WAITING FOR HOLIDAYS

I giorni che mi separano alle ferie passano tra shooting impegnativi, caldo infernale, weekend al mare, amiche in città, teen dramas, ventilatori puntati addosso, decisioni importanti, momenti di insofferenza verso la società, aperitivi programmati, facce ustionate, compleanni imminenti senza regali in mano, arrivederci significativi, organizzazioni future, carboidrati, e chi più ne ha più ne metta.

So che sono latitante da un pò ma spero che la mia premessa vi abbia fatto capire la mia situazione. I saldi continuano a palesarsi nei negozi e io mi lascio sempre fregare da qualche occasione -mannaggiammè- ma il momento clou è arrivato dato che da Tezenis hanno finalmente messo il 50 sui costumi e io non vedo l’ora di poterlo svaligiare sabato per prepararmi al 100% alle mie tanto agoniate ferie. Il 7 agosto sembra un miraggio ma ce la posso fare, devo resistere solo un’altra settimana mentre mi accompagno le mie giornate con una delle mie canzoni dell’estate, grazie Tommy Paradise, se non ci fossi tu!

Vi lascio con due foto che racchiudono le ultime settimane -non ho la libreria aggiornata, sappiatelo- e in cui sfoggio vittoriosa uno dei miei acquisti con i saldi mentre me la passeggio con la mia BFF in giro per una Milano piovosa.

IMG_2826

Skirt: Stradivarius

Processed with VSCO with hb2 preset

“Quando provi a farti fare delle acconciature per non patire l’afa della città”olio su tela

OH, MAY!

E’ successo di nuovo, metà mese è trascorso con un battito di ciglia e il tempo non sa più che deve fa. Passiamo da 28 a 13 gradi come se fosse tutto apposto, ma mi pare abbastanza chiaro che tutto apposto non è dato che continuo a mettere e togliere la canotta della salute perchè non so dove andare a parare.

Spero solo che la mia speranza di andare al mare questo weekend sia ancora valida -cioè se pure Malta mi tradisce io non so più a chi affidare la mia sorte- e soprattutto spero di poter sfoggiare il mio nuovo costume intero acquistato un paio di settimane fa da pull&bear con cui è stato amore a prima vista, e che vi mostro di seguito:

costume

Ovviamente non sono così ottimista da pensare che mi stia bene come alla modella, ma sono abbastanza sicura del colore che potrò raggiungere a fine estate e che si avvicinerà molto al suo.
Oltre a essere double face e quindi “praticamente co 20 euro me ne so presa due” (cosa che non mi stancherò mai di dire) è stato uno dei pochi costumi interi che ho provato da un anno a questa parte a fittare perfettamente addosso a me tanto da non lasciarmi nemmeno un barlume di indecisione sull’acquistarlo o meno.

Insomma, se non riesco a sfoggiarlo rosico. Questo è il succo della questione.

Ma dato che il clima instabile non mi aiuta nella scelta di una categoria da acquistare, questi prime due settimane sono state caratterizzate da uno shopping variopinto. Sono passata dai costumi alle felpe chiaramente passando per le scarpe (perchè quelle non mancano mai). No ora, non fraintendiamo. Sono andata all’outlet dell’adidas e mi sono trovata davanti un paio di stan smith edizione speciale scontate del 30% e premetto che erano secoli che le volevo ma mi ero sempre trattenuta. Cioè alla fine che fai, le vedi scontate, per una volta c’è il tuo numero e non te le prendi? Se me le fossi fatte sfuggire mi sarei meritata di andare in giro con un cappello d’asino come la peggiore della classe.
E dato che sono sempre stata una di quelle che si portava tutte le materie fino ad Aprile e poi tentava il recupero finale non me lo meritavo assolutamente.

yo til GIF

Detto ciò vi farò sapere se tornerò con quella gradazione di colore in più ma intanto vi lascio con le foto fatte domenica a Verona, quando sono andata a incontrare le mie amichette ❤

IMG_2188IMG_2177 (1)Processed with VSCO with hb2 presetIMG_2173

Bye bye 2015

tumblr_ngywkrL6wj1r8auiro1_500

Sembra o no ieri che si brindava al 2015?
Ogni anno che viene porta con se una ventata di novità e di cambiamenti. Non so nemmeno come abbiano fatto a passare così velocemente 365 giorni e non posso certamente ricordarli uno ad uno, ma come ogni 31 dicembre mi capita di fare un resoconto di quest’anno passato.

Ogni volta che si brinda la mezzanotte si spera sempre in qualcosa di migliore, che l’anno che verrà sarà finalmente quello buono, quello che realizza i desideri espressi, quello che ti porterà il lavoro che hai sempre voluto nella città dei tuoi sogni, quello che se sei single ti porta l’amore della tua vita, quello che ti aiuta a crederci di più, quello che “speriamo che l’anno prossimo vada meglio”.
Il punto è che purtroppo non possiamo affidare la nostra sorte a quello che verrà ma la dobbiamo decidere noi stessi. E’ tutto nelle nostre mani!
Buoni propositi o meno dobbiamo impegnarci noi per primi, poi affidarci ai prossimi 365 giorni nella speranza che prima o poi qualcuno da lassù butti un occhio verso il basso e ci faccia la cortesia di far girare la ruota come cristo comanda dato che, parliamoci chiaro, na botta de culo ogni tanto male non fa eh!

Non so se sperare che il 2016 sarà più bello, più brutto o uguale, ma so che intorno a me ho quello che voglio. Quest’anno mi ha portato una convivenza, la saggezza dei 26 anni, una gastroscopia, un’amicizia che si stava sgretolando ma che poi si è rimessa in piedi, la conferma delle amicizie di una vita, delle discussioni infinite ma delle riappacificazioni ancora più belle, il micio che ho sempre desiderato, un contratto a tempo indeterminato, un’estate pazzesca con un mare da favola, la consapevolezza di quello che valgo, la presenza costante delle persone che amo, i sorrisi regalati al mattino, un sacco di vestiti in più <3, un blog (e chi cazzo l’avrebbe mai detto :O?) e soprattutto, è terminato con una delle più belle notizie del mondo che mi ha riempito il cuore ma che vi dirò in seguito lasciandovi un pò di suspance.

Bando alle ciance vi auguro che sia un buon anno per voi e le persone che amate, ma soprattutto spero che sia un buon anno per me e per come si stanno mettendo le cose, vi dirò che tutto sommato non credo di andare incontro allo schifo più totale 🙂