Don’t look back

u n d i c i g i o r n i a l l e f e r i e.

Sigaretta del pomeriggio appena spenta, tronky ai cereali divorato in un secondo, controllo foto finito dopo sole 7 ore.
Riassunto di un mercoledi pomeriggio qualsiasi, che mi fa ben sperare perchè tra soli 7 giorni lavorativi e undici settimanali posso finalmente dire addio all’afa e alla noia di Milano e accogliere il mare a braccia aperte.
Sono reduce da un weekend romano fatto di sole, nipoti, coccole, stanchezza, risate, amiche e mal di denti e il rientro è stato abbastanza traumatico ma alla fine prima o poi bisogna sempre tornare alla base e quindi, eccoci qui.
Fortuna però che finalmente sta per arrivare il weekend che tanto aspettavo da anni e non vedo l’ora che sia sabato per fare una super full immersion a Gardaland in cui so già che piangerò mentre mi costringeranno a salire sul blu tornado e a momenti ci morirò su ma vabbè, chiudo gli occhi e mi godo quei 10 secondi di giri della morte e quant’altro.

Ma focalizziamoci su quello appena passato!
Sabato abbiamo provato un posto buonissimo dove cenare, il Gazometro 38. Nemmeno a farlo apposta ci sarò passata 100mila volte davanti senza sapere che fosse il posto di cui avevo letto e sentito parlare da mesi. Situato in via del Gazometro offre una location molto carina e intima con luci soffuse e arredamento semi vintage, un menù vario e una pizza mooolto buona. Due sole le pecche, il pianobar proprio dietro -o davanti, dipende dai punti di vista- al nostro tavolo e un pò limitate le variazioni sui piatti elencati. Per il resto lo consiglio per provare qualcosa di nuovo in zona Ostiense. Sempre attorno al gazometro invece domenica sera ho cenato al Mercat, un locale che ho frequentato varie volte per un dopocena ma nel quale non avevo mai mangiato.Il menù è ristretto e particolare ma la qualità del cibo è buona, i cocktail li avevo già provati e approvati per cui consiglio spassionatamente anche lui -soprattutto perchè l’arredamento è davvero pazzesco e sembra di entrare in un locale anni 20-.

Dopodichè le mie giornate sono passate spupazzandomi Ludovica, godendomi gli altri nipotini che quasi sicuramente non rivedrò fino a Natale e respirando l’aria del mio quartiere che pur essendo totalmente diverso rispetto a quando ero più piccola mi dà sempre l’energia giusta per svegliarmi al mattino con quel buonumore che qui riesco ad avere una volta l’anno all’incirca. Ne ho anche approfittato per fare un giro da Zara e non l’avessi mai fatto! Come al solito ogni volta che entro dentro quel negozio non posso riuscire a tenere le mani al loro posto ma ho puntato solo i pezzi più economici della nuova collezione, e cioè questi che vi sto per mostrare qui sotto:

Un abito in scuba leggero con stampa di chewing gum e maglietta annessa, inutile dire che come l’ho visto sono impazzita e ho dovuto prenderlo.

0909279084_1_1_10909279084_2_4_1

Per non parlare di queste due t-shirt qui! Ne ho già una molto simile che ho acquistato in un negozio in Ticinese bianca in tulle con delle stelle ricamate sopra e non appena ho visto questi due modelli quasi uguali non ci ho più visto! Il tutto per 9.99€ e 15.99€.

5039270505_2_2_16050270623_2_3_16050270623_2_5_1

Questi che vi mostro sotto invece sono i look che ho sfoggiato sabato sera e domenica per una colazione tra fratelli..vi avevo detto che man mano vi avrei mostrato i miei acquisti e così sto facendo, non temete! Solo che è difficilissimo star dietro con le foto a quello che compro, dovrei farmene 100 al giorno :D!

Processed with VSCO with hb2 preset

Questa la tutina di Zara che vi avevo mostrato tempo fa..comoda e bella, che vogliamo di più!?

Processed with VSCO with hb1 preset

Processed with VSCO with hb1 preset

Qui invece acquisti non proprio recentissimi come questa canotta over di Asos che risale a uno degli ultimi ordini dei saldi estivi dell’anno scorso per cui non ho potuto usarla fino ad ora e..tadà! Con un paio di jeans e un tacco è perfetta!

Il pezzo forte però è sicuramente questa borsa comprata ad Ibiza durante il soggiorno di Maggio, nonostante non sia totalmente “da me” me ne sono innamorata appena l’ho vista esposta al negozio e finalmente l’ho usata! Davanti ha un motivo ricamato con paillettes e altre passamanerie, mentre dietro è cucita con stoffe variopinte 🙂

AROUND R(H)OME PT2

Weekend inaspettati ancora nella tua città, in cui la pioggia e il freddo hanno regnato sovrani. Weekend di metà maggio che sembrano essere invece un tuffo indietro a ottobre. Weekend in cui ti chiedi mille cose senza darti una risposta. Weekend in cui sorridi per piccole cose e ti sale il nervoso per tante altre. Weekend in cui mangi a profusione fino a farti corrodere lo stomaco. Weekend in cui pensi, forse troppo. Weekend in cui realizzi che l’estate è alle porte e sei ancora troppo bianca. Weekend in cui respiri aria diversa ma quella che ti serve. Weekend che precedono tanti altri weekend fuori. Weekend in cui : cazzo, ma venerdi parto per Ibiza! Weekend che passano troppo velocemente. Weekend che vorresti ma non puoi. Weekend che trovi dei pantaloni che finalmente ti fanno un pò di culo. Weekend che “pazienza aiutame te”. Weekend che passeresti a dormire e invece no. Weekend di delusioni e certezze. Weekend di tuffi temporali all’indietro. Weekend che ritorni al laghetto dell’EUR dopo 10 anni. Weekend che vuoi tornare a Milano solo perchè dicono ci sia sole e poi arrivi e vuoi già ucciderti.

Processed with VSCO with hb1 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb1 preset

IMG_7399

Jacket : Vintage (grazie mamma)
T-shirt: Primark
Jeans: COH
Shoes: Converse Limited Edition