WANNABE FASHION COL CALDO

Situazione odierna :  occhiaie fino ai piedi, caldo infinito, fame da preciclo/ciclo/donnapregna, gamba destra che non si piega -> TUTT’APPOSTO.

Un martedì che mi auguro finisca presto e un sonno che spero di riprendermi nei prossimi giorni.
Milano alterna momenti in cui sembra stia per venire giù anche il Signore a momenti in cui non si può definire il caldo che fa. Tipo che sembra di stare dentro un phon e non sai cosa metterti addosso perchè tanto avresti comunque caldo.
Ogni anno la solita storia, il mio triste destino e l’eterna lotta con me stessa. Amo il caldo e l’estate ma non mi permette di esprimermi al meglio perchè tanto qualsiasi cosa metto sudo per cui cerco di infilare meno strati possibili e comunque non ne esco vincente.
Figuriamoci poi quando ci sono delle occasioni speciali tipo questa domenica in cui ho fatto da madrina alla mia nipotina acquisita e l’obiettivo era essere bella e impeccabile e invece bastano due passi e ti tramuti in una creatura mitologica che trasuda l’impossibile.
Nonostante io ci abbia messo tutto l’impegno, credo di esser stata figa per 10 minuti, il dopo rimane un grande mistero che lascerò giudicare agli altri che c’erano.

Ma come vestirsi per delle occasioni speciali quando tutto sembra essere avverso all’occasione speciale in sè? –premesso che dovrebbe essere VIETATO sposarsi, battezzarsi, cresimarsi e fare tutte queste cerimonie nei mesi estivi a meno che non decidi di farlo sul bagnasciuga di una spiaggia di Phuket-
Io personalmente mi trovo sempre in super difficoltà. Sarebbe bellissimo poter dare il meglio di sé sfoggiando i look migliori ma alla fine si deve trovare un buon compromesso tra il “be cool” e il “be fresh” senza considerare poi che in chiesa non puoi andare mezzo nudo e quindi sei obbligato a mettere quelle stole che fanno sudare più di un maglione di lana e di conseguenza siamo punto e a capo.

Io punto sempre sul vincentissimo Asos e sulla sua sezione “shopping per occasione”. Togliendo il fatto che d’estate non ho voglia di girare per i negozi ma usare i weekend per andare al mare -eccezion fatta per il weekend di saldi che rimane un punto fermo per me- Asos rimane una delle mie certezze della vita per trovare qualsiasi cosa mi serva, un pò come il resto del mondo con Amazon. D’altronde ognuno ha le sue priorità.
Tra le voci da scegliere ce ne sono due bellissime che si chiamano Damigella e Invitata in cui si possono trovare look e outfit di ogni genere. Vestiti, tailleur, completi, accessori, scarpe e quant’altro a prezzi modici e accessibili per tutti. Io che sono una poraccia di solito filtro il prezzo fino a 100€ e ordino la listing page dal più basso al più alto e ovviamente le cose più fighe se ne vanno. C’est la vie. Rimane comunque qualcosa di papabile eh, non disperate. Magari poi se avete anche più danaro di me avete più chance, it’s up to you.

Io ci ho trovato i vestiti per fare da testimone ai matrimoni, per una semplice invitata e anche in questo caso il mio salvavita mi ha aiutato.
Sempre per la famosa serie “siamo poracce e consapevoli” ho deciso di imbattermi nella sezione outlet per assicurarmi di spender poco ma trovare comunque qualcosa di figo e tadààà! Trovato anche stavolta, questo wannabe D&G mi ha salvato la giornata.

“Tutti puliti, tutti pettinati” cit.Processed with VSCO with hb2 preset

Him: all Mango man

WELCOME FEBRUARY (ma anche no)

Dopo un’agonia durata -chiaramente- più di 30 giorni chiamata Gennaio, siamo finalmente riusciti ad arrivare al secondo mese di questo 2018.
Non che Febbraio mi faccia venir voglia di ballare la samba eh, con Sanremo, San Valentino, sto cavolo e quell’altro e perchè da quando è iniziato ha praticamente solo piovuto per cui, se queste sono le premesse, direi che non ci siamo per niente..ma almeno dura solo 28 giorni e ce ne siamo già giocati 6, si cazzo!

WWE sports wwe yes wrestling GIF

Almeno un paio di note positive su questo mese ci sono però dai.
Oggi mi tatuo, venerdì torno a casa per festeggiare il compleanno della mamma e concludo il mese con il concerto di Jova, di cui mi sto anche ascoltando l’ultimo album prima di fare scena muta.
Poi di certo spero anche che nel mentre si aggiunga qualcosa degno di nota e che io non rimanga appesa ai ricordi e le attese di queste 3 cose per tutto il mese, ma per ora direi che non aggiungo altro e che per questo martedì ho già detto troppo.

Vi lascio con delle foto fatte sabato quando il tempo è stato clemente in cui potete ammirare i miei nuovi acquisti e con il link del mio ultimo articolo per pepite, che potete leggere qui. 

2018-02-03 13_57_34.5742018-02-03 14_00_23.1722018-02-03 13_59_30.507

Jacket: Asos
Trousers: Bershka
Bag: Zara

JANUARY TROUBLES

Gennaio è un mese un pò così, che non mi è mai piaciuto.
Porta malinconia e tristezza ma allo stesso tempo voglia di fare qualcosa di nuovo per migliorare la mia routine quotidiana.
Ho iniziato il mese comprando due biglietti aerei e a distanza di 21 giorni continuo a pensare al nostro prossimo viaggione e le mete che ci ronzano in testa sono tante ma i soldi sempre pochi, com’è sta cosa?

Cambiando argomento, oggi è stata una domenica all’insegna di un brunch e non di shopping, come invece gli scorsi fine settimana.
I saldi sono una delle poche ragioni per cui Gennaio assume una sfumatura positiva e diciamocelo, io ne approfitto sempre per tirarmi su il morale. Succede poi che alle volte mi sfugge la situazione di mano, ma d’altronde qualcosa per superare la fine delle vacanze natalizie deve esserci no? Nonostante il giro per negozi mi abbia portato un minimo di sollievo -anche se la sera mi sono ritrovata con due sacchetti di roba da cambiare perchè non avevo sbatti di provarli- , come sempre la vera svolta è stato lo shopping online, al punto che secondo me persino la portinaia a un certo punto era stufa di ricevere pacchi a mio nome dato che ho iniziato il 29 dicembre per finire giovedì.

Mentre penso a cosa fare ai miei capelli la prossima volta e a cosa mi aspetterà domani, vi lascio con uno dei miei ultimi acquisti che adoro e che finalmente sono riuscita a trovare proprio come la volevo io. Welcome to my armadio salopette!

“CIAO CANE” – olio su tela

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_e10UNADJUSTEDNONRAW_thumb_e08UNADJUSTEDNONRAW_thumb_e21

Salopette: Pull&Bear
Jacket: Asos

HELLO MARCH!

Si si si si ce l’abbiamo fatta!
Ciao Febbraio ciao, portati dietro i miei malumori, i miei stati d’animo bipolari, il freddo, il pieno dell’inverno, le giornate di merda e boh, per ora non mi viene in mente nient’altro e ci vediamo tra 12 fucking mesi, lascia lo spazio a chi si merita di stare qui più di te e diamo tutti un caloroso benvenuto al migliore dei mesi.
Bentornato Marzo, i missed you so much!

Sembrerebbe che il cielo si sia svegliato e abbia deciso di farci un regalo non solo presentandoci un nuovo mese che porta con se la primavera, ma anche anticipandola con una meravigliosa, incantevole, speranzosa, profumata, spensierata giornata di sole.
Presente quando ti svegli al mattino e nel pieno del sonno, ancora incosciente, un po di pensieri si accavallano e non sai se stai davvero pensando, sognando, avendo visioni o quant’altro ma inizi piano piano a idealizzare la realtà che ti circonda e capire?
Capire che non è immaginazione e che la luce filtra filtra davvero tra i buchi delle tapparelle, che vorresti non doverti alzare presto per andare a lavoro bensì vorresti goderti quelle coccole mattutine che la giornata ti offre magari con un buon caffè a letto.
Poi però capisci che è ancora mercoledi ma con questo sole non puoi affrontare la giornata con un bad mood e allora ti alzi, inali quell’ottimo profumo di caffeina e sfoggi il tuo outfit migliore, il sorriso, e una giacca di pelle gialla perchè quando fuori sembra primavera non puoi far altro che gioirne e dimostrarlo al mondo intero.

Bentornato Marzo, mi hai reso persino romantica e profonda.
E auguri papà, siamo lontani ma ti penso tutto il giorno ❤

Processed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 preset

WONDERWOMAN JACKET

Storie di lunedì -stranamente- migliori di un venerdì.
E’ iniziata una nuova settimana, fortunatamente l’ultima di febbraio che coincide con la prima di Marzo, il mio mese.
L’arrivo della primavera, del mio compleanno, del countdown verso l’estate che si accorcia clamorosamente, dell’avvicinarsi dei weekend fuori, dei primi caldi, delle giacche di pelle che poi diventano di jeans, del rosa degli alberi in fiori, dei gelati e degli ormoni in subbuglio. Cos’altro devo aggiungere per descrivere Marzo dato che mi si illuminano gli occhi solo a pronunciarlo?

Fortuna vuole però che ogni tanto la gioia è dalla nostra parte e quindi sporadicamente le belle giornate appaiono, il sole è dei nostri e il cielo azzurro anche e io mi sveglio col sorriso a 32 denti e una voglia irrefrenabile di passare le mie giornate fuori, finchè non fa buio, a camminare vedere e fare cose. La realtà dei fatti è che questo è possibile solo in concomitanza del weekend sennò le mie uniche ore di luce le vedo al mattino, nelle pause sigaretta e a pranzo e questo è davvero uno spreco per tutti quelli che soffrono di meteorologia come me per cui faccio un appello : capi di tutte le aziende, concedeteci delle ore di libertà per assaporare quello che accade attorno a noi invece di rinchiuderci fra le mura di un ufficio!

Detto ciò, ho dovuto necessariamente approfittare della giornata di sabato e, dopo un primo episodio che mi ha fatto davvero sclerare l’impossibile, mi sono armata di pazienza e ho girato per Milano facendomi baciare dal sole e mostrando al mondo le mie nuove scarpe (che mi hanno sfasciato i mignoli, ma sono dettagli), ho camminato per le vie del centro, anche le piu nascoste, sono tornata al castello dopo secoli, ho mangiato un panzerotto buonissimo e tra tutto questo sono anche riuscita a fare un pò di foto e un pò di shopping 😀 Avevo adocchiato troppi pezzi che mi piacevano e ovviamente non ho potuto resistere alla tentazione dopo averli provati, di portarli a casa con me.
Ah, Gruppo Inditex, se non ci fossi tu!

E mentre sono qui a fantasticare su tutti i pezzi che hanno sfilato durante la settimana e a ricevere enormi complimenti sul dolce che ho fatto ieri, vi mostro gli scatti fatti sabato!
Processed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 presetimg_0828

Leather Jacket: Zara
Belt: Asos
Shoes: Asos

Here Again

E quindi oggi è il peggior lunedì ever?
Mh, si. Un anno fa dicevo praticamente le stesse cose quindi mi fa piacere sapere che nonostante il tempo passi io sono sempre la solita lamentona.
L’anno nuovo è iniziato da 9 giorni e dopo l’influenza ho ben deciso di continuare le mie sciagure con un bel volo per terra che mi ha causato gli ennesimi mali tant’è che il mio braccio è ancora dolorante, fa un freddo spaziale e anche se fuori il sole è bellissimo c’è il rischio di rimanere ibernati a ogni passo che si fa all’aria aperta.

Oggi si ricomincia la solita routine e dobbiamo rassegnarci all’idea che chissà quando saranno le prossime vacanze lunghe per cui accontentiamoci di tutti i weekend futuri in cui potremo permetterci un pò di svago. E proprio oggi dico un grande SI al ritorno della mia messa in forma. Dopo aver ingurgitato kg e kg di cibo durante le vacanze mangiando ininterrottamente a ogni ora senza rendermi conto delle calorie e grassi che stavo assumendo, questa settimana si torna al rigore alimentare, agli allenamenti e a tutto il contorno che in teoria evita la mia evoluzione fisica in ippopotamo. Ho ricominciato il mio mese detox con Fittea e detto ciò spero solo di rimettermi in sesto prima che sia troppo tardi (bello dirlo con a casa un milione di cioccolato trovato nelle calze della befana :D)

In tutto ciò, però, devo ammettere che una nota positiva nella scorsa settimana c’è stata. Ebbene si, l’evento mondiale più atteso dopo la notte degli Oscar..i saldi!
E strano ma vero, rispetto allo scorso inverno, stavolta sono riuscita a trovare davvero un sacco di cose che avevo adocchiato a prezzo pieno/molto tempo fa con degli buoni sconti e non potevo chiedere di meglio, devo dirlo. Man mano vi farò vedere tutto quello che ho acquistato ma intanto vi lascio con una piccola anteprima di un pezzo di Zara (che ho ovviamente svaligiato) che per l’appunto era uno di quelli tanto desiderati!

Questi scatti appartengono al post caduta quindi la mia espressione non è delle migliori, perdonatemi!img_0364img_0365

WELCOME DECEMBER!

-18 giorni alla Vigilia.

Lo so sono arrivata tardi per dare il benvenuto all’ultimo mese dell’anno.
Siamo già al 6, un giorno che precede un mega ponte -grazie Milano, apprezzo sempre molto S.Ambrogio-  e un battesimo che mi vedrà nelle vesti di madrina di una nipotona che quando le rode il culo te dico fermate (tutta la zia <3).
Un martedì che sembra più che altro essere un venerdì, impegni che si susseguono e preparativi come e non ci fosse un domani, manco me dovessi sposà.
Dicembre è iniziato e senza manco accorgercene finirà in un quarto d’ora e non so se sono psicologicamente pronta ad affrontare un nuovo anno con tutte le conseguenze del caso.
Intanto però, penso a godermi tutto quello che lo precede e l’emozione che regala il Natale. Penso che finalmente i miei capelli domani torneranno ad avere un senso, che respirare l’aria della mia città mi farà solo che bene e che tutto quello che mi circonda in fondo non fa cagare. Si, strano ma vero mi sono svegliata positiva, ma è solo mezzogiorno per cui tutto potrebbe cambiare da un momento all’altro, compreso lo stomaco che mi sta tirando fitte lancinanti.

Ora però, bando alle ciance, devo necessariamente mostrarvi il mio miglior acquisto del Black Friday.
Mi sono innamorata di loro durante il mio weekend tedesco a Berlino, le ho bramate e cercate per un mese intero confidando di trovare qualche sconto per potermele permettere e alla fine eccolo qui, un ottimo 40%, somma di un 20 selezionato da Zalando e un 20 aggiuntivo da Black Friday. Sono fiera di tutti gli acquisti fatti quel giorno lì, ma vogliamo veramente paragonare due magliette a questo paio di Dr Martens a 96€?
Ai posteri l’ardua sentenza.

Processed with VSCO with a6 presetProcessed with VSCO with a6 preset

Camel light please

Non sono desaparesida, sono solo stata occupatissima tra weekend impegnativi passati a passeggiare, amare il sole, mangiare, passeggiare, odiare la pioggia, mangiare, lunedi freddi e martedi di febbriciattola e pensieri, non avete nemmeno idea di quanti.

Mi sono goduta per una settimana intera i miei che purtroppo oggi sono ripartiti e tutte le conseguenze del caso, cene pronte e coccole a volontà. Sabato abbiamo approfittato della meravigliosa giornata di sole che Milano ci ha stranamente concesso per fare un bel giro in centro tra fiumi di gente e piccioni che hanno messo a repentaglio la mia vita ogni passo e perchè no, per fare un pò di sano shopping.
Totalmente l’opposto invece domenica, che ha incarnato perfettamente la descrizione di lazy sunday specialmente d’inverno: sveglia tardi, doccia, felpone e via, direzione leroy merlin e ikea. Vi sento già mentre pensate “pover uomo che ha dovuto accontentarla portandola nel paradiso delle stronzate/chissà quanto l’avrà fatto snervare”. E invece no! E’ stato più il tempo a raggiungere i due colossi della casa fai da te che quello in cui siamo stati effettivamente dentro. Ovviamente vedendo la classica domenica buia e uggiosa metà città si è riversata all’interno di centri commerciali e quant’altro quindi per strada c’era praticamente il delirio misto a strade chiuse, lavori e chi più ne ha più ne metta ma siamo sopravvissuti anche a questo, tornando a casa con quello che ci serviva e in più inaspettatamente un lampadario nuovo, tipo meraviglioso.

Mentre ascolto ininterrottamente il nuovo album degli OneRepublic di cui mi aspetto un concerto per allietare il mio 2017 che è già parzialmente occupato da biglietti di treni e aerei, da alberghi prenotati, da tante cose che spero si realizzeranno, vi linko il mio nuovo articolo scritto per il magazine Pepite Per Tutti, di cui vi avevo già parlato e con cui sto collaborando scrivendo articoli di moda 🙂

L’argomento trattato stavolta è come potersi vestire d’inverno senza sembrare l’omino Michelin che si è appena mangiato 30 panettoni per preparare la sua panciona al pranzo di Natale. So che siete increduli ma c’è il modo e basta fare un click per scoprire i miei consigli che spero vi aiutino a superare questi mesi che dicono essere i più freddi degli ultimi anni.

Nel frattempo, dato che so che non avete voglia di fare niente e vi pesano le dita anche solo per un click sul link, vi mostro in queste foto alcuni dei pezzi forti dei miei ultimi acquisti di cui vado molto/troppo fiera. Di alcuni di questi vi avevo già parlato, alcuni facevano parte di una wishlist altri ancora senza accorgermene me li sono trovati nella busta.
Quello che conta veramente però è la cromia che nemmeno a volerlo si intona alle foglie autunnali che tappezzano il paesaggio. Camel power!

Processed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 presetCoat: Primark 
Sweater: Forever21
T-shirt: Kenzo x H&M
Denim: Bershka
Socks/Necklace: H&M
Sunglasses: Mango

Black and Yellow

Che poi non volendo questo titolo richiama un pò il mood di Novembre se ci pensiamo. Un giorno il cielo fa cagare, è grigio tendente al nero e praticamente vivi la giornata con una luce paragonabile a quella delle 9 di sera, quello dopo il sole ti cieca senza rendertene conto e il cielo è limpidissimo senza ombre o nuvole. E fortuna vuole che oggi sia una di quelle giornate lì, in cui nonostante il freddo arriva prepotente e ti punge nell’anima, questo giovedi non fa altro che offrire una luce pazzesca che quasi ti fa pentire di essere rinchiuso in queste mura aziendali e non poterne usufruire con qualche bel giro all’aria aperta.

Mentre cerco di organizzare questo weekend per godermi al meglio i miei che sono gentilmente venuti a farmi visita preparo articoli e sono sintonizzata h24 su siti di compagnie aeree/treni/qualsiasicosamipermettadiviaggiare. Mancano all’incirca una cinquantina di giorni alla fine di questo 2016 e mi sembra troppo presto per tirarne le somme. Mi sembra invece il momento giusto per iniziare a programmare qualsiasi cosa mi venga in mente per i mesi primaverili e quindi l’idea di possedere già parecchi biglietti non può fare altro che rallegrarmi..almeno questa di gioia concedetemela dato che il freddo non fa altro se non portarmi raffreddore, di nuovo quella fastidiosissima allergia alle gambe, capelli elettrici e mani secche.
Nota positiva di tutto ciò: urge necessariamente comprare nuovi pantaloni larghi per ovviare a questo tremendo problema e ovviamente mi sono già fatta un’idea spulciando nei vari siti per cui questo sabato sarà dedicato interamente a questa disperata ricerca.

E proprio visto che ormai ogni scelta di look è necessariamente condizionata da questo tremendo e irrefrenabile prurito alle gambe, vi mostro l’outfit che ho scelto ieri, molto basico e non appropriatissimo al clima, ma che comunque mi ha resa parecchio soddisfatta soprattutto quando ho sostituito il mio cappotto col rennino del buon Paolo!

img_9637img_9638

Welcome November!

La settimana con un giorno di festa in mezzo dovrebbe essere una priorità annuale soprattutto perchè non te ne rendi nemmeno conto e in un attimo è già giovedì e anche se fuori fa freddo ed è iniziato Novembre, ti sei svegliata coi nervi girati per un sogno di merda, è tutto molto bello.

Ora che abbiamo superato anche Halloween aspetto solo di vedere la città che inizia a riempirsi di lucine, addobbi natalizi e quant’altro pronta a prepararsi per uno dei miei periodi preferiti dell’anno ❤
MA dato che devo aspettare questo momento idilliaco per un mese e passa ancora, mi accontento delle giornate che seguono purtroppo all’insegna di nessun viaggio, nessuna gioia, mai n’emozione e uno spiraglio de sole.
Fortuna vuole che almeno martedi, che per di più era festa, il tempo è stato clemente e passeggiare in giro per Milano non è stato poi così terribile anche se devo ancora abituarmi al fatto che alle 5 inizia a far buio e questa destabilizza non solo la mia testa ma anche il mio stomaco che si è appena ripreso da Berlino ma non sa più quand’è l’ora idonea per cenare.

Ma dato che è giovedì ci aspetta un rapido #throwback a una settimana fa, proprio nell’unico giorno in cui il tempo era davvero spettacolare per cui ne abbiamo approfittato per fare un pò di scatti in un parco trovato qui vicino che grazie ai raggi di sole offriva delle sfumature autunnali su alberi, cielo e foglie che non ve lo dico nemmeno! Non so come definire il look che vi sto per mostrare ma devo dire che ne ero particolarmente soddisfatta soprattutto perchè la maglia è in parte una mia creazione e i pantaloni mi regalano un culo top!
Processed with VSCO with hb1 presetProcessed with VSCO with hb1 presetProcessed with VSCO with hb1 presetProcessed with VSCO with hb1 preset

T-shirt: Zara Basic with patches by GlossShop (la trovate su instagram!)
Cardigan: Asos
Trousers and Chocker: Brandy Melville

Ah, quasi dimenticavo! Sono riuscita nel mio intento shopping Kenzo x H&M senza nemmeno troppe difficoltà quindi aspettatevi grandi scatti con i nuovi prodotti che arriveranno a breveee!!