Black and White (again)

Siamo a dicembre! I miei mercatini natalizi si avvicinano e così tutti i countdown di cui sto tenendo traccia, inoltre finalmente si respira anche una parziale aria di libertà a lavoro quindi tendenzialmente sembra andare tutto per il verso giusto..ah e poi è venerdi! Uniche pecche negative da due giorni? Gelo polare e NEBBIA, come se non ci fosse un domani..ieri sera a malapena riuscivo a vedere il parco a un passo da me!

Ecco perchè ho deciso oggi di postare dei fantastici scatti fatti martedi durante una pausa pranzo alternativa al Mercato Metropolitano di Porta Genova mentre il sole riscaldava noi e i nostri piatti. Per tutti i milanesi -o finti milanesi come me- è diventato un nuovo posto di ritrovo sia per un pranzo appunto, sia per una merenda, per un aperitivo, per una cena, insomma chi più ne ha più ne metta! Aperto a giugno, più o meno nello stesso periodo in cui hanno rivalorizzato tutta la zona Darsena/Navigli (grazie expo, qualcosa di buono l’hai fatta per questa città), si caratterizza per l’aspetto super street -mattonati pieni di murales, cassette della frutta usate per creare pareti, tavoli in acciaio coloratissimi, tendoni, carretti etc- e dispone di una varietà di posti dove mangiare al suo interno. Dalla piadina al tagliere di salumi, dall’insalata alla zuppa, dall’hamburger al fritto di pesce, dalla pasta alla pagnotta. Sono tutti piccoli banchetti di posti già famosi a Milano ( Joe Cipolla e Zio Pesce solo per dirne alcuni) disposti a mò di banchi di qualsiasi mercato siete abituati a frequentare. Sicuramente questo posto raggiunge il suo apice in estate in quanto non solo fuori dispone di uno spazio veramente ampio, ma a tutto questo si aggiunge un grande baracchino di Rita, uno dei più posti più consigliati e buoni per bere a Milano.

Aggiungiamo a tutto ciò che è viciniiiissimo a dove lavoro e a massimo 15 minuti a piedi da casa. What else?

Non avevo valutato bene che avrei fatto degli scatti quindi il look è stato scelto abbastanza random la sera prima (si, scelgo i vestiti la sera come i bambini ma non ho le forze necessarie la mattina per connettere e abbinare nulla se non siano caffè e biscotti) ma non solo secondo me è vincente in quanto, come avevo già ribadito, bianco e nero non sbagliano mai, per di più è perfetto contrastato con i colori di questo posto meraviglioso 🙂

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Coat: Mango
Sweater and Skirt : H&M
Accessories: H&M
Shoes: Ash
Bag: Zara

 

Picture by: Sandra De Feudis

Winter, i feel you so close.

Parliamone..ma di quanto si sono abbassate le temperature?
Se queste sono le premesse dell’inverno che sta per arrivare non credo di riuscire a sopravvivere alla fine del 2015..ma nemmeno del mese!

Ma, cambiando discorso, vi dico che ho riscoperto con gioia il sapore del melograno.
Mi è sempre piaciuto tantissimo il gusto delicato che ha ma da quando vivo da sola non l’ho mai comprato perchè, lo ammetto, non so come affrontarlo. Allora ho approfittato della presenza di mio papà qui e gli ho fatto fare il lavoro sporco così tra ieri sera e oggi me lo sono spazzolato tutto..praticamente come le ciliegie, un semino tira l’altro!
Oggi a pranzo l’ho provato in insalata con valeriana e scamorza affumicata a tocchettini, il tutto condito con pochissimo sale e un filo d’olio. Ottimo per una pausa pranzo alternativa, specialmente se è gratis a casa 😀IMG_5169

E sopratutto da non sottovalutare..quant’è bello da fotografare?
Ieri sera mangiandolo con il cucchiaio sono riuscita a creare inaspettatamente un cuore e non potevo lasciarmelo sfuggire.

Se avete una qualche ricetta già provata e di cui siete rimasti profondamente soddisfatti fatemelo sapere che per l’occasione potrei anche imparare a sbucciarlo 😉 (tutorial di youtube, a me!).

Vegan : pro o contro?

Diversamente da quello che siete abituati a vedere sul mio blog, oggi vi parlerò della mia seconda passione, IL CIBO ❤
Faccio una premessa dicendo che non voglio convincere nessuno con le mie idee o tantomeno cercare di cambiare le vostre, visto quanto sia delicato quest’argomento sto solo esprimendo una mia opinione nella pace più totale.
Da pochi giorni è uscita la notizia ufficiale che la carne rossa sia cancerogena. Ora, per quanto sia vero o meno, è risaputo da anni che abusare di quest’alimento non faccia bene alla salute quindi non mi sembra una notizia così eclatante da far scatenare polemiche più o meno accese. Basta pensare a quanto una bistecca sanguinolenta sia assolutamente vietata durante una dieta, sia che sia dettata da una dietologa sia da una nutrizionista.
Sembrerebbe comunque che la popolazione media italiana sia divisa in 3 correnti:
– onnivori convinti
– veg convinti
– gente con un minimo di cervello amante del cibo, che prova tutto senza farsi condizionare dalle idee comuni.

Non condanno le prime due in quanto ognuno è libero di fare le proprie scelte alimentari, ritengo solo che l’importante sia NON SCASSARE LE PALLE AGLI ALTRI.
Vuoi mangiare carne tutti i giorni? Ben venga, ma sappi che non ti farà mai bene!
Vuoi mangiare solo verdure? Ben venga! Ma alimentati con qualcosa di proteico o crepi dopo due minuti.
Poi c’è la terza categoria che sta pian piano aumentando (E MENO MALE) che si sta sensibilizzando sull’argomento. Ora, sia ben chiaro che io mangerei prosciutto salame porchetta e mortadella ogni singola ora della mia vita, ma da un paio di anni ho iniziato a provare, un pò per curiosità e un pò per solidarietà nei confronti di amici vegani che non ne potevano più di insalate e pasta asciutta, tutti gli alimenti del reparto “veg” di qualsiasi supermercato. E ragà, so boni! Ma boni veri!
Per fortuna i miei mi hanno cresciuta con l’ insegnamento che “Non puoi dire che non ti piace se prima non l’assaggi”, quindi sono rari gli alimenti a cui dico un no secco prima di provare (tipo fegato milza trippa lingua, lontano da me) e l’approccio con il vegano è avvenuto proprio così. Perchè non provare? Perchè impuntarsi e dire NO a prescindere?
Per l’appunto, qui sotto vi mostro una foto di una veganburgheria provata ieri sera :

IMG_4955

Neghereste mai un morso ad uno dei due panini ritratti? Se non sapeste cosa contengono, non avreste l’acquolina in bocca?
Nello specifico, invece del manzo, c’erano nel panino nero buger di seitan, nell’altro burger di ceci.
Un’ottima alternativa al solito hamburger ciccionazzo, provato da Flower Burger (per chi vive a Milano zona Porta Venezia.) un fast food veg aperto una decina di giorni fa.
Io lo consiglio a tutti non solo perchè è davvero ottimo ma sopratutto perchè per una volta non provare a mangiare cibo spazzatura ma SANO?

Detto ciò, cercate di farvi un esame di coscienza e provate a mettervi per una volta nei panni degli altri ed essere accondiscendenti con le scelte altrui.
Il mondo è bello perchè è vario amici!
Non giudicate, non criticate, se volete essere accettati, siate i primi ad accettare il prossimo.