MILAN FASHION WEEK: LAST CALL

Come previsto sono rimasta super indietro con la fashion week tra impegni vari, weekend di relax, lavoro e quant’altro. Mi sto destreggiando tra prenotazioni d’alberghi, ricerche d’aerei, progetti e chi più ne ha più ne metta e non so come sono anche riuscita a trovare il tempo di guardare queste mille sfilate e cercare tra le passerelle i miei look preferiti.

Prima di parlarvi di questo però, volevo darvi la vera novità e cioè che troverete dei miei articoli scritti per il magazine online “Pepite per tutti” in cui tratterò argomenti di moda, darò suggerimenti di look o semplicemente parlerò delle nuove tendenze a cui andremo incontro.
A questo link : http://www.pepitepertutti.it/trend/qui-trend-mom-jeans/
potete trovare il mio primo articolo che mi sono divertita tantissimo a scrivere e che mi introduce in questo nuovo percorso 🙂

Tornando per un attimo a Milano e alla sua fashion week, prima di mostrarvi i miei best delle nuove collezioni, vorrei condividere con voi questo articolo : http://www.huffingtonpost.it/2016/09/27/i-giornalisti-di-vogue-co_n_12215682.html
che tratta la rivolta da parte dei giornalisti di Vogue contro le fashion blogger, alle quali vengono rivolte parole tipo queste:
“È una situazione schizofrenica, e non può essere positivo. Nota per i blogger che cambiano da testa a piedi i loro outfit sponsorizzati ogni ora: Finitela. Trovatevi un altro lavoro. State dichiarando la morte dello stile”.
Ora, sono pronta anche a sentirmi dire “perchè tu cosa sei?” dato che 3/4 delle persone su questo pianeta purtroppo è ignorante (nel senso che ignora) e non sa assolutamente cosa vuol dire lavorare nella moda barra non ha la più pallida idea di quello che succede e di come funziona tutto il fashion system.
Bene, non che io sia nata imparata o ne conosca a pieno il significato ma di una cosa sono certa: TheFtaste non nasce per essere un fashion blog e io non voglio esserlo. Mi piace condividere la mia vita, raccontarla, dare dei suggerimenti di stile e perchè no anche mostrarmi..ma tutto questo rimane un hobby e viene senza dubbio messo in secondo piano perchè io, anche se non mi piace, un lavoro ce l’ho! Purtroppo invece dobbiamo renderci conto che il mondo è pieno di ragazze impazzite che alla domanda che lavoro fai ti rispondono fashion blogger quando in realtà non fanno assolutamente nulla nella loro vita se non sperperare i bei soldoni di mamma e papà e pensano di essere la nuova Chiara Ferragni (sai che culo poi..). Ragà ve vojo dì na cosa. NO! La verità è che non siete un cazzo di nessuno ed è inutile che rischiate di essere investite pur di farvi fotografare perchè indossate quattro piume rosa o altre cacate del genere solo per apparire su qualche sito. Fateve na vita, trovateve un lavoro e fatela finita!

E ora che ho finito col mio momento di odio verso il mondo intero, beccatevi qua na sfilza di foto infinite di questa MFW! Anzi, giusto per essere ancora un pò borbottosa, diciamo un grande stop e un grande no, tutti insieme, alla presenza assillante di Gigi Hadid in tutte le sfilate perchè una modella così brutta poche volte nella vita.

Antonio Marras:

Aquilano.Rimondi:

Au Jour Le Jour:

Bottega Veneta:

Dsquared:

Ermanno Scervino:

Giamba:

Jil Sander:

Marni:

MSGM:

Francesco Scognamiglio:

Versace:

E per ultimi lascio i miei preferiti, che da un pò di anni a questa parte stanno continuando a stupirmi soprattutto per la loro comunicazione e ricchezza..probabilmente anche interiore. Dopo quella cena in Montenapoleone poi..credo di amarli ancora di più!

Dolce e Gabbana:

DISCOVERING ITALY : PRE’ SAINT DIDIER – COURMAYER

Sulle note di una delle mie canzoni preferite partorita dalla mente geniale di Lorenzone Jovanotti alias zeppolone d’Italia nel lontano 97, vi racconto in questo soleggiatissimo e ultimo Lunedi di Settembre il weekend trascorso che come vi avevo accennato, sarebbe stato di relax puro.
Premetto che non sono mai stata una tipa da montagna ma semplicemente perchè da bambina stavo sempre male e quindi ogni volta che i miei organizzavano un qualche weekend di sciate e chalet io riuscivo costantemente a svegliarmi con 39 di febbre e quindi addio sogni di gloria e weekend innevati. Dopo innumerevoli volte che questo episodio si è ripetuto, ovviamente non sono più stati organizzati weekend fuori porta e io, essendo una grande se non grandissima amante del mare, non ho mai nemmeno messo in conto l’idea di andare in montagna a passare dei fine settimana o delle vere e proprie vacanze con sci ai piedi e zuppe a pranzo e cena.

C’è da dire però che negli ultimi anni pian piano sto riscoprendo anche questo nuovo mondo e indovinate un pò? Mi piace pure tanto! -Solo d’inverno però, tengo a precisare-
Soprattutto se non bisogna scarpinare ma si può approfittare di quello che offre il paese e passare il tempo a godersi il paesaggio..chiaro poi che il contorno migliore lo da una bellissima giornata di sole proprio come quelle che abbiamo sempre trovato nei nostri soggiorni montanari. Quest’ultimo poi è stato ancora più bello dato che non solo il sole regnava sovrano su di noi, ma per di più abbiamo passato una giornata incantevole alle terme QC a Pre Saint Didier.
Un vero e proprio angolo di paradiso di cui bisognerebbe approfittare più spesso anche qui a Milano (queste terme sono ovunque, basta andare sul sito per rendersi conte di quante sedi hanno!) per passare dei momenti di relax puro, prendersi un momento per se stessi dimenticandosi per un attimo del caos e la nevrosi cittadina e di essere in città.
Sicuramente però non porterebbe lo stesso benificio dal momento in cui Pre Saint Didier offriva un indromassaggio vista Monte Bianco davvero impagabile. E’ stato tutto perfetto, dall’accoglienza al buffet (solo cose super light non fatevi ingannare!) alla pulizia, le vasche all’esterno –appunto-, all’interno, e a tutti i servizi offerti. Per concludere in meraviglia alle 21 ci siamo lasciati coccolare da un perfetto massaggio di coppia e se proprio devo trovare una pecca nella giornata è stata la quantità d’olio usata in questi ultimi 50 minuti di permanenza dato che, una volta finito, mi sentivo come un filetto riomare inscatolato 24 mesi (non vi dico cosa mi è passato per la mente quando tutto quell’olio si è riproposto non solo a fiumi sul mio corpo ma anche sui capelli…).

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

Ieri invece gita sul Monte Bianco per visitare il giardino botanico e a parte i momenti iniziali di panico e paura che mi hanno accompagnato durante il percorso in funivia è stata un’esperienza unica per chi come me non aveva mai avuto modo di provarla! Il paesaggio era pazzesco, la vista mozzava il fiato e l’aria che si respira lassù ti riempie davvero i polmoni! Aggiungiamo poi una visitina a Courmayer e altro che lo schifo che respiriamo ogni giorno in città..basta che poi danno la colpa al fumo!

Vi lascio qui con qualche scatto fatto in questi giorni e spero che, pur essendo lunedi, possano aiutarvi a viaggiare un pò con la mente e aiutarvi ad affrontare questa lunga settimana che verrà.

Processed with VSCO with hb2 preset

img_9044

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

 

MILAN FASHION WEEK

Eccola, finalmente (o purtroppo) è arrivata anche da noi la temutissima fashion week.
Traffico che boh, non ve lo dico nemmeno, tacchi ovunque, eventi anche sotto i ponti e sfilate continue che non gli sto dietro. E’ iniziata da due giorni e già non ci sto capendo niente, per di più vivendola anche da lontano! Ma come se fa a sta dietro a sta moda?

Mi ritaglio un momentino in pausa pranzo per mostrarvi i nomi che hanno concluso Londra e stanno sfilando qui che mi hanno entusiasmata particolarmente.
Per il resto poi ci si aggiorna lunedi dato che domani me ne vado alle terme sul Monte Bianco e non voglio saperne di nulla se non di godermi il relax, il paesaggio e quello che offre la natura. Caos e nevrosi cittadina, statemi lontani!

Marques’ Almeida:

Simone Rocha:

Burberry:
Non ve lo voglio ma soprattutto posso nemmeno dire quanto cavolo mi è piaciuta questa sfilata! Mi sono sentita male!

E ora veniamo alla capitale della moda italiana.

Alberta Ferretti:

Armani:
Re Giorgio non mi delude mai nelle ultime stagioni!

Fendi:

Gucci:
Alessandro Michele io ti amo!

Moschino:

No 21:

Prada:

Sono di corsissima per cui vi auguro un buon weekend a risentirci la prossima settimana con tante novità!! 🙂

Bananas e Isola D’Elba

E’ il 21 Settembre e devo necessariamente arrendermi al fatto che l’estate è ufficialmente finita e nel caso in cui non fosse già duro il solo pensiero, ci si mette anche un tempaccio da autunno inoltrato a peggiorare il mio umore già abbastanza precario.
Se c’è una cosa che però mi consola, è che oggi inizia la fashion week qui a Milano e quindi un pò mi rallegra pensare alle invasate fuori dalle sfilate che pur di mettersi in mostra e farsi fotografare staranno gelando nei loro sandaletti con i piedi fradici dalla pioggia 😀
Al contrario mio che stamattina ho ben pensato di ritirare fuori le mie lovely Doc Martens che mi accompagneranno per i prossimi mesi.

Ma tralasciamo i dettagli odierni e veniamo al dunque!
Come vi avevo accennato, vi avrei dovuto raccontare e mostrare un pò di cose questa settimana per cui eccomi qui.
Inizio col raccontarvi che lo scorso weekend sono tornata, dopo anni e pochissimi ricordi, all’isola d’Elba. Di certo avrei potuto aspirare a un clima più gradevole e a temperature più adatte per un weekend al mare ma per fortuna un giorno di sole ci è stato concesso.
Premetto che nonostante ci fossi già stata, come scritto sopra, non ricordavo assolutamente nulla di questo piccolo angolo di paradiso quindi sono stati due giorni di scoperte continue -e non smetterò mai di dire che non ce ne rendiamo conto ma siamo super fortunati ad avere certi posti incantevoli in Italia-. Abbiamo alloggiato all’hotel Le grotte del paradiso posto esattamente al centro del golfo più al nord dell’isola, a dieci minuti in macchina da Portoferraio. Si tratta di una struttura composta da più casettine, posizionate un pò random nel terreno intorno, e hanno tutte una favolosa vista mare e secondo me la location da il meglio di se in pieno Giugno/Luglio.
Da lì è facile raggiungere quasi tutte le zone prettamente turistiche dell’Elba (non che l’isola sia enorme..) e noi ne abbiamo approfittato per visitare i paesi più carini e consigliati per cui abbiamo girato Capoliveri, Marina di Campo, Porto Azzurro e per ultimo Portoferraio senza però lasciarci sfuggire una delle spiagge più quotate dell’Isola e cioè L’Innamorata, vicino il lido di Capoliveri.
Purtroppo non posso consigliarvi nessun ristorante perchè non ce n’è davvero nessun posto dove abbiamo mangiato che mi ha colpito particolarmente, ma di sicuro 4 stelline su 5 l’albergo se le merita anche solo per la vista mare mentre degusti la colazione.

Processed with VSCO with hb2 preset

Processed with VSCO with hb2 preset

Vero o no? Darei oro per poter bere un caffè con questo paesaggio ogni giorno!

Qui invece vi mostro uno dei miei acquisti meglio riusciti di quest’estate e che purtroppo ho potuto mettere solo questo sabato dato che l’ordine ci ha messo piu tempo del previsto ad arrivare. Mi ero ripromessa di comprare dei costumi interi quest’anno e quindi girando online mi sono perdutamente innamorata di quelli presenti sul sito Zaful. Peccato che, appunto, li ho ricevuti praticamente il giorno prima di rientrare a casa quindi per ottimizzare avevo acquistato approfittando dei saldi quello di Calzedonia che avete potuto vedere in qualche immagine pubblicata nel post al mio rientro dalle vacanze. Questo è solo uno dei due che ho ordinato dato che con l’altro ci sono stati dei problemi di taglia, ma cose ordinarie per gli acquisti su internet!!

Processed with VSCO with hb1 preset

Processed with VSCO with hb1 presetMi piace davvero da morire soprattutto amo l’incrocio dietro..forse l’unica cosa che mi lascia un pò titubante è la larghezza sul sedere ma vabbè, meglio quello che il culo totally out! 😀 Fra l’altro in queste foto potete anche vedere qualcuno in più dei miei tattoos che di solito rimangono ben nascosti dagli indumenti!

Tornando invece ai giorni soleggiati che hanno preceduto queste temperature tipiche dell’autunno inoltrato, vi mostro di seguito qualche scatto fatto la scorsa settimana in cui mi sentivo particolarmente teenager e quindi ho sfoggiato i miei pezzi forti per tornare a sembrare una ventiduenne a tutti gli effetti.
Non so voi ma io ogni tanto ho bisogno di questi look tipicamente adolescenziali per non sentirmi del tutto vecchia e dimenticare che incombe l’incubo dei 28 anni fra sei mesi..e cosa c’è di meglio di questa maglia con stampa bananosa?

Processed with VSCO with hb1 preset

img_8921img_8922Banana T-shirt : Zara
Belt/Backpack : H&M
Skirt: Asos
Shoes: Vans

NY/LONDON FASHION WEEK

Momento momento momento momento.
Abbiamo già superato la metà di Settembre, sta per finire l’estate, oggi è lunedi e iniziamo con i primi freschetti?
Se posso parlare a nome del mondo intero, direi che non ci siamo proprio..Soprattutto perchè sono reduce dall’ultimo weekend al mare della stagione (che poi per fortuna le temperature mi hanno graziato almeno sabato!) e il solo pensiero che non ce ne saranno più fino ad almeno i prossimi 10 mesi mi crea del disagio che non potete nemmeno immaginare ma di questo vi parlerò la prossima volta!
Oggi invece, come si può intuire dal titolo del mio post, continuo a concentrarmi sulle fashion week in corso e nonostante io sia stata un pò assente e impegnata, ho avuto comunque modo di recuperare e fare una full immersion nelle sfilate che hanno concluso la NYFW e iniziato le passerelle londinesi (tra le mie preferite, btw).
Come al solito su alcuni brand mi sono fatta prendere la mano e ho salvato di tutto e di più mentre altri non mi hanno convinto per niente, ma le mie certezze soprattutto sui miei preferiti non crollano mai!

Per ora vi mostro i miei favourite tra le ultime uscite newyorkesi :

Anna Sui:
Solitamente non mi entusiasma più di tanto ma trovo questa collezione una vera bomba!

Coach 1941:
Brand conosciuto principalmente per le borse, che realizza dal 1941 appunto, e che non ho mai preso in considerazione dal punto di vista dell’abbigliamento ed evidentemente ho sempre sbagliato perchè se tutte le collezioni sono state come questa allora non devo più staccarmi dal pc!
Sarà l’influenza fortemente punk/gotica di questa sfilata, sarà la presenza dei miei elementi preferiti, ma tutto questo insieme di trasparenze, nero, silhouette over e borchie la rendono davvero strepitosa!

Delpozo:
In totale contrapposizione a quanto visto sopra, mi sono innamorata anche di questa ss proposta da Delpozo, brand spagnolo che ci propone una prossima primavera estate completamente pura con colori pastello accesi che interrompono la monotonia del bianco onnipresente. Trovo le forme e le silhouette scelte davvero interessanti e molto chic. Mi direte voi, ma come fa a piacerti considerando quanto scritto sopra?
Sono eclettica, fatevene una ragione!

Marchesa:
Sono innamorata follemente di tutti questi abiti che non hanno nulla da invidiare ai migliori haute-couture di Luglio. Li trovo estremamente raffinati ed eleganti ma con quel tocco di stile di cui hanno bisogno per differenziarsi da tutti gli altri. Non ce n’è uno fra questi che ho scelto che non metterei!

Rodarte:
Come vi accennavo a Febbraio, ho sempre provato dei sentimenti molto contrastanti su questo brand fondato nel 2005 dalle sorelle Mulleavy ma nelle ultime stagioni mi stanno convincendo sempre più e anche questa volta hanno spaccato!

Vera Wang:
Ora, vogliamo davvero parlare di questa collezione? No perchè io ho perso le parole dalla prima uscita. Scorrevo le foto a bocca aperta e l’unica  cosa che riuscivo a fare era tastodestro/salvaconnome e a momenti rischiavo di intasare l’hard disk ma alla fine sono  riuscita a scegliere i miei preferiti e devo dirlo, questa selezione è stata la più dura fra tutte.

Marc Jacobs:

E’ con lui che si è conclusa la NYFW e anche in grande direi data la particolarità di questa collezione. Acconciature piene di dread colorati in stoffa, tessuti e cromie accecanti, look da manga giapponese ed è subito un successo pazzesco!

Preen by Thornton Bregazzi:

Sulla falsa scia di Marc, troviamo questa sfilata direttamente da Londra, capitale delle fashion week più stravaganti e innovative. Io trovo meraviglioso tutto, dai tessuti alle stampe ai colori e poi lo sapete…datemi un paio di stelle e sono perdutamente vostra!

Mary Katrantzou:
Una delle designer più amate dalle star, fortemente ispirata al mondo greco e alle architetture locali e non solo che ha lanciato veri e propri trend. Un pò Missoni un pò Moschino, io amo questa collezione, punto.

Gareth Pugh:
E poi c’è lui. L’amore della mia vita, una delle mie ispirazioni maggiori , colui che crea anche mentre dorme e che tagliando un tessuto crea un capolavoro.
Grazie Gareth per non avermi delusa nemmeno questa volta

 

Per ora devo abbandonarvi ma non preoccupatevi, questa settimana sarò attivissima perchè devo raccontarvi moooooolte cose!
Buon lunedì a tutti!

NY FASHION WEEK

Purtroppo o per fortuna siamo di nuovo in quel periodo dell’anno in cui le passerelle si riempiono di figurini che sfilano con le novità previste per la prossima SS, francamente periodo che non vedo l’ora che arrivi! E’ praticamente appena passata l’estate e già ci mostreranno quello che sarà il trend tra 8 mesi a questa parte, non si riesce proprio a star dietro a queste fashion week!
E’ il turno di New York, che ha aperto le danze a designer e modelle lo scorso 6 settembre e le chiuderà dopodomani lasciando così le porte aperte a Londra, Milano e Parigi.
Fortunatamente ad arrivare qui mancano ancora più o meno 10 giorni quindi posso respirare libertà ancora per un altro pò prima di trovarmi circondata da blogger impazzite e robe improponibili che mi circondano e ancora più fortunatamente quel weekend non sarò in città (ma la vera domanda è, quale weekend sarò qui?) quindi ciao ciao delirio della mfw!

Ma tornando a noi! Oggi ho finalmente trovato un momento per sedermi e guardare chi ha sfilato fino ad oggi -anzi, ad ora- e nonostante non sia mai stata un’amante delle passerelle newyorkesi, devo dire che stavolta qualcuno è riuscito a impressionarmi..e mancano ancora un bel pò di artisti quindi se questi sono i presupposti partiamo bene!

Alexander Wang:

Carolina Herrera:
No ma parliamone pure, senza indugi, della bellezza dei look delle due immagini grandi

DKNY:
Mai stata fan di questo brand ma questa collezione mi ha lasciata davvero a bocca aperta!
E’ davvero un ottimo compromesso tra streetwear-sportswear e look fashion..adoro!

Monse:
Un brand da poco arrivato sugli scenari che trae l’ispirazione delle sue creazioni dalle donne forti che, a detta loro, “dare to express themselves and who appreciate the unexpected”.
Il loro punto forte è la potenza dei loro abiti e le proporzioni architettoniche sempre presenti e i colori forti e vibranti. Il loro obiettivo è che la donna -vista come musa- che indossa i suoi abiti si senta a proprio agio e  forte all’interno di essi.
E vi dirò, non mi dispiace per niente!

3.1 Phillip Lim:
E niente, indosserei ogni pezzo..soprattutto le scarpe che esigo!

Proenza Schouler:
Inutile dire che sono fortemente attratta dalle righe e dai colori di questa collezione e che vorrei ogni singolo pezzo mostrato qui sotto..

Tory Burch:
Fa un pò molto/troppo Dolce&Gabbana fra Capri e Sicilia..ma forse essendo ancora lì con la mente è proprio per questo che mi piacciono questi capi!


A risentirci con le prossime passerelle e con moooooooooolte novità!

 

White Dress and tapas

Ebbene si, settembre è iniziato da otto giorni e io continuo a pensare imperterrita al mare e al desiderio di partire ma per fortuna non manca molto a un’altra weekend fuori porta.
L’abbronzatura sta pian piano svanendo e non sono assolutamente d’accordo con questa presa di posizione della mia pelle che decide di schiarirsi per conto suo senza interperllarmi, passo le mie giornate tra momenti di gioia a momenti di baratro il tutto progettando continuamente i mesi futuri.
Ho in mente grandi progetti ma non ve li svelo, mai sia che poi mi venite a dire “eh ma l’avevi scritto poi non l’hai fatto” 😉 quindi per ora li tengo per me e per quei pochi che ne sono a conoscenza e vedremo se mai riuscirò a realizzarli.

Ho passato il weekend a camminare, camminare e camminare e non ho potuto fare a meno di girare per negozi i quali, ovviamente, non mi hanno delusa..anzi! Vi mostrerò le meraviglie acquistate prossimamente e per darvi un indizio vi dico che non vedo l’ora mi passino queste immense vesciche ai piedi per poterne sfoggiare uno..(: Si, incorreggibile credo sia il termine giusto per definirmi.
Se c’è un mese che adoro per fare shopping è senza dubbio settembre, quando ancora si trova qualcosa di estivo ma iniziano a spuntare i primi capi autunnali che svelano le tendenze invernali e ci preparano psicologicamente ai mesi che verranno.
Il vero problema, però, è che io non sarò psicologicamente pronta finchè ci sarà questo sole che mi sveglia al mattino e che mi accompagna tutto il dì quindi dovrò semplicemente aspettare il momento giusto e realizzare che “l’estate sta finendo e un anno se ne va”.

Anche se effettivamente questo è il pensiero a cui dovrò arrendermi fra non molti giorni, per ora continuo a vivermi l’estate a pieno e lo si può intuire facilmente da quello che indosso. Ieri ad esempio non ho potuto fare a meno di sfoggiare questo meraviglioso vestito acquistato un anno fa su Asos e utilizzato solo da poco e la cosa che più mi piace di questo abito è la sua versatilità. La prima volta infatti l’ho abbinato a dei sandali mediamente alti, ieri invece ho scelto delle semplicissime Converse -che ho da 10 anni che ci crediate o meno e che sono praticamente nuove- e vi dirò, mi è piaciuto ancora di più nonostante sia ancora indecisa se fa più sposina anni 40 o prima comunione 😀
241

Non posso lasciarvi però senza raccontarvi la mia esperienza di ieri sera da “Gesto“, locale scoperto per caso girovagando per internet situato vicino Viale Piave che offre, oltre a una location davvero suggestiva, un menù a base di tapas.
Con un’ispirazione spagnola, gesto propone i così detti stuzzichini iberici, un pò rivisti e italianizzati con abbinamenti davvero sfiziosi e la scelta è fra tapas a base di carne, pesce o verdure senza dimenticare i dessert. Altra sfiziosità, si ordina scrivendo by yourself su una lavagnetta che verrà consegnata al cameriere, peccato che ieri la nostra si sia, non so come, persa e abbiamo aspettato un’ora e passa per ricevere i nostri piatti. Attesa a parte però, sicuramente da riprovare. Come convincervi? Cocktail buonissimi (è difficile che mi piacciano le proposte dei barman, ma questo era davvero pazzesco) e prezzi stracciati che variano dai 3.50€  un massimo di 5€ a piattino.

Ah, dimenticavo! Ho scoperto una nuova app fighissima che is chiama 21 buttons in cui condividere i propri outfit, taggare i brand, salvare i preferiti degli altri e volendo anche comprare ciò che ti piace grazie ai tag di chi segui perciò cosa aspettate? Se l’avete anche voi cercatemi! Mi trovate sotto il nome di “fraisastar”, ovviamente 😉

WELCOME (back to me?) SEPTEMBER!

E’ dando il benvenuto a Settembre che torno a rompervi e scrivere. Chiedo perdono per la mia lunga assenza ma come vi avevo accennato non ho avuto il computer durante le ferie
-etantomenolovolevo- e il rientro è stato abbastanza traumatico quindi ho dovuto prendermi dei giorni per ristabilire un ordine mentale e realizzare che è tutto finito e che chissà se e quando torneranno delle vacanze soleggiate e marine.
Sento già svanire pian piano l’abbronzatura invidiabile che mi ha accompagnata durante il mese di Agosto e il rumore delle onde probabilmente è già un ricordo lontano, il mio umore non è dei migliori -senonfossechiaro-,  e oggi è iniziato Settembre, un mese che amo et odio allo stesso tempo.
Non è mai stato uno dei miei preferiti ma tutto sommato è l’unico in cui ancora si respira un’aria parzialmente estiva e che ti permette ancora qualche weekend al mare, di sfoggiare ancora le gambe senza collant e uscire senza giacca. Allo stesso tempo però non dimentichiamo che ha sempre portato con sè solo cattive notizie: rientri a scuola, università, lavoro e chi più ne ha più ne metta.

Cercando di non pensare alle mie prossime vacanze che vedrò col binocolo, vi parlerò di quelle appena passate. Voi come avete trascorso il mese più atteso di sempre?
Io nella ridente casa che mio nonno ha gentilmente comprato anni fa, in Sicilia, terra delle mie origini e a cui sono profondamente legata. Come un paio d’anni a questa parte io e il mio boy abbiamo deciso di prenderci qualche giorno di vacanza dentro la vacanza e spostarci verso altre mete oltre il profondo sud..Dopo aver fatto un giro meraviglioso ma super stancante, appunto, due anni fa, e aver scoperto posti incantevoli non vogliamo più farci sfuggire nulla di questa meravigliosa isola e così ogni anno partendo da casa ci dirigiamo verso nuove mete per girarla a 360°. Mentre il 2014 è stato il più intenso dal momento che ci siamo concessi un vero e proprio tour coast-to-coast visitando, in ordine : Piazza Armerina, Agrigento (e relativa valle dei templi e scala dei turchi), Trapani, Erice, San Vito Lo Capo, Monreale, Palermo (e Mondello), Capo D’Orlando e concludendo con Taormina, l’anno scorso abbiamo deciso di non allontanarci molto e così abbiamo optato solo per una notte fuori ad Acireale. Non che sia stata una mossa sbagliata dato che essendo tutti posti molto piccoli e facilmente visitabili in poche ore, in un giorno siamo riusciti a goderci Acireale, Acicastello e Acitrezza e il suo mare cristallino.
Paesaggio molto bello e suggestivo ma non quanto la leggenda dei suoi faraglioni e per chi non la sapesse:
“Dell’amore tra il pastore Aci e la bellissima ninfa Galatea narra Ovidio nelle sue Metamorfosi. Ma anche il Ciclope Polifemo è innamorato di Galatea ed accecato dall’ira, lancia contro il pastore un grosso masso uccidendolo. Il sangue di Aci verrà trasformato da Nettuno in un fiume e Galatea in schiuma d’onda affinché possano incontrarsi per sempre.
La leggenda narra che il Ciclope Polifemo, in preda alla collera per essere stato accecato da Ulisse, abbia scagliato dei grossi massi contro le sue navi, dando origine ai Faraglioni  attualmente antistanti AciTrezza.”

Quest’anno, invece, abbiamo optato per una scelta più saggia. Non un giorno, non una settimana. 3 giorni e 2 notti, l’indispensabile per tornare a Trapani (meta inizialmente scelta con un altro obiettivo) e rivisitarla in tutto il suo splendore, spostarci verso calette dall’acqua trasparente nei pressi di Scopello, muoverci fino a Cefalù e apprezzarne ogni cosa. Dal centro storico alla parte moderna, dalle villette a ridosso del mare a esso stesso, blu come una piscina nonostante sia a due passi dalla superstrada.
Non ci siamo fatti mancare poi come ogni anno una visita in una delle spiagge più belle distanti venti minuti da casa e ovvero San Lorenzo e una scappatella a Marzamemi, un paese davvero unico che adoro e che ti catapulta grazie ai suoi colori alla Grecia.

Sembra che io faccia parte dell’Alpitour a raccontarvi tutto questo ma ci tengo davvero a “promuovere” la mia terra d’origine che non è solo arancini cannoli e mafia ma nasconde tanto tanto altro e non ha nulla da invidiare alla Grecia o alla Spagna o a qualsiasi altra meta tanto ambita ad Agosto. Il nostro Paese starà anche andando in rovina e soprattutto noi giovani espatriamo non appena possibile (non è un moralismo perchè lo farei anche io eh) ma dobbiamo cercare, almeno noi italiani, di difendere quello che abbiamo e apprezzarlo perchè se non siamo i primi a farlo non andremo da nessuna parte, e soprattutto facciamolo prima che un qualche disastro ambientale distrugga tutto, come è successo pochi giorni fa.

Discorsi commoventi e/o moralisti o meno a parte, vi lascio ora con un pò di foto fatte in giro che almeno oggi mi faranno rivivere qualche momento indelebile di quest’estate passata e spero che facciano lo stesso anche con voi 🙂