JANUARY TROUBLES

Gennaio è un mese un pò così, che non mi è mai piaciuto.
Porta malinconia e tristezza ma allo stesso tempo voglia di fare qualcosa di nuovo per migliorare la mia routine quotidiana.
Ho iniziato il mese comprando due biglietti aerei e a distanza di 21 giorni continuo a pensare al nostro prossimo viaggione e le mete che ci ronzano in testa sono tante ma i soldi sempre pochi, com’è sta cosa?

Cambiando argomento, oggi è stata una domenica all’insegna di un brunch e non di shopping, come invece gli scorsi fine settimana.
I saldi sono una delle poche ragioni per cui Gennaio assume una sfumatura positiva e diciamocelo, io ne approfitto sempre per tirarmi su il morale. Succede poi che alle volte mi sfugge la situazione di mano, ma d’altronde qualcosa per superare la fine delle vacanze natalizie deve esserci no? Nonostante il giro per negozi mi abbia portato un minimo di sollievo -anche se la sera mi sono ritrovata con due sacchetti di roba da cambiare perchè non avevo sbatti di provarli- , come sempre la vera svolta è stato lo shopping online, al punto che secondo me persino la portinaia a un certo punto era stufa di ricevere pacchi a mio nome dato che ho iniziato il 29 dicembre per finire giovedì.

Mentre penso a cosa fare ai miei capelli la prossima volta e a cosa mi aspetterà domani, vi lascio con uno dei miei ultimi acquisti che adoro e che finalmente sono riuscita a trovare proprio come la volevo io. Welcome to my armadio salopette!

“CIAO CANE” – olio su tela

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_e10UNADJUSTEDNONRAW_thumb_e08UNADJUSTEDNONRAW_thumb_e21

Salopette: Pull&Bear
Jacket: Asos

“NO”

Non c’è nulla di più adatto di questo titolo per iniziare il post.
Settimana di impegni, sbatti e sciagura pura, non trovo nemmeno il tempo di respirare e tutto d’un tratto è già giovedì. Ok che voglio che gennaio finisca ma a quanto pare non mi bastano più 24 ore, ne servirebbero 36 di cui 12 solo di sonno.
Dopo un weekend passato tra stanchezza, freddo, mercato, nuovi acquisti (niente raga, finalmente ho un nuovo mac, non ci avrei mai piu sperato!), inizio della fashion week, arriva lunedì. E credetemi se vi dico che ero talmente impegnata e stanca che non ho nemmeno accusato i sintomi di tristezza e depressione che avrebbe dovuto portare questo fatidico “blue monday“. Si perchè a quanto pare agli americani piace na cifra dare i colori ai giorni quindi dopo il black friday mo è venuta fuori sta storia del lunedì blu. E che è?
Pare che il terzo lunedì di gennaio sia il giorno più triste dell’anno in cui ci si mette a riflettere sull’anno appena iniziato, si fanno due conti in tasca e si realizza che non c’abbiamo na lira e boh insomma, a parer mio nulla di diverso da un qualsiasi lunedì.
Sarà che l’unico sentimento che riesco ad accusare da una settimana a questa parte è solo la stanchezza il letto è la cosa che più desidero al mondo, ma a me sto blue monday m’è passato con uno schiocco di dita.

Comunque, tornando al presente, ci tenevo fin troppo a mostrarvi un pò dei nuovi acquisti fatti durante i saldi che come avevo gia accennato mi hanno dato grandi soddisfazioni.
E proprio ricollegandomi a questo saggio titolo sono fiera di farvi vedere finalmente la borsa che tanto bramavo ma che non riuscivo a trovare nel mio amato Zara. Poi di punto in bianco eccola lì, scontata fino a 12 euro. Botta di culo? Ogni tanto dai!

Processed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 presetimg_0397

Skirt: Stradivarius
Shirt: Zara
Cardigan: H&M
Accessories: H&M
Bag: Zara

A PROMISE IS A PROMISE

Direi che come prima settimana di lavoro post ferie poteva andare peggio, considerando che siamo già a venerdi, si intravede un pò di sole dopo due se non tre giorni di nuvoloni e gelo polare, sto facendo casting con modelli scelti da me da stamattina ed è venerdì!
L’ho già detto? Fa niente, lo ripeto.

Le temperature sono bassiiissime ma questo non mi ha impedito di riprendere in mano la mia linea tornando a yoga, in palestra e il Fittea è una manna dal cielo dato che mi aiuta a scaldarmi in queste mattinate in cui l’ufficio è un grande freezer.
Stamattina era tutto ghiacciato e sembrava di stare dentro Frozen, tant’è che mi aspettavo Elsa o Anna che sbucavano dal nulla a cantare let it snow e questo ha portato a fare 100mila scatti alle foglie d’acqua che erano davvero uno spettacolo unico e raro. Un pò meno bello il dover camminare come se stessi pestando degli spilli a un passo ogni quarto d’ora per paura di fare il secondo botto dell’anno.

Ma bando alle ciance, mi sento in dovere di fare una premessa riguardo al mio post di oggi. Si dice che ogni promessa sia un debito e io di certo di fronte a certe cose non mi tiro indietro per cui, nonostante non mi senta super confident in questi panni, l’ ho promesso e lo faccio. Come vi accennavo tempo fa in un post in cui descrivevo il mio lavoro, tra i brand che seguo c’è New Balance. 
“Fighissimo” penseranno alcuni.
“Che schifo” penso io.
Sarà che le ricollego agli anni in cui andavo alle medie, sarà che non sono una particolare amante delle sneakers se non di quei pochi modelli che mi piacciono da una vita, sarà che ormai mi fanno venire la nausea visto che sono ai piedi di mezzo mondo, ma a me le New Balance fanno cagare, punto. E proprio affrontando questo discorso durante la cena aziendale mentre l’alcool ricircolava nelle mie vene dopo anni, il buon Ernia mi ha portato a fare un accordo approfittandosi del fatto che fossi alticcia (Dario ti perdono non ti preoccupare) e ovvero “Io ti regalo un paio di NB ma tu ti fai fare le foto e le posti su tutti i social”. Il giorno dopo avevo la conferma d’ordine e la settimana dopo le ho ricevute QUINDI come ogni buon accordo che si rispetti, dopo che lui ha fatto il suo, io ho fatto il mio. E tadà! Di seguito degli scatti che testimoniano la mia uscita di casa con queste chiccherie che mi hanno riempito i piedi di vesciche!

img_0894img_0886-x

Rainy Saturday

Dopo aver creduto di morire ieri durate l’allenamento dato che la milza mi stava chiaramente esplodendo all’interno del corpo causa l’abbuffata mattutina di burro e grassi saturi della degustazione di brioches che ho fatto in ufficio (maledetti compleanni doppi..sentitevi in colpa ragazze!), posso dirvi con gioia di essere ancora viva e di godermi questo fine settimana che precede il finalmente tanto atteso Weekend londinese. Dopo averci regalato grandi emozioni ieri con una giornata soleggiata e dai tratti particolarmente primaverili, oggi purtroppo Milano ci delizia con il suo meteo medio caratterizzato quindi da un cielo completamente grigio e da quella pioggerellina del cazzo che ti fa passare ogni minimo desiderio di metter piede fuori casa. Ecco spiegata quindi la mia voglia di vivere sotto i piedi, la sveglia che risale a un massimo di due ore fa (ah no quello era il sonno atomico accumulato durante la settimana..) e lo zero sbatti di fare qualsiasi tipo di cosa che implica anche il solo dover indossare altro che non sia il pigiama. L’unica cosa che aspetto veramente con ansia è la pizza di questa sera ❤
Voi? Programmi per la settimana in corso? Io sono così contenta di rivedere la mamma, preparare una valigia e concedermi questi giorni nella città più bella del mondo (dopo Roma ovviamente, non rinnegherò mai) che tutto il resto non conta.
Ah, ricordate i prodotti presi in considerazione nel post precedente come prossimi acquisti su Asos? Bene, alla buon’ora ieri ho fatto l’ordine ma ne ho selezionati solo due alla fine -vi sfido a indovinare quali!- and guess what? Ho ben pensato di sbagliare l’indirizzo di spedizione quindi invece che riceverli qui la prossima settimana arriveranno a casa dei miei e dovrò quindi farmeli spedire qui da loro..non solo ho aspettato un mese per acquistarli, in più dovrò aspettare altre due settimane per riceverli!

By the way..vi lascio con degli scatti che rappresentano perfettamente il mio mood odierno ma ne approfitto prima di lasciarvi del tutto per consigliarvi spassionatamente di vedere “Creed”,uscito nelle sale italiane da poco, che vede candidato anche Stallone come miglior attore non protagonista nei prossimi Oscar.
Sarà che essendomi avvicinata -anche se non del tutto- al pugilato ultimamente sono molto più invogliata a scegliere questo genere di film e soprattutto mi gasano a duemila, ma questo è davvero figo e nonostante io non sia un’amante di Sylvester Stallone varrebbe la pena di vederlo solo pee l’intepretazione di un ormai anziano e svogliato Rocky che ritrova l’amore verso il suo sport tramite un giovane ragazzo. Non vi racconto di più altrimenti svelo tutta la trama ma andate di corsa al cinema (o su cineblog, dove l’ho visto io :D).

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

Ah, visto che sennò dice che non lo penso mai, che non gli voglio bene, che sono una merdina e tanti altri bla bla che non sto qui a elencarvi, ne approfitto per fare pubblicamente gli auguri a una delle colonne portanti della mia vita, alla persona con cui ho avuto la relazione di amore/odio più grande di sempre, alla persona che tanto crede in me quanto deve insultarmi perchè non condivide 3/4 delle scelte che faccio, a colui che nonostante i 12 anni che ci separano è il fratello cazzone che tutti vorrebbero avere.
Tanti auguri tittolo ❤

Contrasting Details

Purtroppo non posso ancora annunciare la notiziona di cui vorrei tanto parlarvi che ho ricevuto a fine 2015 ma appena avrò il permesso ve la spiattellerò..fatto sta che sono al settimo cielo! Poi, Londra si avvicina (si lo so vi ho triturato le palle ma non posso farci nulla) e così anche la mia mamma, Gennaio si sta finalmente degnando di finire e la primavera è praticamente dietro l’angolo. Questo vuol dire che manca poco anche al mio compleanno e onestamente il pensiero di compiere 27 anni non è che mi renda proprio entusiasta..
Stamattina -nonostante fuori sia tutto molto grigio- mi sono svegliata con un’insensata voglia di arrivare a giugno solo per poter gustare la salsedine tra i capelli ogni weekend,spalmarmi a mo di 4 di bastoni sulla spiaggia e rosolare per bene tra i granelli di sabbia cosparsa da olio johnson.
Almeno..questo è quello che viaggiava nella mia testa dato che poi, di fatto, il mio aspetto dice tutt’altro. Probabilmente incitata dal fatto che il nero snellisce e dalle temperature non proprio consoni all’outfit scelto ieri sera (si, scelgo cosa mettermi prima di andare a letto perchè la mattina non ho capacità mentali se non quello di accendere i fornelli per far salire il caffè) la mia scelta è ricaduta su un tubino nero a costine di h&m e su accessori tutt’altro che colorati ma in realtà sono i simboli che mi rappresentano al meglio (si vede che sto in fissa con gli anelli?) MA vale dire in questo caso che sono i dettagli a fare la differenza. Infatti ci sono i miei mille bracciali di cruciani da cui non mi separo un singolo istante a vivacizzare un pò tutto insieme al bianco ottico scelto come colore per le mie unghie questa settimana. Per non tralasciare poi i miei colorful tattoos che però non ho ancora avuto modo di mostrarvi tutti. Avrete potuto vedere qualcosa qui e là in qualche foto pubblicata nei post precedenti ma sicuramente arriverà anche il loro momento -d’altronde con l’arrivo del caldo inizia il loro momento di gloria e di esposizione al resto del mondo- in cui posterò ognuno di loro con il rispettivo significato.
Processed with VSCOcam with c1 preset

Ma cambiando argomento, non vedo l’ora arrivi lo stipendio solo per poter fare il finalmente tanto atteso ordine su Asos dato che nell’attesa sto accumulando oggetti su oggetti nella wishlist -che praticamente sta per implodere-.
Come già detto, devo tenermi parca e buona per tutto quello che vorrò prendere a Londra, ma di questi prodotti adocchiati non posso proprio fare a meno..ve li mostro qui!
Senza titolo-2

Pantaloncini in velluto con motivo big dots.

Senza titolo-4

Gonna longuette a portafoglio in pelliccia, troppo cool, troppo figa.(Spero solo non pronunci ancora di più i miei fianchi già abbastanza importanti)

Senza titolo-1

T-shirt in cotone stampata. Comoda e soprattutto versatile.

Senza titolo-3

Pantalone al ginocchio con motivo damascato. Stupendo con un tacco ma perchè non provare anche con una stringata?

 

Che ne dite, aspetto venerdì e procedo con l’ok? 😉

 

DISCOVERING ITALY : BERGAMO

Finalmente siamo arrivati all’ultima settimana di Gennaio! Grazie Dio grazie per aver fatto si che questo sia accaduto nel modo più veloce possibile senza troppe sofferenze e con giornate surgelate ma splendide. Nonostante io questa mattina non ce la possa proprio fare -ed è stato facilissimo intuirlo sin dal suono della prima sveglia- sono sopraffatta dal buon umore..sarà perchè si avvicina il weekend che tanto aspetto da 5 mesi a questa parte? sarà perchè ieri ho passato una giornata incantevole? sarà perchè non trovo un solo motivo per non farmi avere le palle roteanti? Boh, fatto sta che meglio godersi questi attimi perchè chi mi conosce lo sa (e lo so anche io) che se sono in mood no, sono particolarmente insopportabile!

Comunque, visto che lo scorso fine settimana ho scioperato per volontà personale di relax ma ho ammesso subito dopo che mi è mancato andare in giro per negozi,direi che sabato ho recuperato. In realtà me la sono cavata solo con Zara dato che dovevo ancora cambiare una parte di un regalo di Natale e ne ho approfittato per scovare anche qualcosina che era rimasto nel dimenticatoio le altre volte. So che devo ancora mostrarvi gli acquisti “vecchi” e man mano si aggiungono pezzi nuovi..prometto che lo farò!

Ma veniamo al vero argomento del post, che si ricollega ovviamente al titolo assegnato.
Come già accennato, avevo espresso la volontà di fare una gita fuori porta questa domenica e indovinate un pò? Sono stata accontentata ❤
Destinazione : Bergamo.
Ora, non chiedetemi perchè io stia così in fissa con questa città e soprattutto con la sua parte alta, ma sin dalla prima volta in cui sono andata è stato amore a prima vista. Adoro il fatto che si possa raggiungere con la funicolare, che sia circondata dalle mura dalle quali si vede un paesaggio infinito, adoro le sue viette strette e piene di negozietti, le sue piazze e l’atmosfera che si respira che lascia trapelare quel non so chè tra medievale e montanaro e poi c’è da aggiungere che ne sono innamorata anche perchè è una delle nostre tappe.
Abbiamo mangiato “Da Mimì“, un ristorante stile bistrot (con vendita gastronomica all’interno) che non solo mi aveva convinta prima di entrare (vi capita mai di adocchiare un posto e capire che è quello giusto per un pranzetto veloce ma gustoso?) ma mi ha dato la conferma dopo aver letto il menù. Location carina intima e silenziosa, prezzi onesti, personale cortese e attento..unica pecca la lentezza del servizio -misà che sto guardando troppe volte 4 ristoranti, ormai parlo come Alessandro Borghese- ma ve lo consiglio spassionatamente. Qui il mio pranzo, un’insalata mista con carote, misticanza, semi, crostini alla curcuma e il mio amato melograno..potevo lasciarmela sfuggire?

IMG_5987

Dopodichè ci siamo dedicati a un pò di scatti, per l’appunto in mezzo al verde vicino alle mura, con cui vi lascio dato che il lavoro mi chiama!
(Per la cronaca…faceva un freddo mortale!)

IMG_5981IMG_5983IMG_5980

Processed with VSCOcam with g3 preset

 

Rainy Weekend

E niente, ormai se non sto bene il lunedì non riesco ad andare avanti.
Oggi è il turno di una delle peggiori cose esistenti nell’universo femminile e indovina indovinello? Non è nemmeno quel periodo del mese!
Inizia per C, finisce per E e sono 7 lettere di pura agonia. Monuril, sei la mia unica speranza.

Ma lasciando perdere i mali che mi affliggono, sono 3 giorni che continua imperterrito questo tempo uggioso, grigio, triste e freddo che contraddistingue la città. Sabato come vi avevo accennato sono andata in giro per negozi e anche stavolta ho auto delle serie difficoltà a trovare qualcosa che mi facesse veramente perdere la testa se non, ovviamente, gli articoli della nuova collezione, ma nonostante ciò sono riuscita a scovare qualche pezzo adocchiato con uno sconto moolto buono. Questa stagione più delle altre volte mi sembra che i negozi abbiano tirato fuori veramente il peggio del peggio, includendo secondo me anche cose che avevano in stock dal lontano 72. Per non parlare poi delle file kilometriche nei camerini e in cassa…vabbè insomma, una vera e propria tortura! Non ho mai vissuto il periodo dei saldi così male 😀 Tant’è che ieri mi sono rifatta stando a casa a fare un pò di ordine e ridendo e scherzando mi sono volate 3 ore così, senza accorgermene. Figuratevi voi quanto schifo ho buttato!
Come vi avevo promesso però, ho fatto le foto ad alcuni dei miei acquisti che vi avevo citato nel post precedente ovvero il mio ordine fatto su Asos prima delle vacanze, parte degli acquisti fatti al The Mall e il fantastico regalo dei miei genitori per Natale ❤

Processed with VSCOcam with m5 preset

Lost inside H&M” – olio su tela
Parte 1 dell’ordine:
Denim Boyfriend – Asos
La pelliccia -che non solo adoro ma è anche suuupercaldissima- è sempre la stessa vintage della mamma e le scarpe le avete viste in qualche post precedente, stivaletti di FRAV ultracomodi e ultraversatili. (come dice il mio boy, non sbagliano mai!)

Processed with VSCOcam with c1 preset

Eccolo in tutto il suo splendore il regalo dei miei adorati mom&dad! Backpack LoveMoschino. Cercavo da tantissimo uno zaino di dimensioni medie, ovviamente nero ma con quel tocco in più che lo rendesse speciale e guardatelo qui! Azzeccatissimo ❤

Processed with VSCOcam with c1 preset

IMG_5853

Parte 2 dell’ordine:
Incredibili, non so come altro definirle! La mia relazione con queste scarpe è nata sfogliando Instagram. Sono una grande follower infatti dell’account di Asos, delle stylist e modelle che lavorano per esso e non so chi di loro ha postato una foto di queste meraviglie con il codice di riferimento alchè non ho potuto fare altro che correre sul sito e vederne il prezzo and..guess what? Erano anche scontate!
Ammetto che come ogni volta che devo comprare un paio di scarpe ho chiesto l’autorizzazione al mio ragazzo che, dopo aver esitato un pò e aver visto la luce nei miei occhi mi ha dato il suo consenso e quindi eccole qui! Sandali con fantasia stile pizzo/damasco color oro e nero. Li amo sia nude -elegntissimi- sia con la calza da indossare sotto una longuette o jeans.

Processed with VSCOcam with c1 preset

Processed with VSCOcam with c1 preset

Least but not last ecco le Stella di cui vi parlavo da un pò. Sono o no eccezionali? Poi trovo che l’accostamento del marrone (per di più in motivo cocco? Un big ciaone a tutti) con il rosa sia uno dei più belli tra le cromie dei colori. Sono altissime lo so e il tallone è un pò precario ma alla modica cifra di 50 euro vogliamo veramente discutere di queste piccolezze?

Nei prossimi giorni vi farò vedere tanto altro e cercherò di darvi alcuni consigli utili quindi..stay tuned!

Sales and chocolate.

Cos’è che dicevo nel post precedente?
Ah si, che dovevo impegnarmi al massimo per rimettermi in forma, tornare tonica, concentrarmi al 100% sull’alimentazione e sul mio fisico. Forse non avevo calcolato però che ieri era la giornata in cui il mondo ti tempesta di dolci che fuoriescono dalle calze delle befane come se non ci fosse un domani. Quindi ora mi trovo qui a scrivere questo post in ufficio mentre sgranocchio Mikado e allo stesso tempo penso al mio prossimo acquisto da fare, ovvero un pacchetto “Healthy” in cui sono racchiuse proteine da sciogliere in acqua, pillole multivitaminiche e bruciagrassi.
Ora, non ho mai creduto profondamente all’effettiva efficacia di questi prodotti ma questa volta mi sento abbastanza fiduciosa quindi dopo i miei primi 45 giorni vi farò sapere com’è andata. Tentar non nuoce no?

By the way, come sono andati i primi giorni di saldi?
Io una delusione A T O M I C A. Confidavo nel mio consueto bottino e invece assolutamente nulla se non un pantalone di un pigiama e due slip quindi spero di rifarmi sabato perchè così non va! Nonostante abbia un budget davvero limitato ho adocchiato molti/troppi pezzi in negozi sparsi e devo riuscire a conquistarli a tutti i costi e se lo shopping reale non mi darà soddisfazioni conterò sul mio caro e fidato ASOS. L’unico che mi da sempre grandi emozioni, un passatempo divertente in momenti di noia e fonte di grande ispirazione per chi, come me, lavora nell’e-commerce.

Devo dire però che nonostante questo inizio di sconti non sia stato del tutto favorevole, mi ero già rasserenata portando a casa qualcosina nei giorni passati. Al rientro dal weekend in Toscana infatti, il mio amorevole fidanzato mi ha portato al The Mall, un supermega outlet situato in provincia di Firenze –di cui non sapevo assolutamente l’esistenza se non fosse stato per la coda immensa fatta per andare a Roma il 23 Dicembre in cui siamo stati costretti, dopo la previsione di passare 7 ore piantati in autostrada, a uscire a Barberino del Mugello e fare statali su statali e provinciali su provinciali– disposto a mò di mini paesino in cui regnano sovrani i grandi marchi. Ricordo di aver avuto come un miraggio nel momento in cui l’ho visto : immaginate di essere in macchina in mezzo a delle stradine buie ed isolate in cui il limite massimo è di 70 km/h e accorgervi in lontananza di una scritta gigante che padroneggia sul paesaggio e illumina d’immenso tutto il paesaggio circostante. Il primo negozio avvistato è stato Prada, ma sono seguiti Gucci, Moncler e tanti altri. E’ bastato solo uno sguardo per far capire al mio ragazzo che quel posto sarebbe dovuto esser mio e infatti mi ha accontentato al rientro dalla vacanza portandomici, ma alla sola condizione di sbrigarmi a fare il tutto in 1h e mezza. Se credete sia impossibile, basta fare una piccola valutazione su quanto budget hai a disposizione. E’ stato infatti più facile del previsto in quanto, dopo aver fatto il primo giro da Moschino ed essendomi resa conto di potermi permettere ben poco, ho puntato solo ed esclusivamente un altro negozio e cioè l’unico che mi interessava realmente: McQ <3.
La seconda linea di Alexander McQueen, più alla portata di tutti (tecnicamente dovrebbe essere così, poi ovviamente è tutto da valutare), al cui interno c’era anche Stella McCartney. Ed ecco quindi che in venti minuti al massimo sono riuscita a conquistare una t-shirt a maniche corte con il front di pelle lucida color bronzo e un paio di scarpe di Stella alla modica cifra di 50€. Ebbene si, non avete letto male! La prima botta di culo dell’anno (capace anche l’unica), super promo su quelle calzature e strano ma vero c’era perfino il mio numero!
So di non essere l’unica ad avere un problema con le scarpe dato che in quanto donna sono destinata a esserne una vera e propria vittima, ma credo di essermi superata in questo mese visto che ridendo e scherzando ne ho comprate la bellezza di 4 paia quindi misà che è giunto il momento di darsi una calmata e puntare a qualcosa che mi serve veramente 😀 (anche perchè sennò rischio non solo il linciaggio ma anche di essere cacciata di casa)
Tant’è infatti me ne aspettavano un paio super nuove dentro un bel pacco bianco e nero di Asos arrivate settimana scorsa ma ordinate prima di Natale! Purtroppo non sono riuscita a fotografare nulla di tutto questo elenco e tantomeno il fantastico regalo dei miei genitori ma mi rifarò nel weekend, promesso (:

Nel mentre, giusto per non lasciarvi senza nemmeno un’immagine, vi riporto di seguito  uno scatto fatto mentre ero a Roma di uno dei colossi della città ristrutturato nell’ultimo anno grazie al finanziamento di Fendi che ha reso questo monumento ancora più bello e insieme a tutte le altre meraviglie di Roma invidiate da tutto il mondo ❤

Processed with VSCOcam with g3 preset

Non è incantevole?