ALTERNATIVE S.PATRICK DAY

Un altro weekend che precede il mio compleanno è appena passato, tra undici giorni devo accogliere l’ultimo anno col 2 davanti e sento i 30 incombere sulla mia gioventù.

cry crying GIF by Team Coco

Fortuna che mi sento ancora young wild e free dentro e ve dirò, pure fuori.
Mentre penso a quello che mi spetta, piuttosto che iniziare delle nuove serie -che poi ne ho tipo mille suggerite da altrettante persone- ho deciso che è il momento giusto per riviviere la mia fiorente adolescenza e così ho iniziato a vedere per l’ennesima volta SKINS. Sotto occhi diversi rispetto a quando ero una pischelletta ma pur sempre una delle mie preferite ❤

E come se non bastasse questo throwback to 2007, il weekend appena trascorso mi ha tuffato in un mare di ricordi. Siamo partiti sabato mattina per una giornata all’insegna del cibo, di una gita fuori porta, e Bologna ci ha accolto -di nuovo- ma stavolta per un motivo diverso. Ebbene si, per quanto le tagliatelle del pranzo fossero divine e nonostante io mi ricordassi esattamente dove fosse allocato il negozio in cui due anni fa ho comprato mezzo kilo di tortellini -ovviamente comprati di nuovo- il reale motivo di questa scarpinata è stato solo uno, il concerto dei 30 seconds to mars.
Bella Bologna, sempre bella. Bello girarla di nuovo, bello diventare mezza ceca per cercare di vedere le 3 frecce della leggenda (che poi se ne vedono solo due ma vabbè), bello non riuscire a capire se la seconda torre è davvero storta o no, bello cercare l’angolazione giusta per vedere se Nettuno poteva veramente essere dotato o meno.
Bello tutto, ma non come Jared Leto.

Un anno fa ero entusiasta di esser stata al Jameson Village, che hanno riproposto anche quest’anno e a cui ero stata gentilmente invitata di nuovo, ma ora la mia testa ripensa solamente allo spettacolo di ieri sera. Vero, non così entusiasmante come me lo aspettavo, ma sufficientemente convincente per farmi comprare il nuovo biglietto per Settembre. Jared, stavolta io mi butto sul palco con te e non me ne vado finchè non sarà gravida di nostro figlio.Schermata 2018-03-18 alle 20.39.06

E ora che vi ho avvertiti, vi lascio con un paio di foto scattate in giro per la città, riassunto di una giornata veramente piacevole in compagnia della mia roomy, del mio lui e nuove amiche!
IMG_1516IMG_15185e714f8c-55f6-4049-ba93-8a0885da3b7c

Jacket: Asos
Bag: Stradivarius
Trousers: Bershka (finalmente un paio di panta a scacchi come si deve!)

DISCOVERING ITALY : BOLOGNA

Chi meglio di Cesare Cremonini può farmi da colonna sonora in questo primo giorno di primavera e nonostante sia Lunedi e il mio unico desiderio è quello di spiaggiarmi a letto visto che è quel momento del mese e i miei reni stanno ballando una danza caraibica senza fine, tutto sommato potrebbe andar peggio, piovere, far freddo e invece no! La primavera si palesa con tutti i suoi lati positivi: gli alberi in fiore, un sole bellissimo alto nel cielo, le giornate più lunghe e dei colori meravigliosi.

Non è un caso che io abbia scelto di accompagnarmi con Cesare, in primis perchè ogni volta che esce una sua hit in un attimo con la mente fai viaggi lunghi un sogno ed è niente immaginarsi su un materassino che galleggia in mare (aspetto impaziente quella di quest’anno, dopo “logico” che l’anno scorso mi ha riempito le giornate e mi invitava a comprare continuamente cornetti algida e a prendere 30 kg in un giorno) e soprattutto perchè come canticchiava nella canzone che l’ha reso celebre al pubblico mentre se la scoattava con quei capelli rossi improbabili sulla “50 special”, quant’è bello andare in giro per i colli bolognesi.
Ora, io i colli non li ho visti se non qualcosa in treno, ma Bologna si, e pure bene finalmente dato che l’ultima volta che ci sono stata era una delle peggiori giornate di ottobre, uggiosa buia e fredda che il mondo abbia mai concepito. Stavolta invece, grazie alla primavera che ha anticipato di gran lunga il suo equinozio e ci ha regalato una giornata incantevole sabato, sono riuscita ad ammirarla in tutta la sua bellezza. Conosciuta principalmente per essere “la città dei portici”, per le due torri altissime che spiccano da ogni angolazione e per il colore rosso, ho avuto davvero una piacevole sorpresa mentre passeggiavo tra le strade, le piazze e i vicoletti. Sapevo che avrei dovuto darle un’altra possibilità e che non era possibile non mi fosse piaciuta la prima volta! Come sempre la colpa è del tempo, ma non è mai troppo tardi per rifarsi per cui, grazie a italo e le sue offerte e grazie a te che mi assecondi in ogni mia volontà di fuga nel weekend, posso spuntare dalla mia lista delle città da visitare anche la capitale emiliano-romagnola.

Tra non molto si ritorna anche in un’altra città che però non posso dire per non svelare segreti, soprattutto per qualcuno che mi legge..
Ma rimanendo a questo weekend passato, vi riporto di seguito qualche scatto fatto sabato appunto, di cui sono mooolto soddisfatta!

Processed with VSCOcam with g3 preset

IMG_6581IMG_6613

Processed with VSCOcam with g3 preset

Processed with VSCOcam with c1 preset

Processed with VSCOcam with g3 preset

Processed with VSCOcam with c1 preset

Processed with VSCOcam with c1 preset

Processed with VSCOcam with c1 preset

Magnifica questa finestrella in via Piella, una traversa del corso principale che attraversa tutta la città, in cui si scorge il canale delle moline.  Proprio questo scorcio viene chiamato “la piccola Venezia”..e come dargli torto? Ricorda in tutto e per tutto la città lagunare!
La via di per se è insignificante, ma per questa visione vale in assoluto la pena di andarci! Attenti però, bisogna stare attenti a scorgerla perchè è davvero minuscola!IMG_6611Questo invece il look che ho scelto per la mia gita fuori porta. Purtroppo non si vede bene la parte superiore ma, who cares when the masterpiece è il pezzo sotto? Appena li ho visti dalla loro pagina instagram non ho potuto fare a meno di desiderarli come se non ci fosse un domani e in men che non si dica sono stati miei. Sono uno dei pezzi forti della stagione e il brand è Citizens Of Humanity , per cui per la cronaca ho anche lavorato 😀
Croppati al punto giusto, mille sfumature di blu, perfetti con delle sneakers come quelle che ho abbinato e che avrete già visto in qualche altro post -o almeno credo- modello stan smith ma brandizzate Asos.
Sfido tutti a pensare che compirò 27 anni fra 9 giorni, sembro o no una teen-ager nel fiore dell’età?