FRIDAY 17th

La chiamano Eptacaidecafobia , ed è la paura del numero 17, specialmente abbinato al venerdì. Inutile negarlo, il mondo è pieno di persone superstiziose ma l’ Italia è uno dei paesi più sul pezzo a riguardo quindi lancio una sfida a tutti: quante volte avete detto o vi siete sentiti dire una di queste frasi?
“Oddio mi ha appena attraversato la strada un gatto nero, passa tu prima di me”
“Non poggiare il cappello sul letto!”
“Sei pazza a camminare sotto le scale? Vuoi morire adesso?”
“E’ caduto il sale sul tavolo, lancialo subito alle tue spalle!”
“Attenzione allo specchio che se si rompe sono 7 anni di iella eh”

E la cosa bella è che potrei andare avanti per ore, giorni, mesi, a elencare tutte le credenze che contraddistinguono il Bel Paese ma quella della sciagura cosmica associata al 17 è davvero universale..facile da capire poi se pensiamo a tutti i film horror che l’America ha deciso di ambientare proprio in questo giorno.
Ma perchè ce l’hanno tutti con sto 17, poraccio? Sembra che sia capitato nella stessa barca sfortunata del povero San Valentino (non so se vi ricordate il mio post a riguardo) quindi, dato che siamo riusciti a salvarne uno non vedo perchè non provarci anche con lui!

Sembra che già nella Grecia antica alcuni psicopatici seguaci di Pitagora abbiano iniziato a disprezzarlo dal momento in cui s’era beccato sta sciagura di essere tra il 16 e il 18, considerati perfetti nella loro rappresentazione di quadrilateri 4×4 e 3×6. (Valli a capire i matematici..)
Per non parlare poi del fatto che la Bibbia abbia creato un connubio perfetto di iella dato che nell’Antico Testamento è scritto che il diluvio universale cominciò il 17 del secondo mese e che di venerdì sarebbe morto Gesù.
Non andando invece troppo lontano, nella smorfia napoletana il 17 è sinonimo di “disgrazia” e tra i proverbi che le nonne recitavano a mò di rosario c’era il famigerato”nè di Venere nè di Marte, non si sposa nè si parte”?

È così giunta fino ai nostri giorni la credenza superstiziosa per cui il numero 17 sia un simbolo di sventura soprattutto per coloro che ci credono davvero..ed è pur vero poi che ogni tanto anche il 13 si becca un pò di maledizioni essendo lui stesso un altro povero condannato. (Non avete mai fatto caso che in molti alberghi, aerei, ristoranti, non appaiono mai tali numeri tra i posti a sedere, le camere o i segnatavoli?)

IMG_1068
Ma vogliamo davvero farci influenzare dalle superstizioni, andare in giro con il cornetto scacciaguai e non approfittare della magnifica giornata di sole di questo venerdi 17 marzo per mangiare una brioche con gelato in una delle gelaterie siciliane più buone a Milano che ti fanno rivivere in un attimo un pò di estate e pensando gia al weekend temendo che qualche malaugurio si abbatta su di noi mentre sei li a ingurgitare calorie e grassi saturi like no tomorrow?

WELCOME DECEMBER!

-18 giorni alla Vigilia.

Lo so sono arrivata tardi per dare il benvenuto all’ultimo mese dell’anno.
Siamo già al 6, un giorno che precede un mega ponte -grazie Milano, apprezzo sempre molto S.Ambrogio-  e un battesimo che mi vedrà nelle vesti di madrina di una nipotona che quando le rode il culo te dico fermate (tutta la zia <3).
Un martedì che sembra più che altro essere un venerdì, impegni che si susseguono e preparativi come e non ci fosse un domani, manco me dovessi sposà.
Dicembre è iniziato e senza manco accorgercene finirà in un quarto d’ora e non so se sono psicologicamente pronta ad affrontare un nuovo anno con tutte le conseguenze del caso.
Intanto però, penso a godermi tutto quello che lo precede e l’emozione che regala il Natale. Penso che finalmente i miei capelli domani torneranno ad avere un senso, che respirare l’aria della mia città mi farà solo che bene e che tutto quello che mi circonda in fondo non fa cagare. Si, strano ma vero mi sono svegliata positiva, ma è solo mezzogiorno per cui tutto potrebbe cambiare da un momento all’altro, compreso lo stomaco che mi sta tirando fitte lancinanti.

Ora però, bando alle ciance, devo necessariamente mostrarvi il mio miglior acquisto del Black Friday.
Mi sono innamorata di loro durante il mio weekend tedesco a Berlino, le ho bramate e cercate per un mese intero confidando di trovare qualche sconto per potermele permettere e alla fine eccolo qui, un ottimo 40%, somma di un 20 selezionato da Zalando e un 20 aggiuntivo da Black Friday. Sono fiera di tutti gli acquisti fatti quel giorno lì, ma vogliamo veramente paragonare due magliette a questo paio di Dr Martens a 96€?
Ai posteri l’ardua sentenza.

Processed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 preset

Back to Black

Purtroppo -o per fortuna- siamo giunti all’ennesimo lunedì del mese in cui il risveglio è traumatico dopo un weekend passato a non fare assolutamente nulla se non oziare a casa e spaccarsi di Sky, ora che finalmente anche io ce l’ho.
L’unico punto a favore, e giusto perchè ne voglio davvero trovare uno, è che si sta avvicinando il Natale e le mie mille partenze per tornare a casina. Manca meno di un mese, le vie e le vetrine stanno iniziando a riempirsi di luci e probabilmente dovrei anche iniziare a pensare ai regali da fare ma finchè non scatta Dicembre rimane solo un’ipotesi.

Intanto Novembre continua a passare tra compleanni, giornate uggiose, freddo, gambe che non smettono di prudere e rimedi per risolvere lontani anni luce, svendite -e grandi affari- ,voglia di non fare niente, organizzazioni infinite delle settimane e mesi a venire e countdown. La voglia di partire e visitare/scoprire posti nuovi si è oramai insediata dentro di me e non si sposta nemmeno se la tirano su con la gru..non vedo l’ora arrivino quei mesi che sembrano così lontani ma allo stesso tempo già lo so che quelli che distano passeranno velocissimi, o almeno lo spero.
Mese di collaborazioni dato che dopo Kenzo/H&M, sabato ha esordito Jean Paul Gaultier for OVS e mi dispiace deludervi ma per questa non ero molto entusiasta, soprattutto dopo aver visto i prezzi. Mese di finale della serie rivelazione dell’anno e ovviamente parliamo di Jude Law nei panni di Pio XIII in “The Young Pope”. Mese del Black Friday -prossimo venerdì- e quindi, come dice il nome stesso, mese del BLACK.
Anche se negli ultimi post mi avete vista cambiare colori come se non ci fosse un domani passando dal rosa, meravigliosa new entry nel mio guardaroba, al giallo, color cammello e così via non potevate mica aspettarvi che sarebbe durata a lungo. E quindi eccolo qui, un  grande ritorno al mio colore, l’unico che mi identifica davvero specialmente d’inverno quando il clima è inevitabilmente una merda e il mio umore uguale, di conseguenza.

Ne approfitto anche per mostrarvi uno dei miei nuovi acquisti, che avevo adocchiato online e che stranamente sono riuscita a trovare in negozio. Sarà che è da questa primavera mi sono fissata coi capispalla, sarà che ultimamente ne fanno sempre di fighissimi, io non lo so. Fatto sta che lui non potevo di certo lasciarmelo sfuggire!

Processed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb1 presetProcessed with VSCO with hb1 preset

Jacket/Dress/Necklaces : Bershka
T-shirt: Zara

Black & White

E così tra le mie mille preghiere, dopo un giorno di diluvio infernale, finalmente torna a splendere alto nel cielo il sole. Hai  rotto i coglioni con sto tempo penserete voi, e c’avete pure ragione a un certo punto, ma è più forte di me come il clima condiziona il mio umore e ancor di più le mie giornate.
Stamattina ad esempio, nonostante il letto mi implorasse di rimanere con lui e non lasciarlo per nessun motivo al mondo e le coperte mi avvolgevano con una grazia e un calore che nessun’altro è in grado di darmi, ho buttato un occhio alla finestra, ho visto la luce entrare prepotente nella stanza e ho pensato : cazzo si. 

Allora mentre seguivo la mia routine quotidiana con colazione a base di kiwi, caffè, biscotti e instagram la mia mente ha cominciato a contorcersi di idee e pensare a tutto quello che mi aspetta da un mese a questa parte e tutto sommato, tra un disagio lavorativo e un altro, mi sono resa conto che manca esattamente un mese alla Vigilia, 29 giorni alla partenza per Roma, tre settimane a un weekend d’amore a Sirmione e due settimane ai miei primi mercatini di Natale a Bolzano.
Tante piccole cose che però mi hanno risollevato l’umore mattutino!

Vi lascio qui con due fotine che il mio ragazzo è riuscito a scattarmi sabato mentre eravamo in giro per Milano e in una addirittura rido!
Per l’occasione avevo puntato sul classicissimo black & white che non sbaglia mai, azzardando anche l’accostamento righe e pied-de-poule che personalmente amo. Un look che ho tenuto indosso tutto il giorno, da un caffè pomeridiano a un’uscita serale con amici.

Processed with VSCOcam with c1 presetProcessed with VSCOcam with f2 preset

 

Do you like it? 😉

Bag : Asos
Accessories : H&M
Denim : Bershka
Sweater : & Other Stories