DISCOVERING THE WORLD : BERLIN

Un lunedi che pur essendo il primo giorno della settimana va a finire un mese, un lunedi che mi  vede in piedi nonostante quattro ore di sonno, un lunedi che torni a Milano e come-ti-sbagli-c’è-un-tempo-di-merda, un lunedì che per fortuna domani è festa, un lunedì che mi-manca-solo-il-tram-poi-ho-preso-qualsiasi-tipo-di-mezzo-di-trasporto, un lunedi che purtroppo ha già portato via un weekend bellissimo, un lunedi che speri siano sempre così.

Sono di ritorno da un’esperienza stupenda in una città davvero bella, ricca di cose da vedere, una città che è un museo a cielo aperto.
Dopo secoli di attesa, finalmente il momento tanto desiderato è arrivato venerdì sera, con un aereo Bergamo/Orio al serio- Berlino Shonefeld e le avventure che ci hanno accompagnato in questo tragitto non sto nemmeno a raccontarvele ma quando arrivi in albergo e scopri che per motivi ignoti ti hanno assegnato la junior suite al trentaquattresimo piano vista città persino l’arrivo in hotel alle 2 di notte assume un altro sapore.
Abbiamo camminato come se non ci fosse un domani. Abbiamo visto tutto quello che si poteva vedere e abbiamo tentato di tradurre/parlare tedesco (poco eh, ma è stata dura già così). Abbiamo fatto foto, riso e camminato ancora. Ci siamo lasciati trasportare dalle meraviglie offerte dalla città e da bravi italiani abbiamo fatto tappe da Starbucks ogni due per tre. Abbiamo sofferto il freddo nelle mani, costantemente gelate, e un mal di piedi incredibile. Abbiamo visto una città che su molte cose ci ha lasciato spiazzati e su altre estasiati. Abbiamo bevuto birra per tre giorni perchè se avessimo voluto dell’acqua saremmo diventati poveri. Abbiamo avuto la fortuna di avere l’ingresso dell’albergo esattamente accanto all’ingresso di Primark (o forse quella è stata una fortuna solo mia?). Abbiamo girato ancora e ancora, ci siamo stretti le mani guardando sempre in alto per non perderci nessuna maestosità durante i nostri tragitti. Abbiamo fatto tanto ed è stato tutto ancora più bello perchè anche se è toccato a me parlare dappertutto c’eri tu ❤

 

Dimenticavo che oggi è Halloween! Sarà bellissimo festeggiarlo dormendo le ore che non ho potuto dormire stanotte ❤

PINK IS PUNK

Incredibile ma vero dopo 6 giorni di solo grigiume e pioggia oggi splende un sole magnifico e le temperature sono abbastanza favorevoli, è già giovedì, Lady Gaga canta nelle mie orecchie e domani si parte per Berlino, ma che voglio di più?
Sto cercando di essere il più positiva possibile nonostante stia incombendo la maledizione di Novembre, il mese che praticamente odio di più al mondo insieme a Gennaio, il ciclo mi stia distruggendo e sono così gonfia da sembrare una mongolfiera ambulante.

La valigia è pronta e ovviamente piena dato che sono bastati due maglioni per farla esplodere (maledetto binomio bagaglio a mano e guardaroba invernale), il check-in è fatto, l’albergo ci aspetta e io non vedo l’ora di visitare questa città che da tanto volevo vedere e in cui spero di fare tante foto da potervi mostrare nei prossimi giorni.

Ma tornando a noi, nonostante oggi sia giovedi e si sa, Karen Smith in una delle sue più celebri citazioni esordiva così
ho deciso comunque di mostrarvi questo look in cui il rosa regna sovrano.
Un colore che si può amare o odiare, un colore che può risultare indifferente ma che è simbolo di femminilità e purezza e soprattutto un colore che è di super tendenza già da un anno a questa parte e che gli stilisti continuano a propinarci fino a chissà quando. Nonostante io non sia stata una grande amante del pink nella vita, da un pò di anni mi sono convertita e quindi non posso farne a meno neanche io!

Dopo il grande acquisto del chiodo di Zara che avete visto in qualche post fa, devo dire che sempre più spesso lo sto scegliendo come variante di colore fra molte nei capi che compro e mi piace tantissimo come sta col nero dei miei capelli quindi di certo non mi fermerò proprio ora. E a proposito, ricordate le scarpe di cui vi parlavo comprate sul sito di PublicDesirè? Indovinate di che colore sono :D?

Processed with VSCO with hb1 presetProcessed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb1 presetProcessed with VSCO with hb1 preset

Si lo so, sono la copia spudorata delle creepers by Rihanna per Puma ma dato che io i soldi a quella maledetta non glieli voglio dare, ho optato per questa versione in velluto trovata sul web.

Bomber: Asos

KENZO FOR H&M

E anche se, per usare una cit, “questa mattina mi sento sveglio e riposato come una rosa rossa in casa Addams”, non riuscivo ad aprire gli occhi perchè nonostante la finestra aperta il buio pesto incombeva nella stanza, sul letto e soprattutto sulle mie palpebre, eccomi ancora qui ad affrontare questo martedi che è il terzo giorno di merda di fila perchè in questa città mai una gioia e un raggio di sole.
Gli unici concessi sono stati sabato, giornata in cui ho ovviamente approfittato di quei minimi gradi in piu per fare una passeggiata e innamorarmi a prima vista di una giacca di Zara Mon Amour che è stata provata, comprata e sfoggiata il tutto nell’arco di un massimo di tre ore MA per vedere questa e altre novità di cui vi avevo parlato indossate dovrete aspettare il prossimo post perchè quello di oggi è dedicato all’ennesima collaborazione di H&M. E’ da prima dell’estate che sono tutta un fremito perchè da brava povera devo per forza aspettare questo tipo di eventi per potermi permettere qualcosa di griffato e finalmente da qualche giorno sono uscite le foto dei prodotti in vendita nei negozi dal 3 Novembre. Ora, ricordiamoci le imprese folli che ho dovuto fare per accaparrarmi due pezzi di Balmain lo scorso anno (per chi non se lo ricorda o non sa tutta la storia, vi invito a rileggere il mio articolo SHOPPING TROUBLES) e premetto che non vorrei assolutamente tornare allo stress subito un anno fa perchè non sono psicologicamente pronta ad affrontare di nuovo una giornata come quella piena di ansie e dito indice incollato al mouse a sua volta posizionato forever sul tasto aggiorna. Diciamo solo che tendenzialmente questa collezione mi piace ma non ai livelli dei capolavori che tirò fuori Oliver Rousteing 365 giorni fa quindi ok che non passerò la mia intera mattinata con gli occhi sanguinanti davanti allo schermo del pc ma sicuramente vorrei riuscire a portare a casa qualcuno dei pezzi che mi ha colpito di più -honestly anche quelli un pò più cheap dato che si che è una collaborazione con h&m ma non è che la roba te la tirano proprio dietro- .
E se proprio proprio non vi va di fare un pò di ricerca e vedere cosa ci propongono, ci penso io a mostrarvi qui di seguito un piccolo recap di ciò che troveremo nei negozi mercoledi prossimo ma vi invito comunque a dare un’occhiata a questo link in cui troverete oltre i capi anche dei video-interviste a personaggi famosi e delle gif bellissime! http://www2.hm.com/it_it/free-form-campaigns-s03/kenzoxhm.html?gclid=CNXVwLnI9c8CFSEz0wodWRwNsQ#inspiration

kenzokenzo1kenzo2kenzo3kenzo4kenzo5kenzo7

Vi terrò aggiornati su quello che riuscirò a prendere! 😉

WHAT DO YOU MEAN?

TGIF!
E anche se stamattina la sveglia mi perforava il timpano perchè avevo lasciato il volume a duemila, le lenzuola mi avvolgevano e le sue braccia pure, lo psyco del piano di sopra ha ricominciato a gridare a squarciagola versi senza senso, il mio primo pensiero appena ho aperto gli occhi è stato “ok-non-sto-sognando-è-venerdi” seguito, girandomi verso la finestra, da un altra sorta di miraggio dato un sole accecantissimo.
Quindi, nonostante questo weekend non abbia nessun programma entusiasmante/viaggio/gita/qualsiasialtracosapurdinonstareinquestacittà è comunque ben voluto, ovviamente desiderato e inaspettatamente arrivato molto in fretta.

Mi separa solo una settimana da Berlino e ogni giorno mi è utile per prepararmi psicologicamente al freddo che sentirò, il mio iphone continua a lamentarsi per lo spazio che si sta riducendo lentamente sempre di più e finalmente mi sono arrivate le mie bellezze di PublicDesire ordinate il mese scorso e che immortalerò ovviamente nel weekend 😀

Ma per allietarvi questo post e accompagnarvi verso la fine della giornata lavorativa -perchè tanto lo so che anche se vi mancano ancora due ore siete davanti al pc con excel da una parte e facebook dall’altra contando i minuti che vi separano dallo spritz del venerdì- vi mostrerò queste foto fatte prima sul naviglio accanto a una vera frase da rebel (fuck cops..ma si può?) in cui sfoggio uno dei migliori acquisti fatti ultimamente e non credo non possiate essere d’accordo con me! Appena l’ho vista su instagram mi sono detta, devi essere mia. E pensate che non sono nemmeno una sua fan! Avete capito di chi si tratta? Basta collegare il titolo a questa descrizione e…tadà!

Processed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 preset

JUSTIN UNO DI NOI!
Come la migliore delle Beliebers mostro piena di orgoglio la mia t-shirt (grazie h&m non smetterò mai di elogiarti!) e si lo so, in questi scatti sembro una cretina ma le compagne di shooting non facevano altro che farmi ridere!

Il tutto abbinato a :
Bomber: Sheabbigliamento
Necklace: H&M
Bermuda: CofH

PURPLE RAIN

E niente, sono reduce da un weekend meraviglioso, tanto soleggiato da sembrare quasi primaverile, da spupazzamenti vari, amiche, nipoti, fratelli, cugine.
E poi invece torni qui -già parzialmente depresso- e trovi lo stesso, identico cielo grigio di sempre. Quello che guardi fuori dalla finestra e inevitabilmente piovono cristoni e santi nella tua mente perchè se non c’è il sole non puoi nemmeno pensare di affrontare in maniera positiva una giornata, di indossare abiti colorati e il tuo mood in un attimo si fonde con il clima diventando anch’esso buio e cupo.

Fortuna vuole però che siamo già a mercoledi, giorno di scavallamento settimanale, e nonostante tutto le cose potrebbero andare peggio. Domani ci si allena, c’è X-factor, poi è venerdi e finalmente un altro weekend e manca sempre di meno al mio fine settimana a Berlino. Più passano i giorni più non posso fare a meno di pensare a quanto freddo patirò, alla carrellata infinita di bretzel che come noccioline si faranno spazio nel mio stomaco e a quanti posti belli e nuovi vedrò! L’unica pecca è che dovrò vestirmi tipo omino michelin e quindi qualsiasi foto farò avrò le sembianze di un lottatore di sumo e quindi non potrò sfoggiare nessuno dei miei nuovi acquisti comprese le scarpe che sto aspettando da Public Desire, acquistate un mese fa ma arrivate in stock solo sabato.

Comunque, tornando a noi, oggi in pausa io e Diana avevamo programmato di andare in giro a scattare dato che le previsioni in realtà promettevano tutt’altro quindi l’outfit che mi ero preparata per la giornata era totalmente diverso rispetto a quello che vedrete ma non appena mi sono svegliata ho pensato “no, devo vestirmi proprio come la giornata desidera” e così cambio repentino e tadà! Questo è quello che ne è venuto fuori, un quasi total black stile famiglia Addams che non sbaglia mai MA la vera novità che andrete a vedere è il tocco di colore sui miei capelli che ho deciso di fare sabato dalla parrucchiera dopo anni che non facevo pazzie adolescenziali sulla mia povera testa. Devo dire che ci è voluto un sacco con paure annesse tipo “devo decolorare aiuto perderò tutti i capelli” misto a “non è che sembrerò avril lavigne dei poveri” ma una volta finito il tutto il risultato mi è piaciuto da morire!!

Processed with VSCO with hb1 presetProcessed with VSCO with hb1 presetProcessed with VSCO with hb1 presetProcessed with VSCO with hb1 preset

Dress: Asos

If Coachella was in October

Ricapitoliamo un pò la situa di questo noiosissimo venerdi.
Apro gli occhi alle 8.20, guardo fuori ed è ancora buissimo e quindi penso “lo sapevo, me sè impallato il telefono” e invece no! E’ solamente il tempo di merda che incombe tipo maledizione su questa città! Il cielo è grigio, piove anzi diluvia, si surgela ed è un attimo che sembra di essere al 15 dicembre con l’unica differenza che panettoni in giro non ce n’è e la gioia di vivere che mi viene durante il periodo natalizio è lontana anni luce.
Tutto sommato però qualcosina che mi risolleva l’animo c’è ed è il fatto che mancano poche ore al treno che mi porterà nella mia lovely Rome in cui anche li era previsto un tempo indegno ma dal meteo pare che si stia risollevando e così anche il mio animo insieme a lui e inutile a dirlo non vedo l’ora di arrivare e spupazzare quella palletta della mia nipotona che ormai non riconoscerò nemmeno più!

Ma prima di pensare a stasera è il momento di parlarvi di un look scattato l’altro giorno, unico di sole in settimana fra l’altro, che devo ammetterlo è stato ispirato dal Coachella.
Il tutto è partito dalla scelta dei jeans che un pò per necessità un pò perchè era parecchio che non li sfoggiavo, e poi la scelta del resto è venuta molto naturale ed easy immaginando di presenziare al festival più gettonato di sempre se questo si svolgesse in autunno e non in primavera.
Con l’aiuto di Diana, di una nuova location e di luci topiche vi mostro che foto spettacolari siamo riuscite a tirar fuori!

_53a7450_53a7456_53a7465_53a7475_53a7468_53a7476

T-shirt: H&M
Jeans: Pull&Bear
Chocker&Necklace: Bershka
Belt: H&M

ONE YEAR LATER

Tra una sofferenza, un gelo polare, giornate di sole e diluvi che si alternano, mal di pancia, Fedez e la Ferragni che si fidanzano e diventano insostenibili sui social, ottobre che è già arrivato a metà e il weekend che si avvicina, tra un cambio di stagione improvvisato e il desiderio di avvolgersi in un pleid pesantissimo, uno shopping online e un altro…ragazzi miei, è passato un anno dal mio primo articolo sul blog!

Sembra ieri che ho deciso di aprire Theftaste, che non sapevo come comportarmi, cosa scrivere, che dire, se avrei continuato o meno e invece contro ogni previsione dopo trecentosessantasei giorni sono ancora qui (:
Inziare a scrivere e a raccontarmi sembrava un’impresa difficilissima e invece col passare del tempo è venuto sempre più naturale e le dita sulla tastiera si muovono da sole senza troppi pensieri ed esitazioni. Mi è servito per capire molto di più di questo mondo ma soprattutto di me stessa, è stato molte volte una valvola di sfogo ma tante altre una  bacheca in cui scrivere di tutto. Mi ha aiutato a credere di più in quella che sono, a farmi conoscere alle persone che di me non sapevano poi così tanto e ho ricevuto tanti complimenti e il tutto ha portato mille soddisfazioni quindi un enorme, gigante GRAZIE a tutti quelli che mi aiutano a portare avanti questo progetto, a tutti quelli a cui rompo le palle per fotografarmi, a te ❤ che continui a credere in me, ai magazine che mi hanno intervistata e a chiunque dedichi un attimo del suo tempo per leggere le cagate che scrivo!

Ma dopo questo flashback se così lo possiamo chiamare, torniamo al presente!
Chiedo perdono se mi degno di tornare solo oggi che è mercoledi ma sono stati giorni intensi pieni di trasferte, cibo a volontà e novità -dovrete aspettare per sapere di cosa si tratta però!-.
Venerdì sera, dopo essermi fatta compagnia con questa balenottera durante il corso della giornatabalenaho finalmente provato Pescaria, un risto/fastfood che ha aperto da un mesetto all’incirca a Milano in zona Corso Como ma che è famoso da una vita a Polignano a Mare, uno degli angoli più incantevoli della Puglia che non ho ancora avuto il piacere di visitare ma che è quasi in top sulla mia lista di viaggi da fare il prossimo anno. Effettivamente le recensioni, per una volta erano più che giuste e non sono rimasta assolutamente delusa dalla qualità del pesce che offrono. I prezzi sono nella norma dato che si tratta di tutte cose fresche e l’unica pecca è che bisogna fare un pò di fila e avere abbastanza culo per conquistare un posto a sedere ma sapete che c’è? Se pò fa, soprattutto perchè finisci di mangiare e ti senti sazio ma non pieno, gusti degli abbinamenti nuovi e un morso ti fa rivivere un pò d’estate quindi fidatevi, ne vale la pena!

Qui sotto invece vi farò vedere degli scatti fatti sabato mentre ero a Tirano, un paese in piena valtellina in cui siamo andati chiaramente a prenderci di freddo e abbuffarci di pizzoccheri e altre prelibatezze ciccionissime.
Ovviamente queste foto risalgono a prima di morire male tra carboidrati e grassi saturi e non potevo fare a meno di indossare e immortalare le meraviglie che vi avevo mostrato venerdi acquistate su Zalando che oltre ad essere stupende sono caldissime -praticamente i piedi erano l’unica cosa calda a fine giornata- e sembra di indossare delle pantofole per la loro comodità!
L’ho abbinate a un look total Zara per cui aspetto che il signor Inditex mi stenda un tappeto rosso la prossima volta che varcherò un loro negozio..

Processed with VSCO with hb1 preset

Processed with VSCO with hb1 preset

E-COMMERCE ADDICTED

Prendi un venerdì qualsiasi di ottobre in cui splende il sole e fuori inizia a fare un freddo atomico. Prendi questo venerdì e ringrazialo di essere finalmente arrivato perchè questa settimana sembrava interminabile, abbraccialo e cerca di amarlo anche se sai che non sarà mai bello come il prossimo in cui finalmente tornerai nella città che ti ha fatta nascere e passerai due giorni intensi a mangiare di mozzichi la tua nipotina, passare del tempo con le persone che ami e camminare tra le vie in cui sei cresciuta.

Non sono impazzita giuro! Mi sono svegliata solo un pò così, frastornata da questi continui cambiamenti climatici che mi stanno uccidendo le ossa, il naso che cola e la mente altrove.
Non sarò iperattiva come nei mesi estivi, ma per fortuna ho pur sempre qualche countdown da fare partendo dall’evento più imminente (lunedì!-ma non posso svelarvi niente-) al prossimo fine settimana appunto fino ad arrivare a quello che per ora dista di più e cioè -21, dato che fra tre settimane per la prima volta io e il mio boy ce ne andremo a Berlino! Non vedo l’ora di visitare finalmente questa meravigliosa città di cui tutti mi parlano e nonostante io sia già terrorizzata per il freddo mortale che prevedo di sentire sono elettrizzata al solo pensiero quindi se avete qualche suggerimento di negozi/ristoranti/musei/monumenti/postidanonperdereassolutamente scrivete scrivete scrivete!

Basta coi voli pindarici e torniamo con la mente al presente. Devo mostrarvi un sacco di cose ma di foto ne ho fatte pochissime quindi so già che devo rimediare, non sprecatevi a dirlo, ma per ora faccio ciò che posso!
Ricordate quando vi dissi che avevo fatto il mio primo ordine su Zalando?

Processed with VSCO with hb1 preset

Tadàà! Eccole qui le slip on che esigevo da una vita, che avevo visto da Zara e mi ero lasciata sfuggire e quando meno me l’aspettavo sono comparse di fronte ai miei occhi nella sua purezza e bellezza :D!

Comunque, devo dire che mi sono trovata davvero benissimo. Servizio super veloce ed efficente, packaging idem e qualità del prodotto ottima. Dato che però mi sentivo giusto un attimo in colpa nei confronti di Asos proprio ieri ho fatto un ordine anche da loro ma giusto perchè continuavano a mandarmi mail “tutto al 50% e non solo”, mica per altro eh :D!

Adesso però mi sento in dovere di pubblicare degli scatti fatti una settimana fa proprio qui fuori al parco da Isil  -quando ancora faceva caldo :(- in cui vi farò vedere non solo uno spolverino acquistato da Primark quando andai a Londra ma anche una borsa di cui mi sono follemente innamorata della marca Heimat – Atlantica e che trovate sul nostro sito a questo indirizzo :
http://store.wallpaper.com/travel/luggage-and-bags/%27amor%27-bag-natural-and-reed-HEAT16AMO835RED.html#q=bags&start=1

e già che è arrivata in studio per uno shooting volete che non ne ho approfittato per farci qualche scatto insieme?
Fra l’altro immagini che sul mio instagram hanno già spopolato quindi non capisco cosa stiate aspettando per correre sul mio profilo!

Processed with VSCO with a5 preset

Processed with VSCO with c1 preset

Processed with VSCO with c1 preset

Processed with VSCO with a5 preset

Shoes: Vans 
Socks: Calzedonia
T-shirt: Zara
Jacket: Primark
Trous: Primark

FASHION WEEK IS OVER!

Ce l’abbiamo fatta, finalmente dopo tre settimane intense di sfilate e quant’altro siamo giunti alla fine. Anche questa fashion week è finita e Parigi ha portato con se molte bellezze e qualche delusione -ovviamente parlo per me- ma ora abbiamo il quadro completo delle nuove tendenze previste per la prossima Spring Summer -che non vedo l’ora che arrivi dato che questo autunno appena iniziato m’ha già stufato-.

Non vorrei tartassarvi troppo con le parole quindi piuttosto farei parlare le mille immagini che ho scelto fra quelle che mi hanno colpito di più e vi dirò che sono particolarmente entusiasta di questa fine per non vedere più quella faccia di merda di Gigi Hadid ovunque.

Balenciaga:

Balmain: (mon amour)

Carven:

Hussein Chalayan:

Chanel:

Dior:

Elie Saab: (tipo una delle più belle ever)

Ellery:

Haider Ackermann:

Kenzo:

Lanvin:

Louis Vuitton:

Maison Martin Margiela:

Alexander Mcqueen:

Olympia Le Tan:

Rick Owens: (my love)

Saint Laurent: (ma Yves quando torna?)

Valentino:

Yohji Yamamoto:

Y-Project:

WELCOME OCTOBER!

Che poi, Welcome solo per essere gentili e non farlo sentire di meno degli altri mesi dato che Ottobre -come Novembre Gennaio e Febbraio- è un mese che detesto, odio, non sopporto e tutti i sinonimi del caso. Inizia a far freddo, bisogna mettere i collant sennò ti viene la broncopolmonite, le giornate di sole pian piano svaniscono, arriva la pioggia e io divento inevitabilmente insopportabile.
Ci sono solo tre note positive: riiniziano tutti i miei telefilm preferiti, il colore delle foglie in autunno è meraviglioso e posso tornare a vestirmi in total black senza sentirmi dire niente dietro perchè andando incontro all’inverno il nero è sempre giustificato.

Per fortuna però che ancora il tempo ci sta regalando dei giorni super soleggiati e tendenzialmente caldi e io posso continuare a sfoggiare pezzi forti che tengo nel mio armadio/nuovi acquisti ed è ancora molto piacevole passeggiare in centro senza madonne continue causa ombrelli, gelo fuori e 100 gradi dentro i negozi, mani ghiacciate e piedi zuppi. Nonostante questo però, ho approfittato della giornata di sabato -dato che è uno dei pochi giorni dei weekend del mese in cui sono riuscita a stare a casa- per iniziare a fare il cambio di stagione eliminando, purtroppo, tutte quelle leggerezze che non è più il caso di tenere nell’armadio preparandolo a tutte le new entry che arriveranno 😀
Ma mentre siamo qui in attesa di maglionI, lane, giacche e chi più ne ha più ne metta, vi propongo questo look che ho sfoggiato per l’appunto ieri pomeriggio il cui pezzo forte sono senz’altro le meraviglie stile Dorothy che porto ai piedi, ma non sottovalutiamo gli altri masterpieces del mio outfit acquistati tramite instagram (ve l’ho detto che lo faccio sempre!) dall’account 333hope333. 

Processed with VSCO with hb1 preset

img_9114img_9123img_9124

Eccole qui, finalmente le ho potute sfoggiare!
Le tenevo nella mia preziosa cabina armadio da inizio settembre e ieri è stata la giornata giusta per mostrarle al mondo e ricevere innumerevoli complimenti a riguardo. Sono ballerine con un pò di tacco, laces up in velluto rosso. E’ stato amore a prima vista quando le ho adocchiate sul sito di Bershka e ancora di più quando le ho viste in negozio e provate e nonostante i miei piedi ora siano pieni zeppi di vesciche io le amo!
Come amo anche gli altri pezzi che mi sono arrivati la scorsa settimana dopo varie peripezie dei corrieri e cioè borsa e t-shirt che quando ho potuto stringere fra le mie mani mi sentivo un pò come la pubblicità di Zalando..e proprio a proposito di Zalando, venerdì ho fatto il mio primo ordine dato che finalmente sono riuscita a trovare le scarpe che cercavo da secoli, per di più scontate di un ottimo 40%.

In realtà avrei voluto parlarvi della fashion week ma dato che quella di Parigi è interminabile e nonchè la più bella, sto raccogliendo tutte le immagini fino a chiusura così che in un post solo potrò condividere tutti i miei best of (nonostante per la prima volta nella vita io sia rimasta profondamente delusa dal mio amore Givenchy) quindi nel frattempo mi porto avanti mostrandovi vari suggerimenti di look dato che era un pò che non lo facevo e ne arriveranno altri a breve so…stay tuned!