che nonostante afa e stanchezza sto bene, sarà che Roma mette sempre di buon’umore, sarà che ho te vicino o forse sarà perchè, e finalmente posso dirlo, sono diventata per la quarta volta zia di una bambina meravigliosa che il mondo sembra sorridermi ininterrottamente?
E’ la notizia che tanto avrei voluto dirvi a dicembre ma che ho sempre dovuto tenere per me per volontà di mio fratello ma ora posso davvero urlare al mondo intero che ho aspettato questo momento da una vita, che vedervi guardare con gli occhi pieni d’amore quel fagottino mi ha creato più nodi in gola di quando sei ubriaco e devi vomitare.

Benvenuta Ludovica, sei bellissima.La zia ti vuole un bene infinito da quando singhiozzavi nella pancia della mamma e ora che ti ho visto te ne voglio ancora di più.
13627258_10208191200311061_8150195894539358319_n