Last call for London

Il mio countdown sta man mano andando a scemare e manca sempre di meno al mio weekend britannico, tant’è che sono stata perfino accusata di essere molto distratta e poco sul pezzo (vero Raffa?).
Bè, comunque! Finalmente ci siamo lasciati alle spalle il mese più temuto insieme a Settembre, e cioè quello in cui devi ricominciare la vera routine dopo giorni di inattività, riposo e cibo. January, you are OVER!
Il tempo continua a rimanere instabile e altalenante e si alternano giorni infuocati dal sole e altri pieni di nebbia umidità e pioggerellina che, se usi l’ombrello ne esce asciutto ma se fai la donnavventura senza, ti ritrovi con in testa un insieme di capelli che si sfanculano l’un l’altro…come ovviamente la sottoscritta.
Fortuna però che dopo una giornata veramente merdosa come quella di sabato, domenica ci ha offerto un cielo limpido e un sole pazzesco. Infatti dopo un lauto pranzo un pò per digerire, un pò perchè erano due mesi che non andavo, abbiamo fatto una passeggiata tra le bancarelle del mercato vintage di cui vi avevo già parlato sui navigli e strano ma vero sono riuscita a trovare un’occasione top su una collana pagata la modica cifra di 8 euro..e non oso immaginare quanto altro troverò sabato e domenica girando tra portobello e candemn..Ho già avvertito mamma di partire con una valigia semivuota così che possa riempirla io con tutte le cose che comprerò 😀
Per l’appunto sono già indecisa su come riempire la mia, di valigia. Non so se sono solo io ma per me è molto più facile preparare la valigia per un periodo lungo piuttosto che per soli due giorni..mi capita sempre che finisco per mettere dentro di tutto senza fare un’accurata selezione delle cose indispensabili. Scelgo l’outfit del giorno, quello della sera, gli accessori e le scarpe da abbinare tant’è che alle volte corro perfino il  rischio di star via due giorni ma porto con me 3 scarpe..insomma un vero delirio! Non parliamo poi di quando si parte d’inverno! I dubbi si insinuano ancora di più nella testa con quesiti del tipo “con quale cappotto parto?”, “avrò freddo?”, “ma se metto questo non posso portare i maglioni lunghi perchè escono dalla giacca” “no questo non sta bene con i cappelli che voglio portare” “ma il maglione 100% lana basterà?” C’è da dire però che essendo ormai abituata a viaggiare spesso da 7 anni a questa parte e a fare e disfare continuamente i bagagli, superata l’angoscia iniziale dell’ “Ok, cazzo mi porto?” la mia valigia presenta un ordine invidiabile ai più e soprattutto riesco perfino a ricevere i complimenti da mia mamma (la persona più ordinata dell’universo intero) ma le maledizioni dal mio ragazzo che non si lascia mai sfuggire un “guarda che dobbiamo star via due giorni, quanta roba ti stai portando?” Ditemi che non sono l’unica a vivere attimi di panico quando si arriva a questo fatidico momento o inizio a preoccuparmi sul serio. Già nell’ultimo periodo la mia mente fa dei viaggi parecchio contorti, in special modo la notte, e continuo a fare sogni assurdi se non veri e propri incubi come quello di stanotte. Pensavo di aver raggiunto il culmine con il sogno di sabato notte in cui avevo appena scoperto di essere incinta(ma poi perchè lo sogno costantemente?)e facevo un bel tonfo in macchina prendendo dentro uno in motorino e ferendolo gravemente MA stanotte mi sono senza ombra di dubbio superata facendo il più brutto degli incubi a cui io avrei mai potuto aspirare : entrano i ladri in casa mia e mi svuotano completamente l’armadio. Giuro, era talmente reale che credo di essermi messa a piangere nel sonno. Perfino peggio di quella volta che ho sognato di avere i capelli corti o di quella volta in cui mi facevo un tatuaggio enorme di cui mi pentivo 0 secondi dopo. Oddio, ora che li scrivo suonano ancora più strani..non è che devo fare una qualche cura a base di valeriana e xanax?

Ma poi la vera domanda è..come faccio a stare due giorni interi senza di voi??

Processed with VSCOcam with f2 preset

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...