WELCOME FEBRUARY!

Ebbene si, Gennaio è finito e si è portato con se le belle giornate.
Febbraio è iniziato da tre giorni e :
– stamattina apro gli occhi e intravedo la notizia che Riccardo Tisci lascia Givenchy.
SORRY WHAT?
– l’allenamento di ieri mi ha ucciso la schiena e sono mezza sbilenca.
-non smette piu di fare un tempo indecente a base di pioggerellina fastidiossima, ondate di vento e veri e propri diluvi come quello di stamattina.
Inutile dire che queste condizioni climatiche non aiutano la mia sveglia mattutina e anzi, facilitano il mio sonno profondo sotto il piumone all day long soprattutto quando apri gli occhi, ti giri, e il tuo ragazzo è vicino a te che se la ronfa.
Ben mi sta per tutte le mattine che capita il contrario.

Oltre all’immensa voglia di dormire, mi trascino dietro -in maniera più che costante- quella di viaggiare. Sono abbastanza sicura che dipenda anche dal fatto che 364 giorni fa avevo i bagagli pronti per un’altra avventura a Londra e non ci posso credere che sia passato già un anno da quando ho messo piede di nuovo nella città dei miei sogni.
Una volta tanto però la fortuna è dalla mia parte e devo aspettare solo un altro mesetto all’incirca per poter finalmente cancellare dalla lista un’altra delle città che ho sempre voluto visitare, e cioè Amsterdam.
Vietato pensare che è una meta che bramo da tanto solo per i coffee shop!
Risultati immagini per giucas casella amsterdam

Anzi, più consigli avete su posti da visitare, ristoranti, bar, negozi e quant’altro più li accolgo a braccia aperte!

Ma mentre mi preparo ad affrontare questo venerdi che abbraccia un weekend pieno di ricordi e qualche spiraglio di luce che entra dalle finestre del mio ufficio, vi lascio con degli scatti di una giornata particolarmente soleggiata, un paio di weekend fa, in cui mi stavo cagando sotto dal freddo ma sfoggiavo alcuni acquisti nuovi, qualche furto e un look che è indubbiamente mio al 100%.

img_0526Processed with VSCO with hb2 presetimg_0523

Total look Zara tranne la t-shirt rubata al mio amorevole boyfriend, quando aveva l’indole metallara da Gods Of Metal 😀

“NO”

Non c’è nulla di più adatto di questo titolo per iniziare il post.
Settimana di impegni, sbatti e sciagura pura, non trovo nemmeno il tempo di respirare e tutto d’un tratto è già giovedì. Ok che voglio che gennaio finisca ma a quanto pare non mi bastano più 24 ore, ne servirebbero 36 di cui 12 solo di sonno.
Dopo un weekend passato tra stanchezza, freddo, mercato, nuovi acquisti (niente raga, finalmente ho un nuovo mac, non ci avrei mai piu sperato!), inizio della fashion week, arriva lunedì. E credetemi se vi dico che ero talmente impegnata e stanca che non ho nemmeno accusato i sintomi di tristezza e depressione che avrebbe dovuto portare questo fatidico “blue monday“. Si perchè a quanto pare agli americani piace na cifra dare i colori ai giorni quindi dopo il black friday mo è venuta fuori sta storia del lunedì blu. E che è?
Pare che il terzo lunedì di gennaio sia il giorno più triste dell’anno in cui ci si mette a riflettere sull’anno appena iniziato, si fanno due conti in tasca e si realizza che non c’abbiamo na lira e boh insomma, a parer mio nulla di diverso da un qualsiasi lunedì.
Sarà che l’unico sentimento che riesco ad accusare da una settimana a questa parte è solo la stanchezza il letto è la cosa che più desidero al mondo, ma a me sto blue monday m’è passato con uno schiocco di dita.

Comunque, tornando al presente, ci tenevo fin troppo a mostrarvi un pò dei nuovi acquisti fatti durante i saldi che come avevo gia accennato mi hanno dato grandi soddisfazioni.
E proprio ricollegandomi a questo saggio titolo sono fiera di farvi vedere finalmente la borsa che tanto bramavo ma che non riuscivo a trovare nel mio amato Zara. Poi di punto in bianco eccola lì, scontata fino a 12 euro. Botta di culo? Ogni tanto dai!

Processed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 presetimg_0397

Skirt: Stradivarius
Shirt: Zara
Cardigan: H&M
Accessories: H&M
Bag: Zara

DISCOVERING ITALY: ROME

– 11 giorni alla Vigilia.

Storie di martedì che portano con se giorni meravigliosi, ponti incredibili che dovrebbero essere legalizzati almeno una volta al mese, mille treni, mille baci, mille risate, mille giornate soleggiate, alberi di Natale, Famiglia con la F maiuscola e in grassetto, odore di casa, passeggiate alla scoperta di posti mai visti nella città in cui sei nata, amiche, cibo, temperature invidiabili per essere Dicembre, anniversari importanti e occhi a cuore per la spensieratezza che contraddistingue ogni vacanza che si spetti.

Quando giri incantata per le strade obbligatoriamente con gli occhiali da sole perchè altrimenti rischi che i raggi ti accechino, quando tutto quello che guardi ti sembra bellissimo, quando fai la turista nella tua stessa città, quando sai di non doverti preoccupare di niente perchè tanto hai tutto lì con te, quando nonostante la stanchezza e il raffreddore e lo stomaco che fa male al punto di mangiarti vivo ti svegli con il sorriso.
Questa è la magia che solo la città che ti ha dato i natali può fare, e se poi come nel mio caso è l’unica e sola Capitale non si può far altro che tacere, non aggiungere nient’altro e ammirare la sua maestosità.

img_9983img_9975img_9968Processed with VSCO with hb2 presetimg_9974img_9969Processed with VSCO with hb2 preset

WELCOME DECEMBER!

-18 giorni alla Vigilia.

Lo so sono arrivata tardi per dare il benvenuto all’ultimo mese dell’anno.
Siamo già al 6, un giorno che precede un mega ponte -grazie Milano, apprezzo sempre molto S.Ambrogio-  e un battesimo che mi vedrà nelle vesti di madrina di una nipotona che quando le rode il culo te dico fermate (tutta la zia <3).
Un martedì che sembra più che altro essere un venerdì, impegni che si susseguono e preparativi come e non ci fosse un domani, manco me dovessi sposà.
Dicembre è iniziato e senza manco accorgercene finirà in un quarto d’ora e non so se sono psicologicamente pronta ad affrontare un nuovo anno con tutte le conseguenze del caso.
Intanto però, penso a godermi tutto quello che lo precede e l’emozione che regala il Natale. Penso che finalmente i miei capelli domani torneranno ad avere un senso, che respirare l’aria della mia città mi farà solo che bene e che tutto quello che mi circonda in fondo non fa cagare. Si, strano ma vero mi sono svegliata positiva, ma è solo mezzogiorno per cui tutto potrebbe cambiare da un momento all’altro, compreso lo stomaco che mi sta tirando fitte lancinanti.

Ora però, bando alle ciance, devo necessariamente mostrarvi il mio miglior acquisto del Black Friday.
Mi sono innamorata di loro durante il mio weekend tedesco a Berlino, le ho bramate e cercate per un mese intero confidando di trovare qualche sconto per potermele permettere e alla fine eccolo qui, un ottimo 40%, somma di un 20 selezionato da Zalando e un 20 aggiuntivo da Black Friday. Sono fiera di tutti gli acquisti fatti quel giorno lì, ma vogliamo veramente paragonare due magliette a questo paio di Dr Martens a 96€?
Ai posteri l’ardua sentenza.

Processed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 preset

ON WEDNESDAY WE WEAR PINK

-24 giorni alla Vigilia

Ci siamo, è’ mercoledi. Il giorno della settimana che mi crea più contrasti emotivi, il giorno che scollina, il giorno che più ti fa sentire vicino al weekend, il giorno “citazione” di uno dei film must della mia adolescenza che è entrato nella storia e in particolare oggi, è il giorno che conclude uno dei peggior mesi ever and so, bye bye Novembre!
Sono pronta a dare il benvenuto a Dicembre anche se qui a Milano, nonostante due giorni di sole meraviglioso, il clima ci ha già pensato a spalancare le porte al mese natalizio. Non so in base a quale teoria ma in questa città ogni volta che arriva il sole porta con se un freddo polare, resoconto del vivere qui? Mai na gioia.

Mentre aspetto in maniera abbastanza frenetica questo venerdi mi preparo psicologicamente alla serata che mi aspetta, in compagnia di una valigia da preparare e di un gatto fin troppo miagolante. Non so voi ma io quando devo fare una valigia per periodi intermedi come una settimana/dieci giorni entro in crisi totale. Quando inizio a prepararla alla fine mi rendo conto che o porto troppo poco o porto troppo. La cosa che di solito mi aiuta e facilita tutto lo sbatti è preparare già dei look abbinati a un singolo capo..esempio più classico: il jeans, che dove lo metti e metti sta bene. Quindi, per ottimizzare lo spazio nell’armadio ambulante e non impazzire di fronte a quello reale a 6 ante prima di uscire, inizio a pensare a cosa abbinarlo. Di solito mi capita di preparare un outfit abbastanza easy con cui uscire il giorno e scegliere qualcosa di più particolare come accostamento per la sera. Ma il vero problema rimane sempre e solo uno, e diciamocelo, non solo in preparazione della valigia. Le scarpe. Quante e quali porto? Se già si è indecisi quando le si ha tutte a disposizione, figuriamoci quando si tratta di sceglierle! Sneakers, tacchi medi, tacchi alti, anfibi..la verità è che, almeno personalmente, ne ho troppe e finisco per usare quasi sempre le stesse ma se mi scatta il pallino di voler mettere quelle nascoste ben bene dietro ad altre 100 scatole nella cabina armadio voglio poterlo fare!
So di essere un caso disperato ma com’è che si dice? Mal comune mezzo gaudio no? So di essere capita da almeno tutte le lettrici 🙂

Lasciando la disperazione che prevedo di patire stasera però, torniamo ad ora. Come accennavo all’inizio e come ormai avrete capito da un pò di post a questa parte, sono diventata una mammoletta amante del rosa. Io, che ero la regina del nero.
Quindi perchè non unire degli scatti top fatti ieri alla frase che ha reso celebre agli schermi  Amanda Seyfried?

953a7938953a7942953a7943953a7951953a7953

 

FRIYAY – LAST OF APRIL

Sembra di esser tornati a Ottobre con queste giornate ventose, cupe e soprattutto gelide e la primavera sembra un lontano ricordo -io sono fiduciosa del suo ritorno asap- e invece siamo già all’ultimo venerdi di aprile e il countdown sulla lavagna dell’ufficio alle mie spalle tra non molto riporterà “-1 to june“. Si avvicinano weekend e settimane intense, sta per tornare un carico di lavoro come se non ci fosse un domani e sopratutto manca sempre meno alla data del fatidico si a cui farò da testimone.
Per fortuna il mio umore in queste giornate è a picco e nonostante il sonno che mi perseguita tutto il giorno sembra procedere tutto per il verso giusto, il weekend prossimo finalmente torno a casa e non vedo l’ora di rivedere le mie besties e respirare aria di Roma.
Ma senza andare troppo oltre con i pensieri, cerco di focalizzarmi su questo weekend e i mille sbatti che comporta tra cui il cambio di stagione che onestamente sono anche un pò restia a fare dal momento che il clima è più lunatico di una donna mestruata ma che prima o poi devo affrontare per sbarazzarmi di tutti quei maglioni pesantoni.
Nonostante questo però una cosa positiva c’è! Domani finalmente andrò al nuovo centro commerciale di Arese per vedere la meraviglia e la grandezza di questo posto di cui tutti parlano e ovviamente non potrò uscirne a mani vuote, anzi! Con la mente sono già dentro Primark, che sperò mi riserverà le stesse soddisfazioni che mi ha dato mesi fa a Londra quando l’ho prontamente svaligiato 😀 Ovviamente lunedì vi farò una recensione ad hoc e vi mostrerò i miei fantastici acquisti!

Nel frattempo però accontentatevi di queste foto scattate ieri con la giacca di una mia collega di cui mi sono innamorata all’istante il primo giorno in cui gliel’ho vista e non ho potuto fare a meno di rubargliela per mostrarvela! Soprattutto è stato un buon momento per me e Diana per fare una pausa dalla giornata intensa di ieri in ufficio alle prese con gli scatti super impegnativi di New Balance che ci hanno praticamente devastato anima e mente.

Preparatevi perchè, evento unico e raro, nell’ultima foto accenno addirittura un sorriso!

IMG_3064IMG_3056IMG_3062

Camicia: Levi’s vintage (ovviamente rubata al mio ammore :D)

Lights and Sounds

Accompagnandomi con una delle hit che hanno segnato i miei 18 anni e la mia piena fase adolescenzale semi-emo come gran parte dei teenager del 2007 all’insegna di My Chemical Romance e 30 Second To Mars, oggi ho scelto proprio Jared per allietare la mattinata di questo soleggiato e ventilato giovedi.
Siamo in prossimità del weekend lungo segnato da un’altra gita fuori porta che per fortuna non tarda a mancare e nonostante queste continue fitte tra collo e spalla mi stanno per mandare al manicomio, tutto sommato siamo già arrivati a 10 giorni dalla fine di Aprile e il tempo sta passando velocissimo.
Ormai l’avrete capito che sono metereopatica e che quando c’è il sole potrebbero anche ficcarmi un coltello nella mano che tanto io continuerei a sorridere al mondo, ragion per cui le mie giornate sono all’insegna della spensieratezza e della voglia di fare, creare, programmare. Sono in quel momento del mese eppure mi sembra tutto molto bello, non riesco a veder buio e questo si riflette automaticamente anche sul mio guardaroba e la scelta giornaliera dell’outfit da indossare. Nonostante io sia una patita del nero (ma va?) faccio davvero fatica a sceglierlo come colore di base in questi giorni tranne che per accessori, scarpe e ovviamente l’immancabile chiodo che non mi scollo mai di dosso quando arriva la primavera. Sono in quella fase shopping di mezza stagione in cui comprerei di tutto ma senza effettivamente capire cosa ho già e cosa invece no dato che il mio guardaroba è completamente spaccato in due tra Roma e qui ma per fortuna tra due settimane scendo e potrò finalmente fare anche io il cambio dell’armadio, abbandonare tutta quella lana per accogliere invece a braccia aperte vestiti, t-shirt e quant’altro!
Dato che appunto un tocco di colore non guasta e non manca mai, guardate quanto sono belle queste foto scattate l’altro giorno mentre facevo da cavia per delle prove di shooting (ovviamente ne ho approfittato!) fatte nel pieno del caldo milanese intorno alle 4 di pomeriggio mentre il sole ci cadeva a picco in testa!

io

Processed with VSCO with g3 preset

Processed with VSCO with f1 preset

io2

Che ne dite? Io trovo che questi crop siano favolosi e il giallo della gonna ancor di più!
Su instagram ha riscosso parecchio successo la mia foto salterina ma se ancora non avete messo like correte sul mio IG per farlo! Mi trovate sotto @fraisastar.

Food clothes and sun

E per l’ennesimo lunedì di fila non sono riuscita ad alzarmi dal letto in orario e sono arrivata in ritardo in ufficio, quindi rassicuratemi col dirmi che non sono l’unica ad avere questo genere di problemi con la sveglia ma che è un problema che accomuna tutti specialmente nel giorno che segue il weekend (peccato che a me capita ogni giorno però).

E a proposito di weekend, come è andato il vostro?
Devo dire che il mio è stato uno dei migliori delle ultime settimane e soprattutto il tempo ha contribuito dando il meglio di sè con un sole e un caldo fuori da ogni temperatura a cui siamo abituati a Milano soprattutto a Febbraio. Ieri ad esempio sembrava di aver fatto un salto temporale in avanti di almeno un mese e di vivere la primavera inoltrata, non vi dico con che umore a mille e voglia d’estate mi sono svegliata ❤
So di avervi accennato che avrei provato un ristorante danese sabato sera, ma dopo aver chiesto consiglio ed essere stata insultata per il posto che avevo scelto ho cambiato totalmente genere scegliendo uno degli ultimi locali adocchiati in una puntata di “Quattro Ristoranti“, il programma condotto da Alessandro Borghese che trasmettono su Sky in cui si sceglie un tema della serata e per l’appunto 4 ristoranti si sfidano per contendersi il premio di vincitore. Nonostante non fosse stata sua la nomina, ho deciso comunque di provarlo dato che mi aveva colpito per vari aspetti e quindi questo sabato è stato il turno di “Capra e Cavoli”. Per chi si trova a Milano, è situato in zona Isola ma un pò nascosto rispetto agli altri locali che stanno spuntando come funghi nel nuovo quartiere di Garibaldi. Devo dire la verità, oltre a conoscere già parzialmente il menù avendolo visto in tv, l’ho sfogliato per bene venerdì per arrivare preparata sulle portate che avrei ordinato (si lo so lo faccio spesso ma almeno so già quanto spazio devo tenermi nel pancino durante il giorno :D) ed ero rimasta estasiata nel vedere quanta cura dedicano nella ricerca degli ingredienti ma soprattutto nell’impiattamento di questi stessi. Una delle cose che colpisce di più del ristorante è, innanzitutto, il locale stesso. (La foto è presa dal sito) Senza titolo-1Pieno di verde e arredato come una veranda di una qualsiasi località marittima, non offre molti coperti e ha quel giusto equilibrio tra silenzio e rumore che permette di parlarsi a toni medi senza il bisogno nè di urlare nè di bisbigliare (cosa che non posso sopportare).
Purtroppo ho fatto le foto solo ai primi piatti, non sono andata avanti un pò perchè scoraggiata dalla pessima luce che c’era all’interno del locale che non faceva risaltare al meglio le portate, un pò perchè era tutto troppo invitante e buono che non potevo perdere tempo a fotografare :D! I piatti comunque sono tornati in cucina praticamente puliti, dai primi ai dolci.

So che non sono il massimo, ma se questi scatti non riescono a convincervi a provarlo oppure al contrario vi incuriosiscono a tal punto da chiedervi cosa sono, vi invito ad andare sul sito www.capraecavolimilano.it e sfogliare il menù per vedere cosa offre e soprattutto per farvi venire l’acquolina in bocca.

Ma sorvoliamo per un attimo il discorso cibo (anche se con me è altamente impossibile) e passiamo alla fantastica sorpresa che ho avuto nell’andare ieri all’East Market, un mercatino che fanno una volta al mese in zona Lambrate dentro un enorme capannone che mischia vintage e contemporaneo il tutto contornato da mille banchetti di street food posizionati all’esterno. Non ero mai riuscita a organizzarmi per andare ma ieri me l’ero imposta a tutti i costi e quindi alla fine ce l’abbiamo fatta.
Sono un’amante di bancarelle di ogni tipo ormai dovreste averlo capito, ma senza ombra di dubbio questo è stato uno dei migliori in cui sono andata ultimamente. Affollato al punto giusto, una giusta organizzazione e soprattutto un’ottima varietà di prodotti al suo interno. Inutile dirvi che ho comprato qualcosa, ma come potevo lasciargli lì due paia di pantaloncini vintage a soli 10 euro l’uno, una stampa di vogue a soli 3 e un paio di occhiali da sole spaziali a 20 euro?
Una giornata bellissima, un sole pazzesco e delle occasioni irripetibili il tutto guarnito da un cono di olive ascolane e arrosticini da sgranocchiare camminando.

Processed with VSCOcam with c1 preset

Processed with VSCOcam with c1 preset

Processed with VSCOcam with c1 preset

Per la giornata ho scelto un look soprattutto comodo qualora avessi dovuto provare qualcosa (e meno male!) in cui ho abbinato perfettamente una t-shirt che è stato uno dei miei acquisti con i saldi da Zara (che amo da moriiiire).
C’è sia la versione con che senza pellicciotto che è uno dei regali ricevuti nel lontano Natale 2014 dal mio boy e che ogni volta non vedo l’ora di mettere ma faccio una fatica mondiale in questa città dal clima ballerino.

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

Direi che mi sono dilungata abbastanza per oggi quindi vi saluto e torno a lavoro ma rimanete sintonizzati perchè grandi cose arriveranno nei prossimi giorni 🙂
E dato che siamo a lunedi ed è molto difficile per tutti…buon inizio di settimana!!

Gold is the new black

Finalmente è tornato a splendere il sole alto in cielo e fortunatamente anche dentro di me.
Sono finalmente riuscita a lasciarmi alle spalle le spiacevolezze che mi stavo portando avanti da un pò e con mia grande sorpresa mi sono accorta che negli ultimi anni ho avuto una crescita degna di nota e mi sono trasformata in una donna con la D maiuscola accantonando il mio fare da pischella orgogliosa e cagacazzi che mi ha sempre reso odiosa sia ai miei occhi sia a quelli delle persone che si devono rapportare con me. E’ pur vero che sono in quella fase del mese e quindi ho dei momenti di sclero totale ma il succo della questione è che sono davvero contenta di quello che sono ora, e un grazie speciale va a tutti quelli che hanno contribuito a questo cambiamento ma detto questo, non vi svelerò di più.

Parliamo invece del fatto che oggi sia giovedì, la settimana lavorativa è agli sgoccioli e così anche Febbraio, che si avvicina il mio compleanno (quest’anno sono 27 ci rendiamo conto? manca più di un mese e sono già sciagurata), Pasqua e altre mille cose di cui esser contenti. E’ proprio vero che se affronti le cose in maniera positiva poi tutto sembra più bello, persino affacciarsi alla realtà dei fatti e realizzare che non ho un giorno di ferie manco a pagarlo, che anche se ieri mi hanno annunciato la notizia di un aumento in realtà i soldi in più non sono poi così tanti e che il Fittea non sta facendo l’effetto desiderato e sono gonfia come una mongolfiera (e continuo a dare la colpa a quella fase del mese quando forse in fondo il problema di base e vero è la quantità di carboidrati e patatine ingeriti).
Non vedo l’ora di andare al mare e respirare la salsedine, ma prima di arrivare al fatidico giugno (4 mesi, solo 4) c’è il fantastico ponte del 25 aprile in cui alla fine è stata presa la decisione seguita da prenotazione per un fantastico weekend alla scoperta di Siena (: Ebbene si, tra un’indecisione e un’altra alla fine ha vinto lei. L’ultima volta che sono andata avrò avuto 12 anni quindi mi ricordo bene poco e sono sincera, non vedo l’ora di tornarci!

Maa…veniamo ad oggi! Con queste belle temperature fuori mi è venuta voglia di sfoggiare alcuni dei miei nuovi acquisti e altri che erano stati abbandonati nel dimenticatoio -mannaggiammè e a quante scarpe ho-.
Ecco quindi di seguito alcuni scatti fatti prima, sempre vicino al mio ufficio (che abbiamo notato essere circondato da grandi location per shooting streetstyle) in cui potrete ammirare :
Lo zainetto di LoveMoschino , regalo di Natale dei miei che già vi avevo mostrato un mesetto fa
– Il mio nuovo e stupendo acquisto fatto a Londra (che avrete notato se avete sfogliato la gallery di foto che avevo postato) che desideravo da secoli e super di tendenza..il maxi-coat beige! Inutile dirvi quanto l’ho cercato e quanto mi stavo arrendendo al fatto di non trovarlo e posticipare questa ricerca infinita all’inverno prossimo ma il tutto senza prendere in considerazione il soggiorno britannico che ovviamente ha portato i suoi ottimi risultati e il tutto alla modica cifra di sole 30£.
– Uno dei vecchi regali di natale del mio boy, tanto volute (stranamente) e poco indossate (ancora più strano!). Posso giustificarmi solo dicendo che creano delle vesciche che non avete idea, ed è questo che mi frena dall’indossarle più frequentemente..ma ammiratele in tutto il suo splendore, le mie doc Martens Gold (che si intonano perfettamente agli accessori indossati oggi e soprattutto alla banda oro dello zaino)
– Infine, ma solo in ordine di arrivo nel mio armadio, la Cross T-shirt brandizzata Pikettindie. Uno dei miei ultimi ordini effettuati online (onestamente ho aspettato che gli sconti arrivassero più alti che mai e direi che non potevo aspirare a nulla di più del 60%) e arrivato in casa martedi. Chiaramente non ho preso solo lei, quindi con calma vi mostrerò anche la sorella che ho acquistato insieme 🙂
IMG_9195IMG_9184IMG_9182IMG_9163

Io sono moooolto soddisfatta del mio look di oggi e soprattutto di queste fantastiche foto (grande Diana!) ma la vera domanda è, perchè guardo sempre per terra? Sarò mica convinta di trovare soldi?

DISCOVERING ITALY : BERGAMO

Finalmente siamo arrivati all’ultima settimana di Gennaio! Grazie Dio grazie per aver fatto si che questo sia accaduto nel modo più veloce possibile senza troppe sofferenze e con giornate surgelate ma splendide. Nonostante io questa mattina non ce la possa proprio fare -ed è stato facilissimo intuirlo sin dal suono della prima sveglia- sono sopraffatta dal buon umore..sarà perchè si avvicina il weekend che tanto aspetto da 5 mesi a questa parte? sarà perchè ieri ho passato una giornata incantevole? sarà perchè non trovo un solo motivo per non farmi avere le palle roteanti? Boh, fatto sta che meglio godersi questi attimi perchè chi mi conosce lo sa (e lo so anche io) che se sono in mood no, sono particolarmente insopportabile!

Comunque, visto che lo scorso fine settimana ho scioperato per volontà personale di relax ma ho ammesso subito dopo che mi è mancato andare in giro per negozi,direi che sabato ho recuperato. In realtà me la sono cavata solo con Zara dato che dovevo ancora cambiare una parte di un regalo di Natale e ne ho approfittato per scovare anche qualcosina che era rimasto nel dimenticatoio le altre volte. So che devo ancora mostrarvi gli acquisti “vecchi” e man mano si aggiungono pezzi nuovi..prometto che lo farò!

Ma veniamo al vero argomento del post, che si ricollega ovviamente al titolo assegnato.
Come già accennato, avevo espresso la volontà di fare una gita fuori porta questa domenica e indovinate un pò? Sono stata accontentata ❤
Destinazione : Bergamo.
Ora, non chiedetemi perchè io stia così in fissa con questa città e soprattutto con la sua parte alta, ma sin dalla prima volta in cui sono andata è stato amore a prima vista. Adoro il fatto che si possa raggiungere con la funicolare, che sia circondata dalle mura dalle quali si vede un paesaggio infinito, adoro le sue viette strette e piene di negozietti, le sue piazze e l’atmosfera che si respira che lascia trapelare quel non so chè tra medievale e montanaro e poi c’è da aggiungere che ne sono innamorata anche perchè è una delle nostre tappe.
Abbiamo mangiato “Da Mimì“, un ristorante stile bistrot (con vendita gastronomica all’interno) che non solo mi aveva convinta prima di entrare (vi capita mai di adocchiare un posto e capire che è quello giusto per un pranzetto veloce ma gustoso?) ma mi ha dato la conferma dopo aver letto il menù. Location carina intima e silenziosa, prezzi onesti, personale cortese e attento..unica pecca la lentezza del servizio -misà che sto guardando troppe volte 4 ristoranti, ormai parlo come Alessandro Borghese- ma ve lo consiglio spassionatamente. Qui il mio pranzo, un’insalata mista con carote, misticanza, semi, crostini alla curcuma e il mio amato melograno..potevo lasciarmela sfuggire?

IMG_5987

Dopodichè ci siamo dedicati a un pò di scatti, per l’appunto in mezzo al verde vicino alle mura, con cui vi lascio dato che il lavoro mi chiama!
(Per la cronaca…faceva un freddo mortale!)

IMG_5981IMG_5983IMG_5980

Processed with VSCOcam with g3 preset